MotoGP
28 mag
-
31 mag
Evento concluso
18 giu
-
21 giu
Canceled
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
11 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
18 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
31 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
38 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
46 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Canceled
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
66 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
74 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
81 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
95 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
101 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
109 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
123 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
130 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

Dovizioso: "La priorità è ancora far girare la moto a centro curva"

condivisioni
commenti
Dovizioso: "La priorità è ancora far girare la moto a centro curva"
Di:
15 nov 2017, 15:43

Il forlivese della Ducati sperava di avere a disposizione più materiale per la moto 2018, ma è comunque contento dei test di Valencia.

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team, retiring
Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso ha terminato con grande anticipo la seconda e ultima giornata di test collettivi della MotoGP al "Ricardo Tormo" di Valencia. Il vice campione del mondo 2017 si è concentrato nella comparazione di nuove, piccole componenti che dovrebbero equipaggiare la Desmosedici GP 2018 e che con tutta probabilità saranno portate anche nei prossimi test di Jerez de la Frontera che saranno svolti alla fine del mese di novembre.

Al termine del suo programma, arrivato come detto con grande anticipo rispetto allo sventolare della bandiera a scacchi, "Desmodovi" ha parlato ancora una volta dell'aspetto su cui a Borgo Panigale dovranno lavorare per rendere la Rossa ancora più competitiva.

"Secondo me una priorità nostra rimane riuscire a far girare la moto più facilmente quando non devi usare i freni. Questo è il nostro grosso limite e dobbiamo risucire a individuare il modo in cui risolvere questa cosa, anche se non è facile. Credo che su altri aspetti siamo abbastanza competitivi e quest'anno lo abbiamo confermato. Però accusiamo di più nelle piste in cui si frena poco e bisogna far scorrere la moto. Questa rimane la priorità".

Nel corso di questa due giorni di test, sono apparse nuove carene come quella della Yamaha M1 ufficiale provata sia da Maverick Vinales che da Valentino Rossi. Le nuove appendici aerodinamiche sono di fatto molto più grandi rispetto alle ali usate sino allo scorso anno e poi messe al bando per essere state giudicate troppo pericolose. Ecco il pensiero di Dovizioso riguardo alle soluzioni adottate da gran parte dei team nel corso del 2017.

"Non voglio creare polemiche riguardo le ali o carene. Non ci sono più interpretazioni su quello che è successo e mi spiego: è stato detto che le ali erano pericolose e sono state abolite. Come ben sapete ed è la conferma di quello che stiamo vedendo, l'evoluzione ha portato le carene a essere molto più grandi delle ali che usavamo noi. Il motivo del cambio di regolamento è perché volevano limitare l'evoluzione delle ali in cui Ducati era più avanti dei diretti concorrenti".

"Poi è stato fatto un regolamento e ora quello che si fa è dentro le regole e va bene. Solo che è stata data una motivazione del cambio di regolamento riguardo le vecchie ali che è una bugia. Questo non vuol dire che voglia fare polemica, è solo la realtà di ciò che è successo. Se vengono provate determinate cose è perché sono state ritenute conformi al regolamento e quindi tutti cercano di tirare fuori il massimo".

Ora la Ducati si sposterà a Jerez de la Frontera per fare un'altra due giorni di test (inizialmente non pianificata) per portare avanti lo sviluppo delle nuove componenti. Andrea ha ammesso che si sarebbe aspettato di più in termini di componenti in ottica 2018 nei test di Valencia.

"Mi sarebbe piaciuto avere giù la moto perfetta per il 2018 ora ma non è sempre possibile. E' chiaro che si spera sempre di avere di più. Avremo due giorni di test a Jerez e dovremo sfruttarli al massimio per provare tutto quello che avremo. Che sia poco o tanto va sfruttato perché i piccoli dettagli fanno la differenza, poi hanno cambiato il regolamento e faremo questi test per sfruttare al massimo il tempo che abbiamo e il materiale che abbiamo".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Prossimo Articolo
Analisi: quali sono i limiti di Marc Marquez?

Articolo precedente

Analisi: quali sono i limiti di Marc Marquez?

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Rispetto ai rivali siamo un po' in ritardo con la moto 2018"

Lorenzo: "Rispetto ai rivali siamo un po' in ritardo con la moto 2018"
Carica commenti