Dovizioso: "La nuova gomma non si adatta alla Ducati"

Il pilota della Ducati non è contento dell'adattamento della nuova gomma posteriore alla Ducati, ma poi afferma: "Oggi sono stati tutti veloci. Vedremo in gara, perché penso che sarà diverso".

Dovizioso: "La nuova gomma non si adatta alla Ducati"

Nella giornata di test pre-stagionali 2020 di MotoGP svolta sul tracciato Angel Nieto di Jerez de la Frontera, Andrea Dovizioso ha portato a casa un non certo esaltante 12esimo tempo, soprattutto considerando che in questo fine settimana scatterà il Mondiale proprio sulla pista andalusa.

Il primo aspetto che è risultato chiaro dalla giornata di prove, è stato il comportamento della nuova gomma posteriore. Secondo Dovizioso questa non si adatterebbe bene alla Desmosedici. Non a caso, il team di Borgo Panigale è parso faticare non poco, con la sola eccezione che porta un nome e un cognome: Francesco Bagnaia.

"Questa gomma non si adatta bene alla Ducati. Non l'abbiamo sotto controllo. Sarà un weekend in cui dovremo rincorrere, ma è difficile anche capire come sono messi in realtà gli avversari. Dalla mattina al pomeriggio il lavoro è molto diverso e poi qui a Jerez abbiamo avuto 58 gradi d'asfalto, che non si sono mai visti", ha dichiarato al termine della giornata Dovizioso.

"Poi fino a che fai 6 giri di fila è una cosa sia dal punto di vista fisico che della moto, un altro è farne 25 di fila. Questo è stato un test pre-stagione: tutti veloci, ma poi le gare saranno un'altra cosa. Noi dobbiamo concentrarci su quello che non stiamo facendo bene. E' difficile capire gli avversari e noi sappiamo di non essere a posto".

Leggi anche:

"Non riesco a spingere quanto vorrei e lasciamo indietro del potenziale che ha la gomma. C'è del lavoro da fare, ma oggi abbiamo raccolto tante informazioni. Vediamo se sarà sufficiente per prendere la strada giusta. Forse non sarà facile qui, però vediamo. Anche in Qatar avevamo fatto fatica, ma là potevamo giocarci podio e gara. Può succedere di tutto. A livello fisico non ho dubbi che sarà un problema per tutti".

Per Dovizioso, inoltre, sembra al momento impossibile fare una vera e propria comparazione fra la Ducati della passata stagione e quella con cui dovrà affrontare questo Mondiale.

"Difficile parlare di moto 2019 e 2020 perché quest'inverno abbiamo lavorato solo su piccoli dettagli. Non è stata stravolta la moto, anzi. Ci sono gomme diverse, con una carcassa differente. Fa tanta differenza la gomma, meno la moto. Difficile fare comparative di questo tipo quando la differenza più grande è legata alla gomma. Poi non abbiamo ancora fatto gare. Ci sono troppi fattori per tirare le somme in questo momento. Ma penso sia così per tutti".

Invece, il forlivese ha glissato sulla questione Quartararo: "Non sapevo che Quartararo fosse stato penalizzato e non voglio parlare male di qualcuno senza sapere i dettagli. Certo, ci sono dei regolamenti, ma non mi sbilancio perché non so cosa sia successo nei dettagli. Non so proprio cosa dire. Quasi tutti provano ad andare in pista per cercare di avere sensazioni più simili a quelle in pista. Forse non sono stati molto attenti. Però va detto che la penalità che gli hanno dato credo proprio che non gli farà nulla".

Per concludere, il pilota della Ducati pensa che le prestazioni ravvicinate che si vedono ormai da mesi siano frutto della qualità aumentata della MotoGP, non certo dell'introduzione della nuova gomma posteriore.

"Credo che KTM e Aprilia stiano andando più forte non tanto grazie a questa gomma, ma perché hanno portato evoluzioni che funzionano. Già l'anno scorso eravamo tutti molto più vicini, già a metà stagione. L'unico è stato Marquez a fare la differenza, ma anche lui ha dovuto tirare fuori qualcosa in più. Non sono le gomme ad avvicinare i piloti, quanto il livello della categoria che si è alzato molto. Parlo di moto e di piloti. Poi è chiaro che il lavoro per la gara è un'altra cosa".

condivisioni
commenti
Quartararo: "La Yamaha non è la moto da battere"
Articolo precedente

Quartararo: "La Yamaha non è la moto da battere"

Prossimo Articolo

Rossi: "Al 99% sarò in Petronas, ma non ho firmato"

Rossi: "Al 99% sarò in Petronas, ma non ho firmato"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021