Dovizioso: "La M1 va guidata in maniera speciale"

Il forlivese ha chiuso all'ultimo posto la sua prima gara con la Yamaha della Petronas SRT, ma è convinto che la corsa di Misano gli sia stata particolarmente utile per cominciare a prendere le misure ad una moto che va guidata in maniera "strana".

Dovizioso: "La M1 va guidata in maniera speciale"

Quello di Andrea Dovizioso con i colori Petronas SRT non è stato certamente un debutto da sogno. Vedere il "dream team" formato dal forlivese e da Valentino Rossi al fondo della schieramento del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini ha sicuramente colpito, ma il primo a non essere troppo sorpreso di essere stato l'ultimo anche sotto alla bandiera a scacchi è proprio il diretto intessato.

Il tre volte vice-campione del mondo ha chiuso in 21esima posizione, incappando anche in una long lap penalty, ma pensa che la corsa di Misano gli sia stata utile per iniziare a comprendere meglio la sua Yamaha M1 "Spec B", notando dei miglioramenti alla distanza. E alla fine non ha mai nascosto che il suo obiettivo primario per queste ultime cinque gare sia solo quello di adattarsi ad una moto molto diversa dalla Ducati che aveva guidato negli ultimi otto anni, in attesa di salire sulla moto in versione factory nel 2022.

"Più che della gara, possiamo parlare del weekend. Abbiamo raccolto tante informazioni. Abbiamo avuto la possibilità di girare parecchio sull'asciutto ed anche sul bagnato. E' stato molto importante sia per me che per la Yamaha per capire tante cose. La gara è stata buona per imparare e per avere dei feedback. Prima della gara non avevo la velocità per stare con il gruppo, forse mi mancava mezzo secondo, ma oggi sono rimasto lì", ha detto Dovizioso dopo la gara.

"Poi ho fatto un errore ed ho dovuto fare una long lap penalty, ma dopo quella il mio passo è migliorato molto e sono stato più veloce che in prova. Ho fatto il mio best a due giri dalla fine, perché il feeling è cambiato durante la gara, dandomi alcuni buoni spunti in diverse aree. Ora devo cercare di mettere tutto insieme, cercando di spiegare il meglio possibile le mie sensazioni alla squadra. A quel punto potrò provare a sfruttare meglio il potenziale della moto".

Leggi anche:

Sulla sua stessa moto in questa stagione hanno faticato in tanti: da Franco Morbidelli che ci ha cominciato la stagione a tutti i suoi sostituti come Cal Crutchlow, Jake Dixon e Garrett Gerloff. Ad Andrea quindi è stato domandato se sia già riuscito a farsi un'idea del perché.

"Penso che sia abbastanza normale. Io non so quanto sia diversa rispetto alla moto ufficiale. A parte questo, solamente Fabio mi sembra che stia riuscendo a fare grandi cose in questo momento con la Yamaha, ma questo è un qualcosa che è troppo distante da me in questo momento. La mia moto è particolare, ha diversi aspetti favorevoli, ma va guidata in maniera speciale. Mi servirà tempo per adattarmi e capire tutto a dovere".

"Il modo in cui va usata in frenata è un po' strano, ma anche il fatto che sia migliorata nell'ultima parte della gara. Per questo è molto importante cercare di capire tutto al meglio: ho tanti feedback, ma non conosco ancora abbastanza la moto per capire perché accadono determinate cose. Durante la gara però ci sono stati diversi momenti in cui sentivo le cose buone della moto, ma non riuscivo a sfruttarne il potenziale e credo che questo sia importante".

Poi è sceso un po' più nel dettaglio di cosa intendesse quando ha detto che va guidata in modo "speciale": "Basta vedere il modo in cui la guida Fabio: devi frenare molto profondo e portarti tanta velocità a centro curva. E' l'unico modo per sfruttarne il potenziale, perché è quello di cui ha bisogno. Questo è particolare, con le altre MotoGP devi guidare diversamente. Forse ci si avvicina la Suzuki, ma con tutte le altre è diverso".

Ora però avrà un test di due giorni, martedì e mercoledì, che sicuramente gli potrà essere molto utile per provare a velocizzare questo processo di apprendimento: "Sicuramente il modo migliore per fare un test è dopo la gara. Se devi provare delle cose nuove o se sei nella mia stessa condizione, dovendoti adattare per tirare fuori il potenziale della moto, è perfetto. Domani c'è una giornata per recuperare, poi due giornate a disposizione se il meteo sarà buono. Penso che sia soprattutto il pilota a doversi adattare alla moto, ma in questo deve essere brava anche la squadra ad aiutarti".

Infine, quando gli è stato chiesto se ritenga che Quartararo stia riuscendo a mascherare i difetti della Yamaha, ha concluso: "Il pilota più forte di ogni marchio maschera sempre i difetti, poi quanto dipende anche dalla stagione. Fabio sta facendo indubbiamente qualcosa di speciale, perché è l'unico che è riuscito a capire come sfruttare al meglio questa moto. Ma faccio fatica a dire perché, perché sono io il primo a non sfruttarla. E' un po' troppo presto per fare questi discorsi".

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
1/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
2/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
3/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
4/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
5/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
6/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
7/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
8/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
9/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
10/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
11/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
12/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
13/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
14/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
15/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
16/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
17/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
18/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
19/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
20/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
21/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
22/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
23/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
24/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
25/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
26/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
27/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
28/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
29/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Morbidelli: "Dopo il warm-up pensavo di non correre!"

Articolo precedente

Morbidelli: "Dopo il warm-up pensavo di non correre!"

Prossimo Articolo

Marquez: “Per un momento ho pensato di arrendermi”

Marquez: “Per un momento ho pensato di arrendermi”
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021