Dovizioso: "La M1 va guidata in maniera speciale"

Il forlivese ha chiuso all'ultimo posto la sua prima gara con la Yamaha della Petronas SRT, ma è convinto che la corsa di Misano gli sia stata particolarmente utile per cominciare a prendere le misure ad una moto che va guidata in maniera "strana".

Dovizioso: "La M1 va guidata in maniera speciale"

Quello di Andrea Dovizioso con i colori Petronas SRT non è stato certamente un debutto da sogno. Vedere il "dream team" formato dal forlivese e da Valentino Rossi al fondo della schieramento del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini ha sicuramente colpito, ma il primo a non essere troppo sorpreso di essere stato l'ultimo anche sotto alla bandiera a scacchi è proprio il diretto intessato.

Il tre volte vice-campione del mondo ha chiuso in 21esima posizione, incappando anche in una long lap penalty, ma pensa che la corsa di Misano gli sia stata utile per iniziare a comprendere meglio la sua Yamaha M1 "Spec B", notando dei miglioramenti alla distanza. E alla fine non ha mai nascosto che il suo obiettivo primario per queste ultime cinque gare sia solo quello di adattarsi ad una moto molto diversa dalla Ducati che aveva guidato negli ultimi otto anni, in attesa di salire sulla moto in versione factory nel 2022.

"Più che della gara, possiamo parlare del weekend. Abbiamo raccolto tante informazioni. Abbiamo avuto la possibilità di girare parecchio sull'asciutto ed anche sul bagnato. E' stato molto importante sia per me che per la Yamaha per capire tante cose. La gara è stata buona per imparare e per avere dei feedback. Prima della gara non avevo la velocità per stare con il gruppo, forse mi mancava mezzo secondo, ma oggi sono rimasto lì", ha detto Dovizioso dopo la gara.

"Poi ho fatto un errore ed ho dovuto fare una long lap penalty, ma dopo quella il mio passo è migliorato molto e sono stato più veloce che in prova. Ho fatto il mio best a due giri dalla fine, perché il feeling è cambiato durante la gara, dandomi alcuni buoni spunti in diverse aree. Ora devo cercare di mettere tutto insieme, cercando di spiegare il meglio possibile le mie sensazioni alla squadra. A quel punto potrò provare a sfruttare meglio il potenziale della moto".

Leggi anche:

Sulla sua stessa moto in questa stagione hanno faticato in tanti: da Franco Morbidelli che ci ha cominciato la stagione a tutti i suoi sostituti come Cal Crutchlow, Jake Dixon e Garrett Gerloff. Ad Andrea quindi è stato domandato se sia già riuscito a farsi un'idea del perché.

"Penso che sia abbastanza normale. Io non so quanto sia diversa rispetto alla moto ufficiale. A parte questo, solamente Fabio mi sembra che stia riuscendo a fare grandi cose in questo momento con la Yamaha, ma questo è un qualcosa che è troppo distante da me in questo momento. La mia moto è particolare, ha diversi aspetti favorevoli, ma va guidata in maniera speciale. Mi servirà tempo per adattarmi e capire tutto a dovere".

"Il modo in cui va usata in frenata è un po' strano, ma anche il fatto che sia migliorata nell'ultima parte della gara. Per questo è molto importante cercare di capire tutto al meglio: ho tanti feedback, ma non conosco ancora abbastanza la moto per capire perché accadono determinate cose. Durante la gara però ci sono stati diversi momenti in cui sentivo le cose buone della moto, ma non riuscivo a sfruttarne il potenziale e credo che questo sia importante".

Poi è sceso un po' più nel dettaglio di cosa intendesse quando ha detto che va guidata in modo "speciale": "Basta vedere il modo in cui la guida Fabio: devi frenare molto profondo e portarti tanta velocità a centro curva. E' l'unico modo per sfruttarne il potenziale, perché è quello di cui ha bisogno. Questo è particolare, con le altre MotoGP devi guidare diversamente. Forse ci si avvicina la Suzuki, ma con tutte le altre è diverso".

Ora però avrà un test di due giorni, martedì e mercoledì, che sicuramente gli potrà essere molto utile per provare a velocizzare questo processo di apprendimento: "Sicuramente il modo migliore per fare un test è dopo la gara. Se devi provare delle cose nuove o se sei nella mia stessa condizione, dovendoti adattare per tirare fuori il potenziale della moto, è perfetto. Domani c'è una giornata per recuperare, poi due giornate a disposizione se il meteo sarà buono. Penso che sia soprattutto il pilota a doversi adattare alla moto, ma in questo deve essere brava anche la squadra ad aiutarti".

Infine, quando gli è stato chiesto se ritenga che Quartararo stia riuscendo a mascherare i difetti della Yamaha, ha concluso: "Il pilota più forte di ogni marchio maschera sempre i difetti, poi quanto dipende anche dalla stagione. Fabio sta facendo indubbiamente qualcosa di speciale, perché è l'unico che è riuscito a capire come sfruttare al meglio questa moto. Ma faccio fatica a dire perché, perché sono io il primo a non sfruttarla. E' un po' troppo presto per fare questi discorsi".

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
1/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
2/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
3/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
4/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
5/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
6/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
7/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
8/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
9/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
10/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
11/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
12/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
13/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
14/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
15/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
16/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
17/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
18/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
19/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
20/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
21/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
22/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
23/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
24/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
25/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
26/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
27/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
28/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
Andrea Dovizioso, Petronas Yamaha SRT
29/29

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Morbidelli: "Dopo il warm-up pensavo di non correre!"
Articolo precedente

Morbidelli: "Dopo il warm-up pensavo di non correre!"

Prossimo Articolo

Marquez: “Per un momento ho pensato di arrendermi”

Marquez: “Per un momento ho pensato di arrendermi”
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021