Dovizioso: "La gomma anteriore più rigida? Non sento differenza"

condivisioni
commenti
Dovizioso:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
08 mag 2017, 13:59

Il pilota della Ducati ha spiegato che la prova comparativa di oggi lo ha convinto che le scelte future della Michelin non faranno una gran differenza per la Desmosedici GP. E aggiunge: "Torno a casa da Jerez con tanti spunti positivi".

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso ha chiuso abbastanza presto il suo programma di lavoro nella giornata di test collettivi che la MotoGP sta svolgendo oggi sul tracciato di Jerez de la Frontera.

Il pilota della Ducati ha completato 44 giri, con un best lap di 1'39"030, ma ha anche sottolineato che oggi la pista andalusa era particolarmente veloce. Il suo lavoro è stato incentrato soprattutto su una prova comparativa con la gomma anteriore con la carcassa più rigida, la famigerata "70" che era a disposizione anche l'anno scorso.

Il forlivese ha spiegato di non aver sentito differenza particolarmente rilevanti con quella che è stata utilizzata nelle prime quattro gare della stagione, quindi si è detto convinto che per la Desmosedici GP non cambierà molto se alla fine entrerà a far parte dell'allocazione per i GP o meno.

"Abbiamo provato la gomma dell'anno scorso e mi ha dato lo stesso feeling di quando l'abbiamo comparata alla fine del 2016. Non sento differenza ed ho fatto un tempo simile con entrambe. Credo che per noi non farà una gran differenza la scelta che farà la Michelin da questo punto di vista. Stamattina poi la pista era molto veloce, quindi abbiamo fatto un buon tempo" ha detto Andrea.

Tra la gara di ieri (conclusa al quinto posto in rimonta) e le prove di oggi, "Desmodovi" è convinto di aver raccolto delle informazioni importanti per il futuro: "Torno a casa da Jerez con tanti spunti positivi. E' un weekend difficile, ma siamo riusciti a recuperare una situazione complicata e questo è un gran risultato. Inoltre ci ha insegnato che bisogna ragionare un fine settimana alla volta: ad Austin pensavamo di essere competitivi e non lo siamo stati, quindi invece siamo stati più vicini di quello che ci saremmo aspettati".

La prossima tappa è in programma a Le Mans, dove è stata appena steso un nuovo manto d'asfalto che offre più grip. Cosa che potrebbe aiutare la Ducati: "Questa cosa può andare nella nostra direzione, ma poi è chiaro che il grip sarà migliore per tutti, quindi tutti quanti andranno più forte".

Prima però c'è in programma anche un test al Mugello all'inizio della settimana prossima: "Dobbiamo ancora definire esattamente il programma, ma quello normalmente è un test pre-gara. Però se ci saranno pezzi importanti, vedremo".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Prossimo articolo MotoGP

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento Jerez, test di maggio
Sotto-evento Lunedì
Location Circuito de Jerez
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Intervista