MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
22 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
29 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
43 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
56 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
70 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
84 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
91 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
105 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
112 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
126 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
161 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
175 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
189 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
196 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
210 giorni
G
GP della Tailandia
07 ott
Prossimo evento tra
217 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
231 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
238 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
252 giorni

Dovizioso: "Io al posto di Marquez? No. Ma le cose cambiano"

Il pilota della Ducati spegne le voci che lo vorrebbero in Honda HRC al posto di Marquez nel 2021, ma sottolinea come le cose possano cambiare rapidamente. "Intanto penso al 2021 e a tornare nel 2022", ha aggiunto.

Dovizioso: "Io al posto di Marquez? No. Ma le cose cambiano"

Andrea Dovizioso è al centro dell'attenzione non certo per essere uno dei pretendenti al titolo iridato 2020 di MotoGP - quello ormai, salvo clamorosi eventi, finirà nelle mani di Joan Mir - ma per clamorose indiscrezioni di mercato piloti che lo vedrebbero tornare in Hnda HRC nel 2021 per sostituire Marc Marquez, in odore di terza operazione al braccio dopo l'infortunio patito a Jerez de la Frontera a inizio stagione.

L'attuale pilota della Ducati, però, ha voluto spegnere subito queste voci, affermando che le cose non stiano come la stampa riporta da ieri pomeriggio. Uno spiraglio, però, è stato lo stesso Andrea a lasciarlo, con un laconico "Nel motorsport cambia tutto in maniera molto rapida".

"Secondo me la reale situazione al momento non è come viene descritta dai giornali. Primo, non si sa la verità su Marquez. Non ha senso commentare. Secondo, si stanno facendo ragionamenti troppo legati al futuro senza sapere le cose al dettaglio. Secondo me non è la realtà al momento. Nell'eventualità che accada, bisogna vedere se Honda potrà pensare a me. Il vantaggio di non aver fatto accordi con nessuno è che sono libero. Posso fare ciò che voglio. Sto già preparando quello che voglio fare per il 2021 a livello di divertimenti, di lavoro e di progetti con i miei sponsor. Ma il motorsport è anche questo, cambia tutto in maniera molto repentina. Vediamo. Comunque ci concentreremo per il 2022".

Da dove deriva la tua sicurezza di tornare nel 2022? Sembri convinto di poterlo fare...
"Non sono assolutamente sicuro di tornare nel 2022. I contratti nei team ufficiali sono già fatti... Non è vero che siano tutti fatti. Poi cambieranno tante cose. Che si possa aprire qualcosa nessuno lo sa, nemmeno io. Ho la voglia e la mentalità di correre e giocarmi il campionato, lavorerò per quello. Se ci saranno le opportunità, bene. Altrimenti non ci sarà l'opportunità".

Cosa c'è stato con Aprilia nel corso delle settimane passate?
"Aprilia mi ha fatto capire subito che c'era molto interesse e mi ha fatto molto piacere. Per me, però, è sempre stata chiara solo una cosa ed è andata avanti così".

Vuoi dare una tua opinione sulla sentenza che ha visto Iannone squalificato per 4 anni?
"Della sentenza di Iannone non voglio parlare".

Fa un po' strano saperti in altri campionati, magari meno prestigiosi...
"So che suona strano e addirittura anche i miei amici che mi conoscono e vivono tante cose di me mi guardano strano, ma non si vive solo di campionati che hanno tanta visibilità. Non è che un pilota che ha fatto una determinata disciplina non possa divertirsi a correre in altri ambiti, anche a livello molto più basso. Questo è il bello di avere la passione. E tutta la gente che è sorpresa di questa cosa un po' di delude. Se uno ha passione non conta a che livello si fa e che ritorno ha, anzi, è proprio il contrario. Quando hai voglia di fare una cosa anche se fai gare minori. Se ti piace quello, il contorno che c'è, andare con il camper, fare certi allenamenti... Mi sento molto fortunato. Suona strano e in tanti sono sorpresi. Ma chi è sorpreso forse non vive di troppe passioni e mi vede strano, ma io vedo strana la gente che è sorpresa di questo aspetto".

Hai scelto di fermarti anche per disintossicarti dall'ambiente MotoGP?
"Diciamo che quest'anno non ha aiutato. Fare la MotoGP e combattere per queste posizioni non è per niente divertente e non è quello che voglio fare. Non è che io voglia staccare. Se ci fosse stata la situazione giusta in totale l'avrei colta sicuramente. Ma per quello che avevo tra le mani ho scelto di fermarmi. E' rischioso per il 2022, ma trovare un accordo per fare il tester, sviluppare moto per altri senza avere sbocchi per il futuro non era quello che volevo, non è la mia priorità. E' andata così".

condivisioni
commenti
Mir: "Meglio chiudere il Mondiale questo fine settimana"

Articolo precedente

Mir: "Meglio chiudere il Mondiale questo fine settimana"

Prossimo Articolo

Crutchlow: "Molto avanti nelle discussioni con Yamaha"

Crutchlow: "Molto avanti nelle discussioni con Yamaha"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Valencia
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Autore Giacomo Rauli
Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni Prime

Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni

Nonostante i suoi 42 anni, Valentino Rossi non ne vuole sapere di appendere il casco al chiodo: per continuare a correre in MotoGP ha accettato di passare al Team Petronas, ma con supporto ufficiale Yamaha. Crede ancora in sé stesso ed ha voglia di dimostrare a tutti di poter continuare a lottare con i migliori. Ce la farà a rinascere ancora una volta?

MotoGP
2 mar 2021
Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata Prime

Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata

Il Pramac Racing entra nella sua 20esima stagione in MotoGP, la 17esima con Ducati ed insegue ancora la sua prima vittoria con la Casa di Borgo Panigale, pur avendola sfiorata in diverse occasioni. Ripercorriamo insieme tutte le volte che è mancato veramente un soffio.

MotoGP
28 feb 2021
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati Prime

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Il ritorno di un pilota australiano in sella ad una Ducati ufficiale fa tornare alla memoria un periodo glorioso per la Casa di Borgo Panigale. Miller, però, è un personaggio che potrà aiutare il team a tornare ai vertici.

MotoGP
25 feb 2021
Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test? Prime

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test?

Dopo un 2020 senza vittorie in MotoGP, la Honda è chiamata assolutamente al riscatto nel 2021, anche se la sua stagione inizierà in salita: Marc Marquez non è ancora pronto, quindi dovrà saltare i test e non si sa ancora quando potrà tornare a correre. Che impatto avrà questo sullo sviluppo della RC213V?

MotoGP
24 feb 2021
Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici Prime

Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici

La crescita di Alex Marquez è stata una delle sorprese della MotoGP 2020 e, uscendo finalmente dall'ombra del fratello Marc, ha dimostrato che alcune persone si sbagliavano. Non che gli importi di questo, come ha spiegato a Lewis Duncan.

MotoGP
21 feb 2021
La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

MotoGP
19 feb 2021
Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte" Prime

Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte"

Intervista esclusiva a Luca Marini, esordiente nel campionato 2021 di MotoGP. Il marchigiano si racconta ai nostri microfoni in vista del primo anno da rookie in sella ad una Ducati del team Esponsorama.

MotoGP
19 feb 2021
KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber" Prime

KTM: attacco a quattro punte, ma forse manca il "bomber"

La Casa austriaca prova a cambiare filosofia, schierando quelli che ritiene essere due team ufficiali a tutti gli effetti. Dopo le tre vittorie del 2020, le ambizioni sono elevate, ma i quattro piloti ne saranno all'altezza?

MotoGP
15 feb 2021