Dovizioso: "Dopo il test ho più possibilità di giocarmela"

Il test di Misano sembra aver ridato convinzione al pilota della Ducati, che è convinto di poter essere più competitivo e di giocarsela nella gara di domenica.

Dovizioso: "Dopo il test ho più possibilità di giocarmela"

Andrea Dovizioso contava molto sulla giornata di test a disposizione a Misano tra le due gare sul tracciato romagnolo della MotoGP. Lo scorso fine settimana, le cose non sono andate bene per il ducatista, che non è riuscito a fare meglio del settimo posto. Risultato che però, complice il ritiro di Fabio Quartararo, gli ha permesso di balzare in vetta alla classifica iridata con 6 punti di margine sul francese.

A preoccupare il forlivese però era la grande difficoltà ad adattarsi allo stile di guida richiesto dalla nuova gomma posteriore introdotta dalla Michelin in questa stagione. Alla quale invece, per esempio, si è adattato benissimo Pecco Bagnaia, che proprio due giorni fa ha conquistato il suo primo podio nella classe regina.

Per Andrea, dunque, questa giornata rappresentava un'occasione unica per lavorare su una pista su cui aveva appena corso e a quanto pare i riscontri sono stati molto positivi. Al punto che il vice-campione del mondo in carica aveva già concluso il suo programma alla conclusione della sessione mattutina ed ha deciso di non tornare in pista nel pomeriggio.

"Sono soddisfatto, ma soprattutto abbiamo fatto tutto il lavoro che era in programma, quindi girare per girare non ha senso, soprattutto quando è stato un weekend molto tosto fisicamente, perché quando guidi male, fai più fatica. Non è che se giri di più, migliori di più le cose. Avevamo delle cose ben chiare da provare e abbiamo fatto tutto questa mattina" ha detto Dovizioso.

Lo sguardo è parso molto più convinto rispetto a quello di domenica scorsa. Oggi c'era anche qualcosa da provare sulla Desmosedici GP, che ha funzionato come sperato, quindi c'è più ottimismo in vista del Gran Premio d'Emilia Romagna. Anche se chiaramente bisognerà pesare anche gli eventuali miglioramenti della concorrenza.

Leggi anche:

"Come è già successo in altre gare doppie, la seconda di solito si va sempre più forte e su una pista così corta, con tempi molto ravvicinati, sarà molto complicato essere nella top 10 e partire davanti, perché oggi sono stati tutti molto veloci. In questo caso, avendo fatto il test, siamo riusciti a lavorare su alcuni dettagli della moto: c'era una cosa da provare ed ha funzionato, quindi già quello ci farà essere più competitivi, perché la moto ha qualcosa in più".

"Ma soprattutto grazie al modo in cui oggi sono riuscito ad adattarmi in base a quello che abbiamo visto nel weekend, ci sarà un Dovizioso diverso, perché mi aspetto di essere sicuramente più competitivo. Poi se gli altri miglioreranno di più o di meno rispetto a me non lo possiamo sapere. Ma, per come sono fatto io, l'importante è capire, provare, apprendere e fare un passo avanti. Questo è quello che è successo oggi e quindi sono contento".

Qualora ce ne fosse ancora bisogno, poi è stato più esplicito, dicendo che ora si sente in una condizione molto diversa rispetto a quelle in cui domenica non è riuscito a fare meglio di quel settimo posto che lo aveva incupito nonostante la leadership.

"Mi sento con più possibilità di giocarmela. Nelle ultime gare, raramente sono stato veloce e se non lo sei, anche se in campionato sei messo bene a livello di punti, non hai le carte per giocarti il Mondiale. Ora sono molto più tranquillo, ma bisogna stare con i piedi per terra perché il weekend è ancora tutto da disputare e bisognerà vedere se e quanto si sono migliorati anche gli altri".

"Però l'importante è cosa senti tu con la moto: oggi era chiaro in che direzione volessimo andare e ci siamo riusciti, quindi ho avuto delle belle sensazioni. Sarà importante poi portarcele anche su altre piste e con condizioni di grip diverse, perché qui abbiamo una situazione anomala: ci sono tante buche, ma anche tanto grip, quindi hai la possibilità di forzare in un modo diverso".

Oggi il ducatista è stato anche tra i piloti che hanno provato il sistema radio introdotto dalla Direzione Gara durante lo scorso weekend, quando a testarlo per primo era stato Stefan Bradl. Andrea sembra favorevole all'idea, anche se serve qualche piccolo miglioramento secondo lui.

"E' un cercare di migliorare tutto ciò che è possibile. Se riusciranno a realizzare delle auricolari senza filo con le quali si sente bene, penso che sia qualcosa di positivo, perché a seconda della pista e della curva è molto complicato vedere le bandiere gialle, soprattutto quando c'è tanto spazio di fuga".

"Per questo la Direzione Gara sta cercando di creare delle situazioni per migliorare la sicurezza. E' ancora da decidere, ma io credo che ci daranno la possibilità di mandare solamente dei messaggi di sicurezza. Non credo che si potrà fare un lavoro come quello che fanno in Formula 1 tra muretto e pilota" ha concluso.

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Michel Pirro
Andrea Dovizioso, Ducati Team, Michel Pirro
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP: Marquez ancora out, ma torna ad allenarsi

Articolo precedente

MotoGP: Marquez ancora out, ma torna ad allenarsi

Prossimo Articolo

Test Misano: Yamaha prova con Rossi un nuovo scarico

Test Misano: Yamaha prova con Rossi un nuovo scarico
Carica commenti
Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon! Prime

MotoGP: Pecco, che pole ad Aragon!

Il Motorland di Aragon vede la Ducati di pecco Bagnaia primeggiare davanti a tutti: ecco la griglia di partenza completa

MotoGP
12 set 2021
Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha? Prime

Dovizioso avrà scelto la sliding door giusta con Yamaha?

Il forlivese ha flirtato a lungo con l'Aprilia nel 2021, facendo anche un programma di test in sella alla RS-GP, ma quando si è presentata l'opportunità di entrare in orbita Yamaha non ha esitato un secondo, anche se il suo ritorno prevede cinque gare in sella ad una vecchia M1 "Spec B" del 2019 prima di approdare su quella factory gestita dal team satellite nel 2022. Sarà stata la scelta più giusta?

MotoGP
8 set 2021
Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo Prime

Aprilia: il podio come punto di partenza, non come traguardo

Il terzo posto di Aleix Espargaro ha rappresentato il primo podio della Casa di Noale nell'era MotoGP. Un risultato che premia per un percorso che è stato costellato di ostacoli, ma che deve essere preso come punto di partenza per ambire a qualcosa di ancora più grande. Anche perché ora c'è pure un sogno di nome Maverick Vinales.

MotoGP
1 set 2021
Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese Prime

Il futuro GT di Valentino Rossi: cervello e pazienza, non pretese

Valentino lascerà l'amato mondo delle 2 ruote per... raddoppiare e salire sulle 4. La voglia di essere protagonista anche nelle GT3 è tanta e si può fare un percorso serio con la Ferrari, ma dovrà essere capace di calarsi nella parte e non voler tutto subito. Vediamo come e perché.

Ceccarelli: “Quartararo vince con il piglio di Valentino” Prime

Ceccarelli: “Quartararo vince con il piglio di Valentino”

Torna l'appuntamento con la rubrica del mercoledì firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli ci parlano della forza mentale dimostrata da Fabio Quartararo in occasione del GP di Gran Bretagna di MotoGP.

MotoGP
1 set 2021