Dovizioso: "Dopo il test ho più possibilità di giocarmela"

Il test di Misano sembra aver ridato convinzione al pilota della Ducati, che è convinto di poter essere più competitivo e di giocarsela nella gara di domenica.

Dovizioso: "Dopo il test ho più possibilità di giocarmela"

Andrea Dovizioso contava molto sulla giornata di test a disposizione a Misano tra le due gare sul tracciato romagnolo della MotoGP. Lo scorso fine settimana, le cose non sono andate bene per il ducatista, che non è riuscito a fare meglio del settimo posto. Risultato che però, complice il ritiro di Fabio Quartararo, gli ha permesso di balzare in vetta alla classifica iridata con 6 punti di margine sul francese.

A preoccupare il forlivese però era la grande difficoltà ad adattarsi allo stile di guida richiesto dalla nuova gomma posteriore introdotta dalla Michelin in questa stagione. Alla quale invece, per esempio, si è adattato benissimo Pecco Bagnaia, che proprio due giorni fa ha conquistato il suo primo podio nella classe regina.

Per Andrea, dunque, questa giornata rappresentava un'occasione unica per lavorare su una pista su cui aveva appena corso e a quanto pare i riscontri sono stati molto positivi. Al punto che il vice-campione del mondo in carica aveva già concluso il suo programma alla conclusione della sessione mattutina ed ha deciso di non tornare in pista nel pomeriggio.

"Sono soddisfatto, ma soprattutto abbiamo fatto tutto il lavoro che era in programma, quindi girare per girare non ha senso, soprattutto quando è stato un weekend molto tosto fisicamente, perché quando guidi male, fai più fatica. Non è che se giri di più, migliori di più le cose. Avevamo delle cose ben chiare da provare e abbiamo fatto tutto questa mattina" ha detto Dovizioso.

Lo sguardo è parso molto più convinto rispetto a quello di domenica scorsa. Oggi c'era anche qualcosa da provare sulla Desmosedici GP, che ha funzionato come sperato, quindi c'è più ottimismo in vista del Gran Premio d'Emilia Romagna. Anche se chiaramente bisognerà pesare anche gli eventuali miglioramenti della concorrenza.

Leggi anche:

"Come è già successo in altre gare doppie, la seconda di solito si va sempre più forte e su una pista così corta, con tempi molto ravvicinati, sarà molto complicato essere nella top 10 e partire davanti, perché oggi sono stati tutti molto veloci. In questo caso, avendo fatto il test, siamo riusciti a lavorare su alcuni dettagli della moto: c'era una cosa da provare ed ha funzionato, quindi già quello ci farà essere più competitivi, perché la moto ha qualcosa in più".

"Ma soprattutto grazie al modo in cui oggi sono riuscito ad adattarmi in base a quello che abbiamo visto nel weekend, ci sarà un Dovizioso diverso, perché mi aspetto di essere sicuramente più competitivo. Poi se gli altri miglioreranno di più o di meno rispetto a me non lo possiamo sapere. Ma, per come sono fatto io, l'importante è capire, provare, apprendere e fare un passo avanti. Questo è quello che è successo oggi e quindi sono contento".

Qualora ce ne fosse ancora bisogno, poi è stato più esplicito, dicendo che ora si sente in una condizione molto diversa rispetto a quelle in cui domenica non è riuscito a fare meglio di quel settimo posto che lo aveva incupito nonostante la leadership.

"Mi sento con più possibilità di giocarmela. Nelle ultime gare, raramente sono stato veloce e se non lo sei, anche se in campionato sei messo bene a livello di punti, non hai le carte per giocarti il Mondiale. Ora sono molto più tranquillo, ma bisogna stare con i piedi per terra perché il weekend è ancora tutto da disputare e bisognerà vedere se e quanto si sono migliorati anche gli altri".

"Però l'importante è cosa senti tu con la moto: oggi era chiaro in che direzione volessimo andare e ci siamo riusciti, quindi ho avuto delle belle sensazioni. Sarà importante poi portarcele anche su altre piste e con condizioni di grip diverse, perché qui abbiamo una situazione anomala: ci sono tante buche, ma anche tanto grip, quindi hai la possibilità di forzare in un modo diverso".

Oggi il ducatista è stato anche tra i piloti che hanno provato il sistema radio introdotto dalla Direzione Gara durante lo scorso weekend, quando a testarlo per primo era stato Stefan Bradl. Andrea sembra favorevole all'idea, anche se serve qualche piccolo miglioramento secondo lui.

"E' un cercare di migliorare tutto ciò che è possibile. Se riusciranno a realizzare delle auricolari senza filo con le quali si sente bene, penso che sia qualcosa di positivo, perché a seconda della pista e della curva è molto complicato vedere le bandiere gialle, soprattutto quando c'è tanto spazio di fuga".

"Per questo la Direzione Gara sta cercando di creare delle situazioni per migliorare la sicurezza. E' ancora da decidere, ma io credo che ci daranno la possibilità di mandare solamente dei messaggi di sicurezza. Non credo che si potrà fare un lavoro come quello che fanno in Formula 1 tra muretto e pilota" ha concluso.

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Michel Pirro
Andrea Dovizioso, Ducati Team, Michel Pirro
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP: Marquez ancora out, ma torna ad allenarsi
Articolo precedente

MotoGP: Marquez ancora out, ma torna ad allenarsi

Prossimo Articolo

Test Misano: Yamaha prova con Rossi un nuovo scarico

Test Misano: Yamaha prova con Rossi un nuovo scarico
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021