Dovizioso contro Domenicali: "Non è una buona idea che twitti"

Il pilota forlivese della Ducati arriva al secondo appuntamento di Misano con più fiducia dopo i test, ma nella conferenza stampa di oggi non ha trattenuto una risposta al vetriolo nei confronti di Claudio Domenicali, amministratore delegato di Ducati.

Dovizioso contro Domenicali: "Non è una buona idea che twitti"
Carica lettore audio

Andrea Dovizioso è stato tra i protagonisti della conferenza stampa piloti del giovedì sul tracciato Marco Simoncelli di Misano Adriatico, sede del Gran Premio dell'Emilia Romagna e Riviera di Rimini che andrà in scena questo weekend.

Dopo aver faticato in maniera evidente nella prima delle due gare sul tracciato romagnolo, il forlivese ha preso parte i test collettivi svolti martedì sempre a Misano dai team della classe regina del Motomondiale e questi potrebbero averlo riportato sulla retta via.

Durante le prove, Andrea ha provato nuove componenti per la Desmosedici che saranno valutate nuovamente nel corso del weekend di gara, ma ha anche avuto più tempo per capire meglio la gomma posteriore Michelin, che tanto lo ha fatto penare nel corso delle prime uscite della stagione.

"E' un campionato folle, ci sono tanti alti e bassi per tutti. Siamo tutti molto vicini. Sono felice di essere in testa al Mondiale, ma dobbiamo progredire per lottare davvero. Sono molto contento dei test fatti martedì perché abbiamo raggiunto i nostri obiettivi. La mia velocità era molto buona. tanti piloti sono andati forte, con un ottimo passo, però anche solo per il mio modo di guidare mi sono sentito meglio. Ho capito in quali curve non andavo abbastanza bene, abbiamo cambiato un po' l'assetto e questo mi ha aiutato a guidare meglio e a essere rilassato. Abbiamo provato cose nuove, pezzi nuovi che hanno dato sensazioni migliori. Ma tanti piloti sono andati forte. Vedremo come andrà".

"Per me è difficile fare un buon tempo in qualifica e in MotoGP è importante. Ma la cosa più importante, purtroppo, è che non siamo stati abbastanza veloci in gara. E' importante migliorare in qualifica. All'inizio dell'ultima gara ero con Bagnaia, ma in gara non avevo la velocità in gara. Sono però molto contento dei test fatti e vedremo domenica se riusciremo a confermare i miglioramenti fatti grazie ai test".

Il 7 e l'8 ottobre i piloti titolari di MotoGP avranno l'opportunità di prendere confidenza con il tracciato di Portimao, girando con moto stradali (mentre i collaudatori lo faranno con le MotoGP). Dovizioso pensa che non lasciare nulla al caso possa essere la mossa vincente per proseguire nella sua rincorsa a quello che sarebbe il suo primo titolo mondiale della carriera in MotoGP.

"Questo Mondiale è più impegnativo perché non si sa mai cosa accadrà nel weekend e in passato questo non accadeva. Nessuno è stato costante e nessuno riesce ci sarà un motivo. Tutti cercano di migliorare, ma in ogni pista troviamo condizioni molto differenti e non è facile riuscire nel proprio intento. La gomma posteriore, il suo comportamento, cambia. Parlo ovviamente per noi della Ducati. Dobbiamo cambiare il nostro modo di guidare, ma gara dopo gara sembra che si possa migliorare, speriamo che sia così soprattutto dopo il test fatto questa settimana".

"In questo campionato, per provare a vincerlo, devi provarle tutte. Sarà sicuramente differente provare a Portimao con una moto stradale. Sarà difficile capire i trucchi che si possono usare in pista e le insidie che presenza, magari aiuterà a partire con il piede giusto quando arriveremo a correre con la MotoGP".

Per concludere, ecco il momento più significativo della conferenza stampa, almeno per quanto riguarda Dovizioso. Dopo il secondo posto ottenuto da Francesco Bagnaia la settimana scorsa a Misano, l'amministratore delegato della Ducati Claudio Domenicali ha sottolineato su Twitter come lo stile di guida del piemontese abbia aiutato la Rossa a girare meglio in curva e a ottenere l'ottimo risultato, aggiungendo poi i complimenti a Dovizioso per essere diventato il nuovo leader del Mondiale.

 

Oggi la risposta di Andrea non si è fatta attendere e, sebbene sia stata fatta con un accenno di sorriso sulle labbra, è parsa piccata. Come se il forlivese "Undaunted" volesse togliersi un sassolino dalla scarpa nei confronti dei vertici della Casa di Borgo Panigale.

"Non ho visto il tweet di Domenicali, e non penso che sia una buona idea twittare da parte sua", ha concluso Andrea.

condivisioni
commenti
Morbidelli: “Saltare i test non condizionerà il weekend”
Articolo precedente

Morbidelli: “Saltare i test non condizionerà il weekend”

Prossimo Articolo

Bagnaia: "Quando sono dietro a Vale non penso più all'idolo"

Bagnaia: "Quando sono dietro a Vale non penso più all'idolo"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021