Dovizioso: "Capisco la rabbia di Valentino, ma io dovevo fare la mia gara"

condivisioni
commenti
Dovizioso:
Marco Di Marco
Di: Marco Di Marco
01 lug 2018, 16:24

Il pilota della Ducati ha chiuso al quarto posto una gara dove il duello con Rossi nel finale ha privato sia lui che il Dottore del podio. Andrea ha risposto tono su tono a Valentino sull'accaduto.

Jorge Lorenzo, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Ducati Team, al comando
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Il Gran Premio di Assen passerà alla storia per aver regalato al pubblico uno spettacolo incredibile nel corso di tutti i 26 giri disputati, con i piloti impegnati in sorpassi duri ed al limite che hanno esaltato gli spettatori.

Tra i vari protagonisti di questa gara, Andrea Dovizioso merita una menzione particolare. Il pilota della Ducati, infatti, era riuscito a portarsi in testa ad otto giri dalla fine, ma netto calo del grip della Michelin posteriore ed una lotta serrata con Valentino Rossi ha impedito al forlivese di tornare sul podio costringendolo ad un buon quarto posto.

Giunto in sala stampa, Andrea ha iniziato ad analizzare la sua gara partendo proprio dagli infiniti duelli visti in pista. Dovizioso ha affermato come sia stata una corsa dura e sfiancante perché si doveva modificare lo stile di attacco in base al pilota che si trovava davanti. 

"E' stata una gara molto bella, di sicuro più bella vista da fuori che da dentro visto che eravamo al limite e molti sorpassi sono stati troppo aggressivi ma ci sta, è anche il bello della MotoGP. Sono contento di come ho guidato in gara. Oggi eravamo veloci, e lo siamo stati per tutta la corsa a modo nostro. Lottare qua ad Assen con tutte le moto è stato un disastro perché ogni pilota ha le proprie caratteristiche e dovevi effettuare le singole manovre di sorpasso capendo chi ti trovavi davanti. E' stata una gara stressante".

Dovizioso è poi passato ad indicare l'unico punto negativo del weekend, il consumo eccessivo della gomma posteriore. Secondo Andrea, infatti, le Michelin di quest'anno degradano più rapidamente rispetto a quelle del 2016 e questo fattore pregiudica negativamente il rendimento delle Desmosedici GP.

"La cosa negativa è stato l'aver finito la gomma posteriore quando sono andato in testa ad otto giri dalla fine. E' l'unico aspetto che non mi ha convinto di questo weekend. E' un fattore importante che ci ha dato conferma delle nostre teorie. Le gomme di questa stagione sono diverse e non riusciamo ad arrivare come lo scorso anno a fine gara con un certo tipo di grip ed essere veloci. Anche se preservo la gomma a metà gara arrivo alla fine che è troppo usurata. E' successo spesso ed è un aspetto che dobbiamo migliorare".

Leggi anche:

Andrea si è poi detto contento a malincuore del quarto posto odierno vista la situazione gomme. Secondo il pilota Ducati sarebbe stato possibile salire sul podio senza i problemi alle gomme.

"Siamo riusciti ad arrivare quarti perché sono stato bravo a mettermi nella posizione giusta al momento giusto. Alla fine non avevo più gomma. L'obiettivo minimo era il podio, ma vado fiero di questo quarto posto in una gara difficile. Abbiamo alcuni punti forti ed alcuni punti deboli, ma vado a casa non contento al 100% per l'eccessivo calo di grip accusato dalla gomma posteriore. Il quarto posto non è una occasione persa, purtroppo oggi è un gran risultato".

Nel finale di gara Dovizioso è stato protagonista di un duello serrato con Valentino Rossi. Il pilota della Ducati ha infilato all'interno di curva 1 Valentino, ma quest'ultimo ha resistito all'esterno ed entrambi sono finiti larghi consentendo a Rins e Vinales di salire in seconda e terza piazza.

"Ho sentito le dichiarazioni di Vale ma non condivido la sua interpretazione. Io dovevo fare la gara su me stesso e non su di lui. Io in quel momento non ne avevo e dovevo adottare la strategia migliore per portare a casa un buon risultato. Se lo avessi lasciato passare alla staccata sarei finito dietro a lui. Lui ha lasciato i freni due volte come ho fatto io, mentre nell'intervista ha detto di aver frenato forte e di non poter più incrociare. Una situazione simile si era già verificata in passato e in quel caso era andate bene a lui. Abbiamo staccato forte entrambi, io ho allungato la frenata e siamo arrivati lunghi ma io sono rimasto in pista, non come Marc e Vinales".

"Credo che Valentino abbia sbagliato la valutazione. Se sei all'esterno, in quella situazione, non puoi allungare troppo la frenata perché decide sempre il pilota all'interno. Capisco la delusione, però io ho la mia gara e lui la sua".

L'ennesima vittoria stagionale di Marquez consente allo spagnolo di mettere una seria ipoteca sul mondiale. Andrea ha affermato come preferisca non guardare la classifica al momento ma piuttosto concentrarsi sul risolvere i problemi di consumo gomme che affliggono la Ducati.

"Non vivo male la vittoria di Marc, dobbiamo concentrarci su quello che non sta funzionando al momento. Fortunatamente sono piccoli dettagli e noi siamo sempre tra i più veloci. Sono concentrato su questo aspetto che sul campionato, non è bello guardare la classifica in questo momento".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Prossimo articolo MotoGP
Rins: "La Suzuki funziona molto bene, la vittoria arriverà presto"

Previous article

Rins: "La Suzuki funziona molto bene, la vittoria arriverà presto"

Next article

Rossi: "Con Lorenzo siamo stati fortunati! Il sorpasso di Dovi? Ci stava, ma non è stato intelligente"

Rossi: "Con Lorenzo siamo stati fortunati! Il sorpasso di Dovi? Ci stava, ma non è stato intelligente"

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Olanda
Sotto-evento Domenica, post-gara
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team Shop Now
Autore Marco Di Marco
Tipo di articolo Intervista