Dovizioso: "Bel risultato in Qualifica. Andavo forte dalle Libere 4"

Andrea Dovizioso ha centrato il quarto tempo assoluto nelle Qualifiche della MotoGP al Motorland di Aragon. Il forlivese è soddisfatto del suo giro e del suo passo, ma proverà a migliorare per giocarsi le prime posizioni domani.

Andrea Dovizioso ha tenuto alto il marchio della Ducati centrando un ottimo quarto tempo nelle Qualifiche del Gran premio d'Aragona.

Il forlivese, mai realmente a proprio agio al Motorland nell'arco della sua carriera in MotoGP, ha sfoderato un'ottima prestazione e, per pochi centesimi, non è riuscito a cogliere la prima fila.

Nonostante la piccola delusione arrivata nel finale della Q2, con Lorenzo che gli ha soffiato la prima fila, Andrea è più che positivo: "Il quarto posto nelle Qualifiche è un risultato che mi soddisfa assolutamente, perché dal turno 4 abbiamo iniziato ad andare forte".

"Abbiamo iniziato utilizzando una gomma usata nel corso della mattina e negli ultimi giri sono riuscito a migliorare il mio tempo siglando un 1'49"1. In quel momento era un crono veloce, se si esclude l'astronauta Marquez di questo fine settimana. Abbiamo fatto un bel passo avanti, sono contento".

Se nelle ultime uscite "Dovi" era mancato soprattutto il sabato, oggi è stato autore di un giro molto competitivo, che gli ha permesso di partire tra i primi quattro: "Nelle Qualifiche ho fatto un bel tempo, sono davvero contento. Era importante centrare la prima fila ma il quarto posto, dunque la seconda fila, questa volta va bene lo stesso. Abbiamo lavorato bene".

Il passo gara della Ducati numero 04 è già buono, ma domattina nel Warm Up Andrea e il suo team tenteranno di fare altre modifiche in vista della gara, per provare a giocarsela con i primi: "Ci manca ancora qualcosa, che dobbiamo sistemare, per poterci giocare le posizioni di vertice su una pista come Aragon, che per me è sempre stata molto difficile. Sono contento del lavoro fatto con la squadra".

"Con le Michelin si può andar forte anche abusando del grip, cosa che sino allo scorso anno era impensabile poter fare. Se 'spinnavi' troppo non riuscivi affatto a fare buoni tempi. Quest'anno molti piloti vanno forte in prova perché, potendo spinnare tanto, il tempo viene comunque, ma in gara nessuno potrà permetterselo. Quindi la gara dimostrerà ci lavora meglio. Dovremo lavorare bene con il controllo di trazione. La difficoltà è quella: andare forte facendo scivolare poco la gomma posteriore e consumarla poco".

"Molti piloti hanno un buon passo, o comunque molto simile. La gara sarà lunga e difficile. Il calo della gomma è importante dietro quindi bisognerà vedere chi sarà il pilota che riuscirà a gestirle meglio", ha concluso il forlivese della Ducati.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di Aragona
Circuito Motorland Aragon
Articolo di tipo Intervista