Dovizioso: “Arriviamo pronti, ma non dobbiamo fare errori"

Andrea Dovizioso è proiettato verso il Gran Premio d’Andalusia, seconda gara della stagione. Dopo il podio di domenica scorsa, è consapevole di poter far bene ed approfittare dell’assenza degli avversari.

Dovizioso: “Arriviamo pronti, ma non dobbiamo fare errori"

La prima gara della stagione MotoGP è stata archiviata e si riparte sempre da Jerez: la pista storicamente ostile ad Andrea Dovizioso si è rivelata domenica scorsa teatro della rivalsa ed il forlivese non vede l’ora di tornare in pista, forte del risultato del Gran Premio di Spagna.

Dovizioso ha finalmente rotto la ‘maledizione’, conquistando il suo primo podio sul tracciato andaluso in un fine settimana particolarmente complicato dal punto di vista tecnico e con ancora qualche problema fisico dovuto alla clavicola fratturata tre settimane fa e non pienamente recuperata. Il terzo posto di domenica è un segnale forte che Dovi ha inviato sia agli avversari sia alla stessa Ducati, con cui l’accordo di rinnovo stenta a decollare.

Complice anche la brutta caduta di Marquez negli ultimi giri, il pilota Ducati ha tagliato il traguardo in terza posizione, agguantando il podio al termine di una gara che sembrava essere tutt’altro che positiva. Scattava dalla settima casella e ha rimontato con grandi lotte per conquistare l’agognato podio e confermare che anche quest’anno può dire la sua. Da qui riparte per un nuovo weekend di gara, a cui si sta preparando fisicamente e mentalmente.

“Dopo un fine settimana di gara così intenso, ho approfittato di questi giorni per proseguire la mia riabilitazione post-intervento alla clavicola – afferma Dovizioso – Il risultato di domenica scorsa è stato decisamente buono, e siamo riusciti ad avere riscontri positivi dal primo Gran Premio dell’anno. Arriviamo alla seconda gara pronti e, soprattutto, conoscendo meglio gli aspetti che dovremo migliorare per ottenere maggiore velocità”.

Leggi anche:

L’esperienza di domenica scorsa sarà dunque cruciale per poter affrontare al meglio il weekend che sta per cominciare. Dovizioso sa anche di dover approfittare dell’assenza di Marc Marquez, il suo rivale più duro: “Sarà importante proseguire il lavoro in questo modo, continuando ad accumulare il massimo dei punti senza commettere errori. Le temperature saranno ancora una volta molto elevate e la gara sarà dura fisicamente. Ne approfitto per augurare a Marc, Alex e Cal una pronta guarigione. Spero di rivederli presto in pista”.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Andalusia live su DAZN. Attiva ora

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
1/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
2/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
3/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
4/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Terzo posto per Andrea Dovizioso, Ducati Team

Terzo posto per Andrea Dovizioso, Ducati Team
5/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
6/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
7/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
8/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
9/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
10/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
11/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
12/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
13/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
14/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
15/17

Foto di: MotoGP

Il vincitore della gara Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, secondo posto Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, terzo posto Andrea Dovizioso, Ducati Team

Il vincitore della gara Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, secondo posto Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, terzo posto Andrea Dovizioso, Ducati Team
16/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team

Andrea Dovizioso, Ducati Team
17/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Valentino: "Coi dati di domenica scorsa saremo più forti"

Articolo precedente

Valentino: "Coi dati di domenica scorsa saremo più forti"

Prossimo Articolo

Petrucci: “Ora sto bene, possiamo lottare per la top 5”

Petrucci: “Ora sto bene, possiamo lottare per la top 5”
Carica commenti
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

MotoGP
25 lug 2021
Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021