Dovizioso: "Abbiamo una buona base per tutte le prossime gare"

condivisioni
commenti
Dovizioso:
Redazione
Di: Redazione
30 mar 2016, 13:50

Dopo l'ottimo esordio della Desmosedici GP in occasione del GP del Qatar, in casa Ducati c'è grande ottimismo anche in vista della trasferta argentina. Iannone punta al riscatto dopo il ko anticipato di Losail.

Andrea Dovizioso, Ducati Team, Marc Marquez, Repsol Honda Team
Andrea Iannone, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Iannone, Ducati Team, Ducati
Andrea Iannone, Ducati Team, Ducati
Andrea Iannone, Ducati Team, Ducati
Andrea Iannone, Ducati Team, Ducati
Andrea Dovizioso, Ducati Team, Ducati

Archiviata la gara di apertura della stagione con l’ottimo secondo posto ottenuto da Andrea Dovizioso in Qatar, il Ducati Team è arrivato in Argentina dove domenica prossima si correrà la seconda tappa del Campionato Mondiale MotoGP sul circuito di Termas de Río Hondo, nella provincia di Santiago del Estero.

L'esordio in gara della nuova Desmosedici GP è stato sicuramente positivo, e nel corso del weekend a Losail i due piloti della squadra italiana, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, hanno dimostrato di poter lottare ad armi pari con gli altri top rider, sia in prova che in gara.

In terra argentina il miglior risultato di Dovizioso è stato ottenuto a Termas lo scorso anno, quando il pilota romagnolo è salito sul podio al secondo posto, mentre Iannone nel 2015 è stato il miglior pilota Ducati in qualifica, terzo, ed ha terminato il GP in quarta posizione.

"La pista di Termas è completamente diversa da quella di Losail, ma con le nostre prestazioni attuali credo che adesso abbiamo una buona base per tutte le prossime gare. Quest’anno è sempre un’incognita andare su una pista dove non abbiamo mai girato con le Michelin, ma dopo il Qatar sono consapevole che la Desmosedici GP ha già raggiunto un ottimo livello di competitività e quindi sono convinto che anche a Termas potremo lottare per le prime posizioni" ha detto Andrea Dovizioso.

"Sono ancora dispiaciuto per la gara del Qatar, perché ero molto veloce e avevo il ritmo giusto e il potenziale per poter conquistare un risultato importante. Adesso non vedo l’ora di correre in Argentina, sulla pista di Termas che ha delle caratteristiche molto differenti da Losail e dove mi aspetto una gara diversa. E’ un circuito molto bello, e ci arriviamo con un grande ottimismo: è così che dobbiamo lavorare quest’anno per cercare di essere sempre competitivi" ha aggiunto Andrea Iannone.

Prossimo articolo MotoGP
Crutchlow: "Mi sento il Fernando Alonso della MotoGP"

Previous article

Crutchlow: "Mi sento il Fernando Alonso della MotoGP"

Next article

Lorenzo: "Nel 2015 ho faticato in Argentina. Ora voglio provare a vincere"

Lorenzo: "Nel 2015 ho faticato in Argentina. Ora voglio provare a vincere"