Dovi: "Il mio stile di guida pessimo per Brno, ma mi 'violento' per migliorare"

Andrea Dovizioso è stato autore di una buona prima giornata di prove libere sul tracciato ceco di Brno. Il suo passo gara non è distante dalle Yamaha, ma domani potrà migliorare ulteriormente la moto e il suo stile di guida.

Andrea Dovizioso è stato tra i più veloci anche nella seconda e ultima sessione di prove libere odierna della MotoGP sul tracciato di Brno, eppure il centauro del team Ducati ufficiale è certo di poter migliorare molto sin dalla prossima sessione, prevista per domani mattina.

"Stamattina non siamo partiti nel migliore dei modi. Per me è abbastanza uno shock Brno, perché per quanto mi riguarda è una pista difficile, poi anche le condizioni non sono fantastiche: ci sono tante buche come l'anno scorso e diciamo che per le caratteristiche del mio stile di guida non è facile andare forte qui, ma era importante migliorare nel pomeriggio e lo abbiamo fatto".

"Siamo andati più forte ma non basta ancora. Ci vuole più fluidità perché credo sia il modo giusto per andare più forte qui. Abbiamo però migliorato la moto e io ho differenziato lo stile di guida. C'è margine e domani mi concentrerò su questo e le gomme si stanno comportando bene, abbiamo un buon grip e domani proveremo a migliorare".

Nonostante la Desmosedici GP, così come lo stesso pilota, possano ancora migliorare molto, Dovizioso è soddisfatto per quanto riguarda il passo gara. Il suo non è molto distante da quello delle Yamaha e domani il gap potrà essere ridotto.

"Non siamo molto lontani dai primi. Ma se non ci fosse stata la gara dell'Austria saremmo nella medesima situazione in cui ci trovavamo prima. Non faremo la gara dell'Austria, abbiamo limiti e non siamo a posto, ma siamo abbastanza in linea con il passo dei migliori. C'è da capire quanto margine abbiamo noi e chi potrà andare più forte di oggi. Qualcuno c'è. Non mi sorprendono i punti dove non siamo veloci come gli altri. L'Austria era una situazione diversa per effetto della conformazione della pista".

"DesmoDovi" ha poi spiegato il motivo per cui Brno è una delle piste in cui, storicamente, fatica di più. Il suo stile di guida è l'esatto opposto di quello che serve per andare forte sul layout ceco, eppure il forlivese della Ducati non ha intenzione di correre in difesa: "Il mio modo di andare forte è frenare forte, rallentare abbastanza a centro curva e poi far girare la moto, qui ci sono le curve lunghe e bisogna avere velocità a centro curva. Di conseuenza questo non mi fa essere veloce. Ci devo lavorare. Devo violentarmi nel cambiare approccio alle curve per tirare fuori il massimo dalla moto".

"Per migliorare la moto qui non basta migliorare l'assorbimento della moto, ma anche il modo di affrontare le curve e altre cose. Se non si assorbono bene le buche fa sicuramente andare più piano, ma non basta certo modificare la morbidezza della forcella posteriore. Bisogna lavorare un po' su tutti gli aspetti della moto".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP della Repubblica Ceca
Circuito Brno
Piloti Andrea Dovizioso
Team Ducati Team
Articolo di tipo Intervista