Dall'Igna: "Entro Mugello avremo la risposta definitiva di Dovizioso"

condivisioni
commenti
Dall'Igna: "Entro Mugello avremo la risposta definitiva di Dovizioso"
Di:
13 mag 2018, 07:30

Il direttore generale di Ducati Corse lancia una sorta di ultimatum al forlivese e smentisce anche le voci legate ad un possibile ritorno di Iannone: "Al momento il nostro focus è trovare un accordo con Dovizioso".

Andrea Dovizioso, Ducati Team
Gigi Dall'Igna, General Manager Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Gigi Dall'Igna, General Manager Ducati Team
Marc Marquez, Repsol Honda Team, Jorge Lorenzo, Ducati Team, Andrea Dovizioso, Ducati Team, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team, dopo la caduta
Jorge Lorenzo, Ducati Team
Jorge Lorenzo, Ducati Team

Ieri Gigi Dall'Igna era ad Imola per toccare con mano le prestazioni della Ducati nel Mondiale Superbike, ma inevitabilmente il direttore generale del reparto corse della Rossa è stato bersagliato di domande legate alla MotoGP, visto che a Borgo Panigale stanno vivendo un momento molto delicato.

Se fino ad un paio di mesi fa il rinnovo di Andrea Dovizioso appariva quasi come un qualcosa di scontato, nelle ultime settimane la trattativa sembra essersi arenata con le due parti che non riescono a trovare un punto d'incontro.

Certamente per la Ducati perdere il condottiero che lo scorso anno l'ha portata ad un passo dal Mondiale sarebbe un duro colpo, ma nelle prossime settimane avremo un esito positivo sull'esito della trattativa. Dall'Igna infatti ha spiegato di aspettarsi una risposta da "Desmodovi" entro il Mugello.

"Dobbiamo risolvere questo problema il prima possibile, non è una negoziazione facile e ci vuole tempo. Sicuramente entro il Mugello avremo la risposta definitiva" ha detto Dall'Igna.

Continuando a parlare di mercato, gli è stato chiesto anche del futuro di Jorge Lorenzo e delle voci legate ad un possibile ritorno in Rosso di Andrea Iannone. Anche in questo caso però ha ribadito che la priorità è riuscire a raggiungere un accordo con Dovizioso.

Sul presunto ritorno del pilota di Vasto è stato categorico: "No. Al momento il nostro focus è trovare un accordo con Dovizioso. Dopo questo inizieremo a pensare agli altri piloti".

Parlando di Lorenzo, non ha avuto problemi ad ammettere che le cose non stanno andando come avrebbero sperato entrambe le parti: "Non sono contento, Lorenzo non è contento, i ducatisti non sono contenti. Questa è la realtà delle cose. Dobbiamo provare a migliorare le performance del 99 con la Ducati... Questo è sicuramente uno dei nostri obiettivi".

Per questo nei test di questa settimana ha avuto a disposizione un nuovo telaio. Anche se in realtà Dall'Igna ha spiegato che si trattava di un telaio nuovo solo per il maiorchino, perché è quello che Dovizioso sta utilizzando dall'inizio della stagione.

"Onestamente non era un telaio realmente nuovo. E' lo stesso telaio che Dovizioso sta usando dall'inizio del campionato. Lo avevamo testato con Dovi durante i test invernali e poi l'ha usato fin dall’inizio della stagione. Le differenze tra i due telai utilizzati finora non sono così grandi e abbiamo deciso di non farlo usare a Lorenzo fino a che non fosse stato in una posizione per valutare correttamente questo nuovo telaio e dopo Jerez abbiamo pensato che fosse il momento di farglielo testare".

"Per questo lo abbiamo provato anche con lui al Mugello. Ma non è un qualcosa di completamente differente, abbiamo alcune cose in mente e testeremo altre cose nuove con Michele nei prossimi mesi ma tutto dipende dai risultati".

Il tecnico italiano ha anche spezzato una lancia a favore di Jorge, quando la sua avventura in Ducati è stata confrontata con quella disastrosa di Valentino Rossi.

"Onestamente Lorenzo ha avuto rispultati migliori e qualche volta ha avuto la possibilità di vincere (Malesia, Jerez) ed era molto veloce. Non sono contento dei risultati, ma sono stato colpito a volte di quanto Lorenzo fosse veloce con la nostra moto. La realtà è che passare dalla Honda alla Ducati e viceversa è più facile rispetto al passaggio dalla Yamaha. Il 'concept' della moto è completamente diverso, lo stile di guida richiesto è diverso e non è facile".

Alle porte c'è il GP di Francia, che si disputerà la settimana prossima a Le Mans, ma Dall'Igna non si sbilancia sulle chance di fare bene dei ducatisti: "Non voglio dire niente in anticipo... sono piuttosto scaramantico".

Prossimo Articolo
La pioggia frena i test di MotoGP al Mugello, ma non Marquez

Articolo precedente

La pioggia frena i test di MotoGP al Mugello, ma non Marquez

Prossimo Articolo

MotoGP 2018: ecco gli orari TV di Sky e TV8 del GP di Francia

MotoGP 2018: ecco gli orari TV di Sky e TV8 del GP di Francia
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie