Crutchlow: "Con un braccio così molti non correrebbero"

Cal Crutchlow ha spiegato i problemi al braccio che continuano a tormentarlo e si è detto preoccupato di dover affrontare sei gare di fila per il finale di stagione.

Crutchlow: "Con un braccio così molti non correrebbero"

Crutchlow ha subito un'operazione all’avambraccio destro dopo il Gran Premio di Stiria di agosto ed è stato costretto a saltare i due round di Misano a causa delle complicazioni dell'intervento. Continuando a lottare contro il gonfiore al braccio, Crutchlow ha corso fino al 10° posto nel GP di Catalunya, ma i problemi non sono migliorati nei 10 giorni successivi.

“Ho passato 10 giorni a casa e 10 giorni in ospedale a vedere chirurghi, effettuare risonanze magnetiche e così via. Il mio braccio non è in una grande situazione al momento, onestamente parlando”

“È uno dei motivi per cui non ho girato nei test di Portimao. Voglio preservare il braccio. Quindi, ancora una volta correrò questo fine settimana e poi andrò a trovare il dottor Mir e mi consulterò con lui su quale sia l'opzione migliore da fare perché il braccio è molto gonfio ed il muscolo flessore è molto, molto duro per qualche motivo”.

“La pelle è completamente attaccata al muscolo e ai tendini e non riusciamo a toglierla. Qualunque cosa proviamo, non si può togliere. Fisioterapia, massaggi, si può fare quello che si vuole, ma è come una super colla. Quindi, come potete immaginare, non ci sono fasce. Il tessuto cicatriziale normalmente si attaccherebbe alla fascia, ma non ci sono fasce, quindi si attacca al muscolo”.

Crutchlow non si è detto preoccupato per il suo braccio "a lungo termine", ma vuole essere prudente nel gestirlo per le prossime sei gare in sette settimane, quando la stagione del MotoGP volgerà al termine.

“Non so se dovrò saltare qualche gara, ma credo che la maggior parte delle persone non sarebbe in grado di guidare, o comunque neanche vorrebbe farlo. Questa, però, non è una cosa di cui andare fieri. Non vorrei trovarmi in questa situazione”.

“Io continuerò a fare il mio lavoro perché lo amo e voglio essere in pista. La cosa positiva è che questa problematica non crea pericoli per gli altri piloti sul tracciato, ma è una preoccupazione mia per quel che riguarda il mio braccio”.

“Non guarirà nelle prossime settimane, non c'è dubbio. Non sono preoccupato per il braccio a lungo termine. Penso che il braccio si sistemerà una volta che avrò risolto il problema, anche se non sappiamo di cosa si tratti al momento”.

“Tuttavia credo che se continuerò a correre l'anno prossimo, e se potrò riposarmi durante l’inverno, il braccio tornerà pienamente operativo. La preoccupazione attuale è per queste sei gare di fila che saranno difficili da affrontare”.

condivisioni
commenti
Simulazione MotoGP: a Le Mans rischio graining
Articolo precedente

Simulazione MotoGP: a Le Mans rischio graining

Prossimo Articolo

MotoGP, Le Mans, Libere 1: il bagnato esalta Smith e Aprilia

MotoGP, Le Mans, Libere 1: il bagnato esalta Smith e Aprilia
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021