Crutchlow vede Miller campione entro tre anni: "Ma deve vivere concentrato al 100% su questo obiettivo"

condivisioni
commenti
Crutchlow vede Miller campione entro tre anni:
Germán Garcia Casanova
Di: Germán Garcia Casanova
13 set 2018, 09:06

A Misano Cal Crutchlow ha parlato in maniera lusinghiera di Jack Miller, che ha stupito tutti con il secondo tempo nelle qualifiche di sabato.

Jack Miller, Pramac Racing
Jack Miller, Pramac Racing
Il terzo classificato Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Podio: il terzo classificato Cal Crutchlow, Team LCR Honda
Jack Miller, Pramac Racing
Cal Crutchlow, Team LCR Honda

L'inglese crede che Miller abbia più talento di ogni altro pilota presente sulla griglia della MotoGP, ma che per essere campione del mondo dovrà riuscire a concentrarsi completamente su questo obiettivo.

Miller ha preso la scia di Jorge Lorenzo nella Q2 del GP di San Marino, riuscendo a chiudere un giro quasi perfetto con il secondo tempo, che gli è valso un posto sulla prima fila di Misano.

Un risultato che però non lo ha aiutato molto, perché ha perso un paio di posizioni nei primi due giri e poi è caduto nel corso del terzo. "Jackass" ha comunque rialzato la sua moto e proseguito la corsa, piazzandosi però solo 18esimo, proprio dietro al poleman Lorenzo, a sua volta finito ruote all'aria a due giri dal termine, quando occupava la seconda piazza.

Sabato, quando gli è stato chiesto del secondo tempo di Miller, Crutchlow ha detto: "Non lo vedo sul podio, però sta andando forte" ha detto Cal, che il prossimo mese compirà 33 anni.

Da qui, il pilota della Honda LCR ha fatto un'interessante riflessione sul collega della Ducati Pramac, che a soli 23 anni sta già affrontando la sua quarta stagione nella classe regina, nella quale è approdato direttamente dalla Moto3, saltando il passaggio intermedio dalla Moto2.

"E' un buon pilota. L'ho detto in altre occasioni, penso che Jack possa vincere il Mondiale entre tre anni se è abbastanza intelligente e fa le cose giuste" ha detto Crutchlow. "Ha il talento giusto in sella ad una moto. Non credo che nel campionato ci siano altri piloti con tanto talento".

Detto questo, Cal ha iniziato a ragionare sulle ragioni che potrebbero impedire la realizzazione della sua previsione.

"Per essere un campione però devi vivere la sua tua vita concentrata al 100% sul raggiungimento di questo obiettivo. A volte focalizzi la tua vita sul weekend di gara, ma non so se è quello che serve per vincere un titolo Mondiale, chi lo sa?" ha detto.

"Non so come andrà, però credo che sia in grado di fare un buon lavoro. Domenica è sempre più difficile che nelle prove, ma a Le Mans, per esempio, ha fatto una gara fantastica".

"Jack sa come si deve guidare una moto, non è stupido. Ora è di nuovo in buona forma dopo alcune gare in cui non ha brillato troppo, ma ha una buona moto e questa è una delle chiavi" ha concluso il pilota di Coventry.

Prossimo Articolo
Ponsson: "Se i giornalisti pensano che sia così facile, perché non salgono in moto"

Articolo precedente

Ponsson: "Se i giornalisti pensano che sia così facile, perché non salgono in moto"

Prossimo Articolo

L'avventura in MotoGP di Ponsson è già finita: Avintia annuncia Jordi Torres per Aragon

L'avventura in MotoGP di Ponsson è già finita: Avintia annuncia Jordi Torres per Aragon
Carica commenti