Crutchlow: “Quando inizierà la stagione parlerò con altri team”

Cal Crutchlow, che lo scorso anno ha dichiarato di pensare al ritiro, ora afferma di essere determinato a proseguire e non scarta di farlo con un altro costruttore diverso da Honda.

Crutchlow: “Quando inizierà la stagione parlerò con altri team”

Cal Crutchlow ha disputato nove stagioni in MotoGP, le ultime cinque con una Honda del team LCR, con cui ha conquistato tre vittorie, le uniche che figurano nel suo palmarès. Dopo una terribile caduta al Gran Premio di Australia del 2018, il 34enne britannico ha saltato le ultime tre gare della stagione e questi fastidi lo hanno condizionato per gran parte del 2019. Lo scorso anno infatti ha raccolto solamente tre podi e non è riuscito a vincere una gara, mentre Marc Marquez ha vinto il titolo in maniera schiacciante con la stessa moto.

Crutchlow corre con il team LCR, satellite di HRC, ma lo fa con materiale ufficiale e sotto contratto di Honda. Questo fa di lui un pilota della casa alata fino alla fine del 2020, quando scadrà l’accordo che ha siglato. Il pilota inglese, sposato e con una bambina, ha ammesso lo scorso anno che non ricordava di aver trascorso un fine settimana di gara senza dolore ed è arrivato ad ammettere che tra i suoi pensieri c’era il ritiro, anche se successivamente ha scartato questa ipotesi.

“Lo scorso anno ho detto che il 2020 poteva essere la mia ultima stagione da pilota – ha dichiarato Crutchlow in un video per la pagina ufficiale del campionato – ma la mia motivazione alla fine del 2019 è stata più forte che mai ed oggi non è cambiato nulla. Quindi non vedo nessun motivo per cui io non debba continuare a correre in MotoGP il prossimo anno”.

Leggi anche:

La sospensione momentanea della stagione dovuta alla crisi globale del COVID-19 ha lasciato in sospeso ogni negoziazione delle Case con i propri piloti. Honda ha chiuso le trattative di rinnovo con Marc Marquez poco prima della crisi, blindandolo per altre quattro stagioni. Ora bisognerà vedere come si evolve la situazione per capire come sarà il futuro dei piloti la cui scadenza di contratto coincide con la fine del 2020.  

Il britannico lascia intendere che non chiude porte in vista del prossimo anno: “Sono in una situazione simile a quella dell’80% dei piloti del paddock, ma al momento non stiamo correndo. Quando torneremo a correre, arriverà il momento di parlare con i costruttori ed in particolare con Honda. Sono contento della mia squadra, ha fatto un lavoro fantastico negli ultimi anni. Ma ovviamente parlerò anche con altri team e costruttori nei prossimi mesi, quando potremo ricominciare la stagione. Vedremo come va”.

“Questo non significa che continuo a correre o che mi fermo. Però penso di avere ancora molto da dare in MotoGP e posso ancora essere competitivo. Il mio anno migliore deve ancora arrivare”.

I piloti MotoGP con più cadute nella stagione 2019

Johann Zarco, Red Bull KTM Factory Racing/LCR Honda - 17 cadute

Johann Zarco, Red Bull KTM Factory Racing/LCR Honda - 17 cadute
1/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing - 15 cadute

Jack Miller, Pramac Racing - 15 cadute
2/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing - 14 cadute

Francesco Bagnaia, Pramac Racing - 14 cadute
3/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team - 14 cadute

Marc Marquez, Repsol Honda Team - 14 cadute
4/27

Foto di: MotoGP

Karel Abraham, Avintia Racing - 12 cadute

Karel Abraham, Avintia Racing - 12 cadute
5/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda - 12 cadute

Cal Crutchlow, Team LCR Honda - 12 cadute
6/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP - 12 cadute

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP - 12 cadute
7/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini - 10 cadute

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini - 10 cadute
8/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini - 10 cadute

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini - 10 cadute
9/27

Foto di: Srinivasa Krishnan

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 - 9 cadute

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 - 9 cadute
10/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team - 9 cadute

Danilo Petrucci, Ducati Team - 9 cadute
11/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT - 8 cadute

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT - 8 cadute
12/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tito Rabat, Avintia Racing - 8 cadute

Tito Rabat, Avintia Racing - 8 cadute
13/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP - 8 cadute

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP - 8 cadute
14/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing - 8 cadute

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing - 8 cadute
15/27

Foto di: Miquel Liso

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing - 8 cadute

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing - 8 cadute
16/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team - 7 cadute

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team - 7 cadute
17/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda - 7 cadute

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda - 7 cadute
18/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Hafizh Syahrin, Red Bull KTM Tech 3 - 7 cadute

Hafizh Syahrin, Red Bull KTM Tech 3 - 7 cadute
19/27

Foto di: Photo Ciabatti

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT - 6 cadute

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT - 6 cadute
20/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing - 6 cadute

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing - 6 cadute
21/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team - 4 cadute

Andrea Dovizioso, Ducati Team - 4 cadute
22/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini - 4 cadute (wildcard)

Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini - 4 cadute (wildcard)
23/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing - 2 cadute (wildcard)

Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing - 2 cadute (wildcard)
24/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Sylvain Guintoli, Team Suzuki MotoGP - 1 caduta (wildcard)

Sylvain Guintoli, Team Suzuki MotoGP - 1 caduta (wildcard)
25/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3 - 1 caduta

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3 - 1 caduta
26/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Michelle Pirro, Ducati Team - 1 caduta (wildcard)

Michelle Pirro, Ducati Team - 1 caduta (wildcard)
27/27

Foto di: Motogp.com

condivisioni
commenti
Rivola: "Correre nel 2021 con la moto del 2020 non è una pazzia"

Articolo precedente

Rivola: "Correre nel 2021 con la moto del 2020 non è una pazzia"

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Rossi? L'età è solo un numero"

Lorenzo: "Rossi? L'età è solo un numero"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Autore Germán Garcia Casanova
Pagelle MotoGP: Miller perfetto, Mir cambia moto senza moto Prime

Pagelle MotoGP: Miller perfetto, Mir cambia moto senza moto

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Francia di MotoGP. Sulla pista di Le Mans, abbiamo assistito alla seconda vittoria in stagione di Jack Miller, praticamente perfetto sulla sua Ducati ufficiale. Di rimando, il campione del mondo in carica, Joan Mir, è protagonista di una situazione kafkiana...

Lap Chart MotoGP: la clamorosa rimonta di Bagnaia Le Mans Prime

Lap Chart MotoGP: la clamorosa rimonta di Bagnaia Le Mans

Il Gran Premio di Francia di MotoGP è stato uno degli eventi più carichi di colpi di scena della storia recente del motomondiale. Andiamo a ripercorrerlo nel dettaglio grazie alla nostra animazione grafica

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Francia Prime

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire insieme la griglia di partenza del Gran premio di Francia di MotoGP, quinta prova del campionato 2021

MotoGP
16 mag 2021
MotoGP: come si affronta il GP di Francia Prime

MotoGP: come si affronta il GP di Francia

La MotoGP si appresta a vivere il suo quinto fine settimana di gare del 2021. La pista di Le Mans ospita il Gran Premio di Francia: andiamo a scoprirne segreti e curiosità in questo nostro giro di pista virtuale

MotoGP
14 mag 2021
Ceccarelli: “Arriva anche la telemetria per i piloti” Prime

Ceccarelli: “Arriva anche la telemetria per i piloti”

Torna l'appuntamento con la rubrica del mercoledì firmata Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano di come la ricerca medica si sia evoluta per andare ad assistere i piloti nelle fasi di guida, recependo dati telemetrici utili al fine di migliorare le performance

MotoGP
12 mag 2021
MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte Prime

MotoGP: scatta l'allarme sicurezza per le velocità troppo alte

I paurosi incidenti visti a Jerez hanno fatto scattare l'allarme tra i piloti per le velocità elevate raggiunte dalle MotoGP, ma convincere i costruttori a fare un passo indietro sembra davvero difficile.

MotoGP
7 mag 2021
Rossi: quanto è amaro dirsi addio Prime

Rossi: quanto è amaro dirsi addio

Valentino Rossi sta attraversando il più difficile avvio di stagione della carriera. Appena quattro punti in altrettante gare. Lontano dalla top15, il Dottore rischia di vivere una lenta stagione da incubo in attesa di ufficializzare una decisione che, onestamente, sarebbe stato bene intraprendere anni fa

MotoGP
5 mag 2021
Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo" Prime

Ceccarelli: "Un allarme per la MotoGP il guaio di Quartararo"

Franco Nugnes, in compagnia del Dottor Ceccarelli, affronta il tema dell'ennesimo caso di sindrome compartimentale in MotoGP. Fabio Quartararo si è dovuto arrendere al dolore durante il GP di Spagna: classe regina in allarme?

MotoGP
5 mag 2021