Crutchlow: “Quando inizierà la stagione parlerò con altri team”

Cal Crutchlow, che lo scorso anno ha dichiarato di pensare al ritiro, ora afferma di essere determinato a proseguire e non scarta di farlo con un altro costruttore diverso da Honda.

Crutchlow: “Quando inizierà la stagione parlerò con altri team”

Cal Crutchlow ha disputato nove stagioni in MotoGP, le ultime cinque con una Honda del team LCR, con cui ha conquistato tre vittorie, le uniche che figurano nel suo palmarès. Dopo una terribile caduta al Gran Premio di Australia del 2018, il 34enne britannico ha saltato le ultime tre gare della stagione e questi fastidi lo hanno condizionato per gran parte del 2019. Lo scorso anno infatti ha raccolto solamente tre podi e non è riuscito a vincere una gara, mentre Marc Marquez ha vinto il titolo in maniera schiacciante con la stessa moto.

Crutchlow corre con il team LCR, satellite di HRC, ma lo fa con materiale ufficiale e sotto contratto di Honda. Questo fa di lui un pilota della casa alata fino alla fine del 2020, quando scadrà l’accordo che ha siglato. Il pilota inglese, sposato e con una bambina, ha ammesso lo scorso anno che non ricordava di aver trascorso un fine settimana di gara senza dolore ed è arrivato ad ammettere che tra i suoi pensieri c’era il ritiro, anche se successivamente ha scartato questa ipotesi.

“Lo scorso anno ho detto che il 2020 poteva essere la mia ultima stagione da pilota – ha dichiarato Crutchlow in un video per la pagina ufficiale del campionato – ma la mia motivazione alla fine del 2019 è stata più forte che mai ed oggi non è cambiato nulla. Quindi non vedo nessun motivo per cui io non debba continuare a correre in MotoGP il prossimo anno”.

Leggi anche:

La sospensione momentanea della stagione dovuta alla crisi globale del COVID-19 ha lasciato in sospeso ogni negoziazione delle Case con i propri piloti. Honda ha chiuso le trattative di rinnovo con Marc Marquez poco prima della crisi, blindandolo per altre quattro stagioni. Ora bisognerà vedere come si evolve la situazione per capire come sarà il futuro dei piloti la cui scadenza di contratto coincide con la fine del 2020.  

Il britannico lascia intendere che non chiude porte in vista del prossimo anno: “Sono in una situazione simile a quella dell’80% dei piloti del paddock, ma al momento non stiamo correndo. Quando torneremo a correre, arriverà il momento di parlare con i costruttori ed in particolare con Honda. Sono contento della mia squadra, ha fatto un lavoro fantastico negli ultimi anni. Ma ovviamente parlerò anche con altri team e costruttori nei prossimi mesi, quando potremo ricominciare la stagione. Vedremo come va”.

“Questo non significa che continuo a correre o che mi fermo. Però penso di avere ancora molto da dare in MotoGP e posso ancora essere competitivo. Il mio anno migliore deve ancora arrivare”.

I piloti MotoGP con più cadute nella stagione 2019

Johann Zarco, Red Bull KTM Factory Racing/LCR Honda - 17 cadute
Johann Zarco, Red Bull KTM Factory Racing/LCR Honda - 17 cadute
1/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jack Miller, Pramac Racing - 15 cadute
Jack Miller, Pramac Racing - 15 cadute
2/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing - 14 cadute
Francesco Bagnaia, Pramac Racing - 14 cadute
3/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Marquez, Repsol Honda Team - 14 cadute
Marc Marquez, Repsol Honda Team - 14 cadute
4/27

Foto di: MotoGP

Karel Abraham, Avintia Racing - 12 cadute
Karel Abraham, Avintia Racing - 12 cadute
5/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda - 12 cadute
Cal Crutchlow, Team LCR Honda - 12 cadute
6/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP - 12 cadute
Joan Mir, Team Suzuki MotoGP - 12 cadute
7/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini - 10 cadute
Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini - 10 cadute
8/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini - 10 cadute
Andrea Iannone, Aprilia Racing Team Gresini - 10 cadute
9/27

Foto di: Srinivasa Krishnan

Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 - 9 cadute
Miguel Oliveira, Red Bull KTM Tech 3 - 9 cadute
10/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Danilo Petrucci, Ducati Team - 9 cadute
Danilo Petrucci, Ducati Team - 9 cadute
11/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT - 8 cadute
Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT - 8 cadute
12/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tito Rabat, Avintia Racing - 8 cadute
Tito Rabat, Avintia Racing - 8 cadute
13/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Rins, Team Suzuki MotoGP - 8 cadute
Alex Rins, Team Suzuki MotoGP - 8 cadute
14/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing - 8 cadute
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing - 8 cadute
15/27

Foto di: Miquel Liso

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing - 8 cadute
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing - 8 cadute
16/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team - 7 cadute
Jorge Lorenzo, Repsol Honda Team - 7 cadute
17/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Takaaki Nakagami, Team LCR Honda - 7 cadute
Takaaki Nakagami, Team LCR Honda - 7 cadute
18/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Hafizh Syahrin, Red Bull KTM Tech 3 - 7 cadute
Hafizh Syahrin, Red Bull KTM Tech 3 - 7 cadute
19/27

Foto di: Photo Ciabatti

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT - 6 cadute
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT - 6 cadute
20/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing - 6 cadute
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing - 6 cadute
21/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Andrea Dovizioso, Ducati Team - 4 cadute
Andrea Dovizioso, Ducati Team - 4 cadute
22/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini - 4 cadute (wildcard)
Bradley Smith, Aprilia Racing Team Gresini - 4 cadute (wildcard)
23/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing - 2 cadute (wildcard)
Mika Kallio, Red Bull KTM Factory Racing - 2 cadute (wildcard)
24/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Sylvain Guintoli, Team Suzuki MotoGP - 1 caduta (wildcard)
Sylvain Guintoli, Team Suzuki MotoGP - 1 caduta (wildcard)
25/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3 - 1 caduta
Iker Lecuona, Red Bull KTM Tech 3 - 1 caduta
26/27

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Michelle Pirro, Ducati Team - 1 caduta (wildcard)
Michelle Pirro, Ducati Team - 1 caduta (wildcard)
27/27

Foto di: Motogp.com

condivisioni
commenti
Rivola: "Correre nel 2021 con la moto del 2020 non è una pazzia"
Articolo precedente

Rivola: "Correre nel 2021 con la moto del 2020 non è una pazzia"

Prossimo Articolo

Lorenzo: "Rossi? L'età è solo un numero"

Lorenzo: "Rossi? L'età è solo un numero"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021