MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

Crutchlow per ora accantona l'idea del ritiro a fine 2020

condivisioni
commenti
Crutchlow per ora accantona l'idea del ritiro a fine 2020
Di:
15 ott 2019, 14:23

Cal Crutchlow ha detto che il suo recente crollo prestazionale in MotoGP lo rende meno propenso all'idea di ritirarsi alla fine del 2020, perché ora è desideroso di dimostrare di essere ancora veloce.

Il pilota della Honda LCR ha vissuto una stagione con alti e bassi in sella alla RC213V 2019 ed ha fatto particolarmente fatica nei recenti weekend di Misano e Buriram.

Se fino a qualche settimana fa aveva parlato apertamente della possibilità che il suo contratto attuale sia anche l'ultimo in MotoGP, ora insiste sul fatto che le ultime prestazioni deludenti potrebbero motivarlo a continuare anche oltre il 2020.

"Ora penso esattamente il contrario. Voglio continuare perché voglio dimostrare di essere veloce e di essere ancora in grado di vincere" ha detto il britannico a Buriram. "Forse non in questo momento, quindi devo prolungare".

"Se sono contento di ciò che ho realizzato ed ho la velocità, allora mi fermerò. In caso contrario, forse dovrò dimostrare che posso farlo di nuovo".

"Comunque non smetterò quest'anno, ho ancora l'anno prossimo. Ma sto già pensando più a quello che saremmo in grado di portare il prossimo anno che a quello che possiamo fare quest'anno, per essere onesti".

Crutchlow aveva precedentemente ammesso di aver già parlato di un nuovo accordo con la Honda. Se da una parte è consapevole di dover decidere il suo futuro all'inizio del 2020, è convinto anche che LCR ed Honda sono pronti a tenerlo a bordo il più a lungo possibile.

Quando gli è stato domandato se prenderebbe in considerazione anche altre opzioni per il 2021, però, ha aggiunto: "Se continuerò, ho intenzione di farlo con la Honda".

E qui però ha ribadito che per la Honda la priorità per l'anno prossimo dovrebbe essere quella di realizzare una moto più facile da guidare.

"La moto è così dura e fisica da guidare, non potete neanche immaginare. Jorge (Lorenzo) l'ha detto immmediatamente e io ero d'accordo con lui in quel momento e lo sono ancora adesso".

"L'anno scorso eravamo in grado di frenare più profondo e di mantenere la velocità in curva. Ora invece possiamo andare ancora più profondo in frenata, ma perdiamo la velocità in curva".

In ogni caso, Cal ha lasciato intendere di essere ottimista riguardo alla RC213V del prossimo anno, dopo averne avuto un primo assaggio nei test di Misano e di Brno.

Quando gli è stato domandato se crede che sarà affrontato anche il tema della fisicità della moto, ha detto: "Penso che il pacchetto più completo si vedrà alla fine dell'anno. Solo allora ne capiremo di più".

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Prossimo Articolo
Quartararo esclusivo: "La moto è un divertimento, non un lavoro"

Articolo precedente

Quartararo esclusivo: "La moto è un divertimento, non un lavoro"

Prossimo Articolo

Ora è ufficiale: Zarco riparte dalla Honda LCR a Phillip Island

Ora è ufficiale: Zarco riparte dalla Honda LCR a Phillip Island
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Cal Crutchlow Acquista adesso
Team Team LCR
Autore Valentin Khorounzhiy