Crutchlow: "Mi sento il Fernando Alonso della MotoGP"

Il concetto espresso dal britannico della Honda LCR è semplice: come lo spagnolo della McLaren-Honda in Formula 1, ritiene di aver sembra cambiato squadra nel momento sbagliato, anche se non ha rimpianti.

Cal Crutchlow ci ha da sempre abituati ad essere un pilota senza peli sulla lingua e bisogna dire che anche le recenti dichiarazioni che ha rilasciato a MotoGP.com sembrano andare in questa direzione. Il portacolori della Honda LCR si è infatti paragonato a Fernando Alonso, spiegando che come il pilota della McLaren-Honda in Formula 1 ha la caratteristica di finire quasi sempre per cambiare squadra nel momento sbagliato.

Dalla Yamaha Tech 3, con la quale era stato in alcune occasioni in grado di battagliare per il podio, è passato alla Ducati, vivendo probabilmente la parentesi più complicata della sua avventura in MotoGP. Questo lo aveva portato a fare carte false per lasciare Borgo Panigale ed approdare alla corte di Lucio Cecchinello. Il tutto però mentre la Desmosedici iniziava a risalire la china in maniera concreta.

"Nel corso degli anni mi sembra di essere cresciuto, però è anche vero che ho fatto un po' come se fossi il Fernando Alonso della MotoGP, cambiando costruttore sempre nel momento sbagliato" ha spiegato l'ex campione del mondo della Supersport.

"Non mi pento delle mie decisioni, perché quando le ho prese erano in linea con quanto pensavo in quel momento. A volte si guarda al passato e con il senno di poi si pensa a come sarebbero potute andare le cose in sella ad un'altra moto. Ma adesso devo pensare a quello che ho ed è bello essere in LCR per il secondo anno consecutivo" ha concluso Cal.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Argentina
Circuito Autodromo Termas de Rio Hondo
Piloti Cal Crutchlow
Team Team LCR
Articolo di tipo Ultime notizie