Clamoroso: Yamaha appieda Vinales per il GP d'Austria!

La Casa di Iwata ha annunciato di aver ritirato l'iscrizione del pilota spagnolo, accusandolo in maniera davvero pesante di aver corso per danneggiare deliberatamente la sua moto nella scorsa gara al Red Bull Ring. Per ora si parla della sospensione per un solo GP, ma la vicenda rischia di avere strascichi importanti...

Clamoroso: Yamaha appieda Vinales per il GP d'Austria!
Carica lettore audio

Che stessero volando gli stracci ormai era abbastanza evidente e basta andare a vedere le dichiarazioni di Maverick Vinales al termine del Gran Premio di Stiria di domenica scorsa, ma che la Yamaha arrivasse addirittura ad appiedarlo per il Gran Premio d'Austria non era prevedibile.

"Io, con la squadra, con i miei meccanici, sto benissimo. Un'altra cosa è con i capi della Yamaha", aveva detto Maverick con un attacco abbastanza diretto, avvenuto dopo che la sua moto era rimasta ferma sulla griglia di partenza prima della ripartenza, obbligandolo a prendere il via dalla pitlane e rovinando completamente la sua corsa.

Il tutto dopo che lo spagnolo aveva deciso di interrompere il suo rapporto con la Yamaha con un anno d'anticipo rispetto alla scadenza del contratto, all'indomani del Gran Premio d'Olanda. Anche se da quel momento in avanti Maverick aveva manifestato l'intenzione di fare il possibile per chiudere nel migliore dei modi il percorso iniziato nel 2017, che fin qui ha fruttato 8 successi nella classe regina, la ripartenza non era stata esattamente idilliaca in Stiria.

Questa mattina, come un fulmine a ciel sereno, è arrivato un comunicato con cui la Casa di Iwata ha annunciato di aver ritirato l'iscrizione del pilota spagnolo per la seconda gara del Red Bull Ring, allegando anche accuse pesanti al pilota di Roses, ovvero di aver guidato lo scorso fine settimana in maniera tale da dannegiare il motore della sua M1.

Per il momento si parla di una decisione relativa solamente a questo fine settimana, ma c'è da scommettere che la cosa non potrà finire a tarallucci e vino, quindi non è da escludere che questa possa essere anche il capolinea dell'avventura di Maverick in Yamaha.

Leggi anche:

"Yamaha è spiacente di annunciare che l'iscrizione di Maverick Viñales al GP d'Austria di MotoGP di questo fine settimana è stata ritirata dal team Monster Energy Yamaha MotoGP", recita il comunicato della Casa giapponese.

"La decisione segue la sospensione del pilota da parte di Yamaha a causa dell'inspiegabile utilizzo irregolare della moto da parte del pilota durante la gara del Gran Premio di Stiria di MotoGP dello scorso fine settimana".

"La decisione di Yamaha segue un'analisi approfondita della telemetria e dei dati degli ultimi giorni".

"La conclusione di Yamaha è che le azioni del pilota potrebbero aver potenzialmente causato un danno significativo al motore della sua YZR-M1 che potrebbe aver causato gravi rischi per il pilota stesso e forse ha rappresentato un pericolo per tutti gli altri piloti nella gara di MotoGP".

"Il pilota non sarà sostituito al GP d'Austria".

"Le decisioni riguardanti le gare future saranno prese dopo un'analisi più dettagliata della situazione e ulteriori discussioni tra Yamaha e il pilota", conclude la nota.

Per quanto riguarda il futuro di Vinales, tutti gli indizi sembrano portare verso un approdo in Aprilia nel 2022. Anzi, lo scorso fine settimana si era già vociferato di un accordo di un anno con la Casa di Noale e si ipotizzava che l'annuncio potesse arrivare proprio oggi. Alla luce di quanto accaduto, viene però da pensare che slitterà tutto almeno di qualche giorno.

Resta da capire poi chi potrebbe salire sulla seconda M1 ufficiale per il resto della stagione se le due parti non dovessero riuscire a ricucire lo strappo, che ora sembra essere veramente al limite dell'insanabile...

condivisioni
commenti
MotoGP: in Austria ecco dashboard con più messaggi per i piloti
Articolo precedente

MotoGP: in Austria ecco dashboard con più messaggi per i piloti

Prossimo Articolo

Yamaha suggerisce che Vinales ha cercato di rompere il motore in Stiria

Yamaha suggerisce che Vinales ha cercato di rompere il motore in Stiria

MotoGP | Bezzecchi sicuro: "C'è la miglior griglia di sempre"

Il pilota del Mooney VR46 Racing Team racconta il dietro le quinte del suo 2022: "Il titolo di Rookie of the Year? Dopo Moto3 e Moto2 era la mia ultima chance. Ci tenevo tantissimo!". 

MotoGP | Jorge Lorenzo non rimpiange di aver detto no a Ducati

Jorge Lorenzo afferma di aver avuto due opportunità di tornare in MotoGP con Ducati, ma di aver scelto la via meno rischiosa. Oggi non rimpiange questa decisione, nonostante senta di aver mancato la riuscita del progetto con la Desmosedici.

Marquez: “La MotoGP non deve diventare come la F1"

Marc Marquez ha avvertito che la MotoGP deve fare attenzione a non diventare come la Formula 1, dove ritiene che sia diventato più difficile per i piloti fare la differenza rispetto alle auto.

MotoGP | Tutti gli ingegneri di pista della stagione 2023

La stagione 2023 della MotoGP introdurrà una diversi cambiamenti all'interno delle squadre, e non solo a livello di piloti. Ecco l'elenco dei capi tecnici per la prossima stagione.

MotoGP | Quartararo ci ripensa: non si opererà al dito fratturato

Sebbene lo stesso pilota della Yamaha avesse annunciato l'intenzione di sottoporsi ad un intervento chirurgico dopo la fine della stagione, il ragazzo di Nizza alla fine ha deciso di evitare la sala operatoria.

MotoGP
30 nov 2022

Domenicali: "Sostenibilità? Ducati non fa proclami, ma fatti"

L'amministratore delegato della Casa di Borgo Panigale ha introdotto l'ultima tappa del Ride to FIM Awards, che si è svolto all'interno del Museo Ducati, sottolineando l'impegno del marchio per quanto riguarda la transizione energetica. L'esempio più lampante è l'ingresso in MotoE come fornitore unico a partire dalla prossima stagione.

MotoGP
30 nov 2022

Viegas: "Le corse devono essere un esempio per la sostenibilità"

Il presidente della FIM ha portato al Museo Ducati di Borgo Panigale l'ultima tappa del Ride to FIM Awards, che aveva come tema centrale il futuro e la sostenibilità energetica per il mondo delle moto.

MotoGP
30 nov 2022

MotoGP | Ciabatti: "Le voci sugli ordini di scuderia erano bullshit"

Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati, ha dichiarato che il marchio ha dimostrato nelle ultime gare della stagione 2022 di MotoGP che le speculazioni relative agli ordini di scuderia per favorire la candidatura al titolo di Pecco Bagnaia erano "stronzate".

MotoGP
30 nov 2022