MotoGP
09 ott
Prossimo evento tra
18 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
25 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
32 giorni
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
46 giorni
13 nov
Prossimo evento tra
53 giorni
G
GP del Portogallo
20 nov
Prossimo evento tra
60 giorni

Clamoroso a Brno: prima vittoria KTM in MotoGP con Binder!

condivisioni
commenti
Clamoroso a Brno: prima vittoria KTM in MotoGP con Binder!
Di:

Il pilota sudafricano scrive la storia della MotoGP a Brno, regalando la prima vittoria alla KTM. Primo podio anche per Morbidelli. Terzo Zarco con la Ducati Avintia.

A Brno ci si aspettava una gara pazza, con le gomme che avrebbero accusato un calo importante nel finale, e così è stato, anche se probabilmente nessuno si sarebbe mai immaginato che potesse finire così: con la prima vittoria in MotoGP della KTM e di Brad Binder.

Il 9 agosto è quindi una data che resterà nella storia della top class, perché è la prima affermazione della Casa austriaca, ma anche la prima di un pilota sudafricano, con il rookie che ha raggiunto questo incredibile traguardo in quello che è appena il suo terzo GP.

L'ex campione del mondo della Moto3 ha sfoderato una prestazione davvero maiuscola: scattato bene dalla terza fila, ha piano piano infilato tutti gli avversari che lo precedevano, ma a quel punto doveva colmare il buco che era riuscito a creare Franco Morbidelli, che aveva preso il comando fin dal via.

La differenza tra il passo di Binder e degli altri però era degna del miglior Marc Marquez e quindi in pochi giri si è portato nello scarico del pilota della Yamaha Petronas, infilandolo alla curva 10 al 13esimo giro.

Una volta in testa, non c'è stata più storia: il suo margine è cresciuto sempre di più fino, fino a farlo transitare sotto alla bandiera a scacchi con un margine di 5"2 su un Morbidelli che comunque può festeggiare il suo primo podio in MotoGP, ma anche il terzo posto nella classifica iridata.

Sul gradino più basso del podio è salita poi una Ducati, ma la vecchia GP19 di Johann Zarco. Tutti si aspettavano che la pole di ieri fosse un fuoco di paglia, invece il francese dell'Avintia Racing è sempre rimasto nel trenino dei migliori.

Sulla sua gara c'è anche il giallo di un contatto con la KTM di Pol Espargaro alla curva 1 che ha portato alla caduta dello spagnolo. Il due volte iridato della Moto2 è stato punito con una "Long Lap Penalty" che comunque non gli ha impedito di mantenere la terza posizione, pur dovendo difendersi con le unghie nel finale da uno stoico Alex Rins, quarto con la Suzuki, nonostante non sia ancora recuperato al 100% dall'infortunio alla spalla.

Il rovescio della medaglia in casa Ducati è la gara delle GP20, che hanno fatto tutte quante una gran fatica: la migliore è stata quella di Jack Miller in nona posizione, mentre Andrea Dovizioso ha recuperato solo dal 18esimo all'11esimo posto finale, giusto davanti al compagno di squadra Danilo Petrucci.

A completare la top 5 c'è un Valentino Rossi che si è reso protagonista di una bella rimonta dopo una partenza non particolarmente brillante e alla fine è riuscito ad andare a piazzarsi davanti al leader iridato Fabio Quartararo, oggi decisamente in ombra rispetto al solito e solamente settimo, alle spalle anche della KTM Tech 3 di Miguel Oliveira.

Il francese della Yamaha Petronas comunque è riuscito ad estendere il suo vantaggio nella classifica iridata, perché Maverick Vinales ha vissuto una giornata decisamente nera: lo spagnolo ha chiuso addirittura in 14esima posizione ed ora il suo distacco è di 17 lunghezze rispetto ai 59 punti di "El Diablo".

La migliore delle Honda è stata quella di Takaaki Nakagami, ottavo al traguardo per il Team LCR, mentre il compagno di squadra Cal Crutchlow ed Alex Marquez hanno chiuso rispettivamente in 13esima ed in 15esima posizione.

Dopo aver preso il via dalla quarta casella dello schieramento, Aleix Espargaro ha invece concluso in decima posizione con la sua Aprilia, ma è stato grande protagonista nelle prime fasi, occupando anche la seconda piazza per un paio di passaggi. Alla lunga però il passo della sua RS-GP è calato, anche se comunque il podio oggi era distante meno di 9".

Da segnalare anche un contatto che nelle prime fasi della corsa ha estromesso la Suzuki di Joan Mir e la KTM Tech 3 di Iker Lecuona, entrambi comunque illesi nell'incidente.

Guarda la MotoGP live su DAZN. Sempre a 9,99€ al mese

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 South Africa Brad Binder KTM 21 4Г38.764     163.4 25
2 Italy Franco Morbidelli Yamaha 21 4Г44.030 0.000 0.000 163.1 20
3 France Johann Zarco Ducati 21 4145.234 1:09'01.234 1:09'01.234 163.0 16
4 Spain Alex Rins Suzuki 21 4145.373 1:09'01.373 0.139 163.0 13
5 Italy Valentino Rossi Yamaha 21 4146.281 1:09'02.281 0.908 162.9 11
6 Portugal Miguel Oliveira KTM 21 4146.733 1:09'02.733 0.452 162.9 10
7 France Fabio Quartararo Yamaha 21 4Г50.591 0.000   162.6 9
8 Japan Takaaki Nakagami Honda 21 4T51.626 0.000 0.000 162.6 8
9 Australia Jack Miller Ducati 21 4Г53.777 0.000 0.000 162.4 7
10 Spain Aleix Espargaro Aprilia 21 4T53.851 0.000 0.000 162.4 6
11 Italy Andrea Dovizioso Ducati 21 4T55.219 0.000 0.000 162.3 5
12 Italy Danilo Petrucci Ducati 21 4Г57.270 0.000 0.000 162.2 4
13 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 21 4Г57.500 0.000 0.000 162.2 3
14 Spain Maverick Viñales Yamaha 21 4T58.484 0.000 0.000 162.1 2
15 Spain Alex Marquez Honda 21 42'03.361 41'59.361 41'59.361 161.8 1
16 Spain Tito Rabat Ducati 21 42'07.768 42'03.768 4.407 161.5  
17 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 21 42'11.054 42'07.054 3.286 161.3  
18 Germany Stefan Bradl Honda 21 42'34.741 42'30.741 23.687 159.8  
  Spain Pol Espargaro KTM 9 17'50.305 12 Laps 12 Laps 163.5  
  Spain Joan Mir Suzuki 3 6'04.105 18 Laps 6 Laps 160.2  
  Spain Iker Lecuona KTM 3 6'04.354 18 Laps 0.249 160.1  
LIVE MotoGP, GP della Repubblica Ceca: la gara di Brno

Articolo precedente

LIVE MotoGP, GP della Repubblica Ceca: la gara di Brno

Prossimo Articolo

Mondiale MotoGP 2020: Quartararo settimo, ma allunga

Mondiale MotoGP 2020: Quartararo settimo, ma allunga
Carica commenti