Ciabatti: "Sentenza Yamaha? Precedente pericoloso"

La Ducati accetta e non presenterà appello contro la sanzione alla Yamaha, anche se la mancata penalità ai piloti crea un precedente pericoloso secondo il direttore sportivo della Rossa, Paolo Ciabatti.

Ciabatti: "Sentenza Yamaha? Precedente pericoloso"

La concorrenza ha deciso di non presentare appello contro la sentenza che ha penalizzato la Yamaha nella classifica Costruttori ed in quella Team della MotoGP per avere utilizzato della valvole differenti da quelle del motore omologato in occasione della gara di apertura della stagione 2020, a Jerez de la Frontera.

Quello che ha lasciato perplessi è stato che il provvedimento del Panel degli Commissari FIM ha lasciato invece tutto invariato nel Mondiale Piloti, confermando i punti conquistati a Jerez da Fabio Quartararo, Maverick Vinales e Franco Morbidelli. E nel caso di quest'ultimo anche il punticino ottenuto in Austria, dove nelle libere aveva utilizzato il propulsore incriminato.

La Yamaha si è giustificata, ammettendo di non aver comunicato alla MSMA di avere utilizzato una partita differente di valvole, ma di aver fatto la cosa senza malafede, visto che queste erano state prodotte da un fornitore diverso, ma con lo stesso progetto.

Spiegazione che evidentemente è stata accolta anche dai commissari, ma che secondo Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati può creare un precedente pericoloso per il fatto che i piloti non sono stati penalizzati, pur essendo comprovato che hanno corso con una moto irregolare.

Leggi anche:

"Ieri c'è stata una riunione della MSMA e alla fine i costruttori hanno concordato che il minimo fosse una penalizzazione per i punti della squadra e del costruttore. Alla fine lo steward Panel ha deciso in questa direzione" ha spiegato Ciabatti ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

"Noi lo accettiamo, ma è chiaro che è un po' strano, perché dal nostro punto di vista di solito pilota, team e costruttore sono tutti soggetti ad una penalità quando c'è un'irregolarità. In questo caso è stato deciso di non penalizzare i piloti, possiamo capire il perché di questa decisione".

"Credo che gli steward della FIM abbiano ritenuto che sia stato un errore di Yamaha ed abbiano preso questa decisione che accettiamo, perché nessuno farà reclamo. E' un po' un precedente pericoloso però perché i piloti, non per colpa loro, ma hanno corso con delle moto che non erano regolari".

Quando poi gli è stato chiesto di spiegare meglio perché ritiene che sia una sentenza pericolosa, ha aggiunto: "Si è creato un precedente che potrebbe essere rischioso nel futuro, perché poi vai ad entrare nel campo dell'errore in buona fede, dell'involontario e su altri tipi di valutazione che dal punto di vista del regolamento creano possibili problemi anche nel futuro. Però abbiamo detto che avremmo accettato questa decisione, quindi non faremo reclamo".

condivisioni
commenti
Yamaha si difende: "Errore, ma senza malafede"
Articolo precedente

Yamaha si difende: "Errore, ma senza malafede"

Prossimo Articolo

Brivio sul caso Yamaha: "Ci piace vincere in pista"

Brivio sul caso Yamaha: "Ci piace vincere in pista"
Carica commenti
Ecco perché Quartararo può essere l'alternativa a Marquez Prime

Ecco perché Quartararo può essere l'alternativa a Marquez

Fabio Quartararo può a ben ragione essere considerato l'alternativa del presente a Marc Marquez. Il francese, neo iridato MotoGP, ha conquistato il titolo a Misano dopo una stagione in cui ha dato spettacolo in lungo e in largo. Ed in vista del 2022...

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre” Prime

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre”

Valentino Rossi è stato la star indiscussa del fine settimana di MotoGP dove comunque è stato incoronato il nuovo campione del mondo, Fabio Quartararo. Il pilota di Tavullia ha ricevuto un'ovazione clamorosa dal suo pubblico - e non solo - e, come ha ammesso scherzando

MotoGP
27 ott 2021
Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato Prime

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato

Tanti promossi nella Misano che incorona Fabio Quartararo campione del Mondo di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio in questo nuovo video di Motorsport.com.

MotoGP
25 ott 2021
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021