Ciabatti: "Se Marquez avesse colpito Rossi, sarebbe stato investigato"

Il direttore sportivo della Ducati si è detto perplesso per il fatto che lo spagnolo non sia stato messo sotto investigazione dopo il contatto con Petrucci: secondo lui i giudizi a volte vengono condizionati dai piloti coinvolti.

Ciabatti: "Se Marquez avesse colpito Rossi, sarebbe stato investigato"

Ieri Danilo Petrucci era furioso con Marc Marquez al termine del GP d'Italia di MotoGP. Dopo appena due curve, infatti, lo spagnolo della Honda si è appoggiato alla sua Ducati e lo ha portato fuori dalla pista, facendolo precipitare dal terzo al nono posto.

Un episodio che lo ha costretto a spremere le gomme per risalire fino alla zona podio e che quindi lo ha poi obbligato a rallentare nel finale, chiudendo settimo.

"Marquez ha fatto una buona partenza, è andato largo alla prima curva e poi alla seconda è andato largo ma io ero in mezzo alla pista e mi ha preso. Mi ha buttato fuori. Per fortuna che la via di fuga era in asfalto, ma ho comunque perso tanto tempo" aveva detto "Petrux".

Ma non solo, perché il portacolori del Pramac Racing aveva anche invocato un provvedimento da parte della Direzione Gara. Discorso su cui oggi è tornato anche Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati Corse, che ha appoggiato il pensiero espresso dal pilota di Terni.

"Marquez è un pilota dal talento immenso che però ha dimostrato in diverse occasioni, come in Argentina, che non si cura particolarmente degli altri piloti in pista" ha spiegato Ciabatti ai microfoni di Radio 24.

"Se deve fare un entrata la fa, lui ha la capacità di rimanere in piedi anche in condizioni in cui gli altri piloti probabilmente andrebbero in terra. Spesso facendo così fa sponda sul pilota all'interno del quale sta entrando e credo che non sia giusto. Credo che debba avere un po' più di rispetto e non appoggiarsi come ha fatto con Petrucci rovinandogli la gara" ha aggiunto.

Poi ha concluso con una considerazione interessante, dicendo che secondo lui i giudizi della Direzione Gara variano in base ai piloti che sono coinvolti nei vari episodi di gara.

"Il problema è anche che i giudizi su certi comportamenti dei piloti vengono influenzati da chi è il pilota, tra virgolette colpevole, e chi è la vittima. Ha colpito Petrucci, ma se la stessa cosa al primo giro del GP d'Italia fosse successa con Valentino Rossi, sarebbe finito sotto investigazione. Ma non è successo e questo ci lascia veramente perplessi".

condivisioni
commenti
Valentino: "Non è giusto giocarsi i contratti 2019 nelle prime tre gare"

Articolo precedente

Valentino: "Non è giusto giocarsi i contratti 2019 nelle prime tre gare"

Prossimo Articolo

Dani Pedrosa non correrà per il team Honda HRC l'anno prossimo!

Dani Pedrosa non correrà per il team Honda HRC l'anno prossimo!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Italia
Sotto-evento Domenica, gara
Location Mugello
Piloti Marc Márquez Alenta , Danilo Petrucci
Team Pramac Racing , Repsol Honda Team
Autore Matteo Nugnes
Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio? Prime

Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio?

Dopo il suo clamoroso ritorno in MotoGP con un settimo posto in Portogallo, Marc Marquez ora deve lavorare per ritrovare la sua forma migliore prima di rivolgere la sua attenzione ad obiettivi basati sui risultati.

MotoGP
21 apr 2021
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

MotoGP
20 apr 2021
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021