Ciabatti: "Marini in Avintia? Dipende da Romero e Rabat"

Il direttore sportivo della Ducati non ha nascosto l'interesse per Luca, ma c'è un contratto tra Avintia e Tito Rabat, che quindi hanno il pallino nella vicenda.

Ciabatti: "Marini in Avintia? Dipende da Romero e Rabat"

Durante la conferenza stampa che ieri ha aperto il weekend del Gran Premio d'Emilia Romagna e della Riviera di Rimini, Valentino Rossi ha parlato della possibilità che suo fratello Luca Marini, attuale leader della Moto2, possa fare il salto verso la MotoGP approdando in Ducati Avintia.

"Ha parlato con la Ducati e c'è una possibilità di approdare in MotoGP con Avintia. La Ducati è un'ottima moto e si impegnano a fondo nel programma MotoGP, spingendo tanto sui piloti giovani. Se Luca potrà approdare in MotoGP e gareggiare per la Ducati sarà molto positivo per lui. Ma, come ho già detto anche altre volte, ora è importante che si concentri sul campionato di Moto2 per cercare di vincerlo, perché questo è l'aspetto più importante per lui prima dell'anno scorso" aveva detto Valentino.

Un assist che ha subito scatenato grandi voci di mercato, visto che solo una settimana fa era stato reso noto l'accordo per il prossimo anno tra la Casa di Borgo Panigale ed Enea Bastianini, con l'intenzione di andare a piazzare l'attuale pilota dell'Italtrans Racing in Moto2 proprio all'interno della compagine spagnola.

Il problema però è che al momento lo spazio per Marini sembra non esserci, visto che per il prossimo anno c'è già un contratto anche tra Tito Rabat e la squadra di Raul Romero, come ha spiegato molto bene Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati, intervenendo ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

Leggi anche:

"Quello che è certo è che il Team Avintia ha un accordo con Tito Rabat anche per il 2021, quindi un possibile inserimento di Luca Marini dipenderà dalla squadra e da Tito Rabat. Per quanto riguarda l'altro pilota, direi che non ci sono novità: l'obiettivo è metterci Enea Bastianini e lo annunceremo appena possibile. In questo momento c'è un po' di fermento intorno a questa situazione, che verrà risolta entro la gara di Barcellona" ha spiegato Ciabatti.

"Io credo che Luca stia facendo un grande lavoro, che stia facendo un campionato straordinario. Meriterebbe di passare in MotoGP il prossimo anno, ma i contratti sono tra Rabat e Raul Romero, quindi se questa cosa dovrà avere un'evoluzione diversa lo dovranno decidere loro, perché sono loro che si sono accordati anche per il 2021" ha aggiunto.

Intanto nei prossimi giorni dovrebbe avvenire la definizione della squadra ufficiale, con Pecco Bagnaia che sembra il grande favorito per andare ad affiancare il già annunciato Jack Miller e prendere il posto di Andrea Dovizioso. Johann Zarco invece sembra destinato a saltare nel Pramac Racing.

"Abbiamo le idee chiare, ma abbiamo deciso di aspettare il rientro di Bagnaia, che è stato fantastico. A cavallo del Gran Premio di Catalogna annunceremo sia la formazione ufficiale che quella di Pramac".

condivisioni
commenti
Iannone: "Sicuro che presto tornerò in moto. Aprilia mi aspetta"

Articolo precedente

Iannone: "Sicuro che presto tornerò in moto. Aprilia mi aspetta"

Prossimo Articolo

Honda, piove sul bagnato: si ferma anche Stefan Bradl

Honda, piove sul bagnato: si ferma anche Stefan Bradl
Carica commenti
Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio? Prime

Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio?

Dopo il suo clamoroso ritorno in MotoGP con un settimo posto in Portogallo, Marc Marquez ora deve lavorare per ritrovare la sua forma migliore prima di rivolgere la sua attenzione ad obiettivi basati sui risultati.

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

MotoGP
20 apr 2021
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021