MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
4 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
11 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
31 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
39 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
59 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
67 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
74 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
88 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
95 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
102 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
116 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
123 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

Brno, Libere 1: Zarco beffa Dovizioso a tempo scaduto, Valentino chiude quinto

condivisioni
commenti
Brno, Libere 1: Zarco beffa Dovizioso a tempo scaduto, Valentino chiude quinto
Di:
3 ago 2018, 08:58

Il pilota della Yamaha Tech 3 sfrutta al meglio una gomma nuova per saltare in vetta, ma il ducatista è quello che ha fatto vedere le cose migliori a livello di passo, seguito da Marquez. Il "Dottore" in top 5 nel finale, indietro Lorenzo e Vinales.

Il primo acuto della seconda parte della MotoGP 2019 è di Johann Zarco. Proprio sotto alla bandiera a scacchi, sfruttando anche una gomma media nuova al posteriore, il pilota francese è riuscito a portare la sua Yamaha Tech 3 in cima alla lista dei tempi della prima sessione di prove libere del GP di Repubblica Ceca in 1'56"647.

Una prestazione che dimostra che il due volte iridato della Moto2 vuole mettersi alle spalle il momento difficile vissuto prima della pausa estiva, nel quale non era più riuscito ad essere incisivo come ci aveva sempre abituati in precedenza.

Il pilota transalpino ha beffato a tempo scaduto Andrea Dovizioso per appena 73 millesimi, ma probabilmente il pilota della Ducati è quello che ha fatto vedere le cose più interessanti, perché con una doppia gomma media ha girato con una grande regolarità sotto al muro dell'1'57", quindi si candida ad un ruolo da protagonista.

In terza posizione c'è il leader del Mondiale Marc Marquez, che paga 181 millesimi con la sua Honda e a sua volta per il momento non pare troppo distante da "Desmodovi" a livello di passo.

Dopo la grande gara del Sachsenring, nella quale se l'era giocata alla pari con le Ducati ufficiali, Alvaro Bautista ha iniziato alla grande anche a Brno, piazzando la sua vecchia GP17 dell'Angel Nieto Team in quarta posizioni, appena 3 millesimi più indietro rispetto a Marquez. E per lui è importante visto che è ancora alla ricerca di una sella per il 2019.

Completa la top 5 la Yamaha di Valentino Rossi, che nel finale ha montato una gomma media nuova al posteriore, accoppiandola con una soft all'anteriore. Il distacco del "Dottore" dalla vetta è di poco più di due decimi, ma ha fatto decisamente meglio del compagno di squadra Maverick Vinales, solo 14esimo. Va detto però che lo spagnolo ha provato a portare molto avanti la vita della sua gomma posteriore, senza montarne una fresca nel finale.

Sesto tempo per Andrea Iannone, che si è visto cancellare il suo giro migliore per essere andato oltre i limiti consentiti della pista. Altrimenti, il pilota della Suzuki avrebbe chiuso con il terzo tempo. In ogni caso, anche il suo crono a 432 millesimi dalla vetta è un buon modo per iniziare il weekend su una pista ritenuta ostica.

Alle sue spalle c'è poi un tandem di Honda, con Dani Pedrsoa che ha preceduto di appena 2 millesimi Stefan Bradl, che questa volta corre come wild card in sella alla terza RC213V della HRC dopo aver sostituito l'infortunato Franco Morbidelli al Sachsenring in sella a quella della Marc VDS.

Il quatro delle prime dieci posizioni, quindi di quelli che avrebbero accesso diretto alla Q2 al momento, si completa con le due Ducati GP17 di Jack Miller e Tito Rabat. Stupisce quindi che siano più in difficoltà le due GP18 di Jorge Lorenzo e Danilo Petrucci, che occupano rispettivamente la 12esima e la 15esima posizione. Soprattutto ci si attendeva di più dal maiorchino, visto che le caratteristiche di Brno sono simili a quelle del Mugello, dove aveva letteralmente dominato.

Tra quelli per ora un pochino attardati va inserito anche Cal Crutchlow, al momento 11esimo proprio davanti a Lorenzo. Discorso che vale pure per Alex Rins, addirittura 17esimo con la sua Suzuki, giusto davanti alla migliore delle KTM, che è quella del connazionale Pol Espargaro, e all'altra GSX-RR, quella del collaudatore Sylvain Guintoli.

Più indietro le due Aprilia, con Scott Redding in 23esima posizione a 1"8, tallonato proprio dalla RS-GP gemella di Aleix Espargaro, al rientro dopo essere stato ricoverato quasi una settimana in Germania in seguito ad un brutto trauma toracico rimediato nel warm-up del Sachsenring. Davanti a loro c'è l'altro rientrante Franco Morbidelli, costretto a saltare le ultime due gare per la frattura del terzo metacarpo della mano sinistra, ma oggi regolarmente in sella alla sua Honda della Marc VDS.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 5 France Johann Zarco Yamaha 16 1'56.647     166.749 305
2 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 16 1'56.720 0.073 0.073 166.644 314
3 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 18 1'56.828 0.181 0.108 166.490 307
4 19 Spain Alvaro Bautista Ducati 17 1'56.831 0.184 0.003 166.486 306
5 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 16 1'56.888 0.241 0.057 166.405 306
6 29 Italy Andrea Iannone Suzuki 17 1'57.079 0.432 0.191 166.133 305
7 26 Spain Daniel Pedrosa Honda 17 1'57.289 0.642 0.210 165.836 309
8 6 Germany Stefan Bradl Honda 18 1'57.291 0.644 0.002 165.833 311
9 43 Australia Jack Miller Ducati 17 1'57.321 0.674 0.030 165.791 305
10 53 Spain Tito Rabat Ducati 17 1'57.325 0.678 0.004 165.785 310
11 35 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 17 1'57.386 0.739 0.061 165.699 310
12 99 Spain Jorge Lorenzo Ducati 14 1'57.426 0.779 0.040 165.643 307
13 55 Malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 15 1'57.428 0.781 0.002 165.640 305
14 25 Spain Maverick Viñales Yamaha 18 1'57.764 1.117 0.336 165.167 308
15 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 18 1'57.938 1.291 0.174 164.923 311
16 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 18 1'58.027 1.380 0.089 164.799 304
17 42 Spain Alex Rins Suzuki 16 1'58.032 1.385 0.005 164.792 305
18 44 Spain Pol Espargaro KTM 16 1'58.098 1.451 0.066 164.700 309
19 50 France Sylvain Guintoli Suzuki 18 1'58.114 1.467 0.016 164.678 305
20 12 Switzerland Thomas Lüthi Honda 16 1'58.226 1.579 0.112 164.522 302
21 38 United Kingdom Bradley Smith KTM 15 1'58.238 1.591 0.012 164.505 305
22 21 Italy Franco Morbidelli Honda 16 1'58.299 1.652 0.061 164.420 303
23 45 United Kingdom Scott Redding Aprilia 15 1'58.497 1.850 0.198 164.145 303
24 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 15 1'58.635 1.988 0.138 163.954 305
25 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 13 1'59.052 2.405 0.417 163.380 306
26 10 Belgium Xavier Simeon Ducati 14 1'59.863 3.216 0.811 162.275 304

 

Prossimo Articolo
Dovizioso replica a Lorenzo: "Dice che lo destabilizzo? Se lo pensa davvero è un problema suo"

Articolo precedente

Dovizioso replica a Lorenzo: "Dice che lo destabilizzo? Se lo pensa davvero è un problema suo"

Prossimo Articolo

Stoner pronto ad abbandonare il ruolo di collaudatore Ducati a fine 2018

Stoner pronto ad abbandonare il ruolo di collaudatore Ducati a fine 2018
Carica commenti