Brivio: "Volevamo un pilota per proseguire nella scalata al vertice"

Il manager italiano spiega che la Suzuki ha puntato su Iannone per sostituire Vinales perché lo reputa un pilota veloce, esperto e che si potrebbe adattare bene alla GSX-RR. Inoltre Brivio lo considera un top rider appassionato e motivato.

"Siamo felici di aver ingaggiato Andrea nel nostro team per i prossimi due anni. E' un top rider in MotoGP, inoltre è un pilota molto appassionato e motivato, che quindi si inserisce molto bene nella nostra filosofia".

Sono queste le prime parole di Davide Brivio nel comunicato che pochi minuti fa ha annunciato l'ingaggio di Andrea Iannone per le prossime due stagioni da parte della Suzuki, squadra in cui dovrà andare a prendere il testimone lasciato dal talento emergente Maverick Vinales, che ha ceduto alla corte della Yamaha che lo voleva come sostituto di Jorge Lorenzo.

La speranza del manager italiano è che la GSX-RR possa continuare a crescere nonostante la partenza del talento spagnolo: "Il nostro progetto tecnico è in continuo miglioramento da quando abbiamo debuttato nel 2015 e stiamo lavorando duramente per render la nostra GSX-RR molto competitiva, in maniera che possa lottare al vertice più costantemente e per la vittoria il prima possibile".

Per questo la Suzuki ha puntato su Iannone, un pilota veloce, esperto e motivato, che può aiutare a fare l'ultimo step: "Volevamo un pilota in grado di aiutare la Suzuki nella sua scalata al vertice. Andrea è un pilota veloce, che ha fame di successo e il suo stile di guida si potrebbe adattare alle caratteristiche della nostra moto, quindi speriamo che la nostra partnership possa essere positiva. Inoltre è il suo quarto anno in MotoGP, quindi porterà un bagaglio d'esperienza da cui trarrà beneficio tutta la squadra".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Iannone
Team Team Suzuki MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie