Brivio: "Se fossi Ducati, terrei Dovizioso. E' una garanzia"

Durante una conferenza stampa virtuale, il team manager della Suzuki è stato stuzzicato sul tema più caldo del mercato, dando la sua opinione.

Brivio: "Se fossi Ducati, terrei Dovizioso. E' una garanzia"

Con la Yamaha e la Suzuki che hanno già completato le loro formazioni per il biennio 2021-2022 e la Honda che ha addirittura blindato Marc Marquez fino al 2024, al centro del mercato piloti della MotoGP ora c'è senza ombra di dubbio la Ducati.

Con gli altri big tutti accasati o quasi, Andrea Dovizioso sembrava l'unico punto fermo per il futuro della Casa di Borgo Panigale, con la rosa composta da Danilo Petrucci, Jack Miller, Pecco Bagnaia e Johann Zarco a giocarsi la seconda Desmosedici GP ufficiale.

Negli ultimi giorni però il rinnovo del pilota forlivese ha iniziato ad essere considerato tutt'altro che scontato, anche se la sensazione è che al momento la partita si stia giocando molto sul fronte economico, visto che la pandemia del COVID-19 finirà quasi certamente per imporre delle riduzioni degli ingaggi.

Leggi anche:

Se è vero che la Ducati si era guardata attorno e non è un mistero, visto che due big come Marc Marquez e Maverick Vinales hanno ammesso di aver avuto contatti con la Rossa, è altrettanto vero che Dovizioso è stato vice-campione del mondo negli ultimi tre anni, quindi alle porte di Bologna non possono permettersi di lasciarlo scappare troppo a cuor leggero.

Come detto, in casa Suzuki hanno già definito il loro futuro, confermanto fino al 2022 una coppia giovane, ma di alto livello, come quella composta da Alex Rins e Joan Mir. Non avendo più pensieri da questo punto di vista, durante una conferenza stampa virtuale, a Davide Brivio è stato domandato come si comporterebbe se fosse nei panni della Ducati e il team manager della Casa di Hamamatsu è stato abbastanza chiaro.

"La Ducati non ha bisogno dei miei consigli, perché sanno il fatto loro. Io credo che Dovizioso abbia ampiamenti dimostrato di essere un pilota che può vincere delle gare e da diversi anni è il pilota che arriva più vicino a Marquez, quindi me lo terrei come garanzia per il futuro" ha detto Brivio.

"Magari cercherei di decidere chi può essere il suo sostituto o magari quello che gli si può avvicinare di più in futuro e glielo affiancherei, facendolo crescere insieme a Dovizioso".

"Io Dovizioso me lo terrei, ma magari in Ducati hanno dei problemi che noi non conosciamo e quindi fanno le loro valutazioni. Da un punto di vista sportivo, però, non credo che possano rinunciare a Dovizioso. Poi non so se ci sono altre problematiche economiche, di marketing o altre cose" ha concluso.

Davide Brivio, Team manager Team Suzuki MotoGP

Davide Brivio, Team manager Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP, Lorenzo e il 2015: "Titolo meritato, ero il più veloce"

Articolo precedente

MotoGP, Lorenzo e il 2015: "Titolo meritato, ero il più veloce"

Prossimo Articolo

MotoGP, Crutchlow: “La mia carriera non è finita, corro nel 2021"

MotoGP, Crutchlow: “La mia carriera non è finita, corro nel 2021"
Carica commenti
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco Prime

Pagelle MotoGP: Vinales sempre più a picco

Tanti promossi e tanti bocciati nel Gran Premio di Germania di MotoGP. Le pagelle commentate e stilate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com.

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021