Brivio: "Se fossi Ducati, terrei Dovizioso. E' una garanzia"

Durante una conferenza stampa virtuale, il team manager della Suzuki è stato stuzzicato sul tema più caldo del mercato, dando la sua opinione.

Brivio: "Se fossi Ducati, terrei Dovizioso. E' una garanzia"

Con la Yamaha e la Suzuki che hanno già completato le loro formazioni per il biennio 2021-2022 e la Honda che ha addirittura blindato Marc Marquez fino al 2024, al centro del mercato piloti della MotoGP ora c'è senza ombra di dubbio la Ducati.

Con gli altri big tutti accasati o quasi, Andrea Dovizioso sembrava l'unico punto fermo per il futuro della Casa di Borgo Panigale, con la rosa composta da Danilo Petrucci, Jack Miller, Pecco Bagnaia e Johann Zarco a giocarsi la seconda Desmosedici GP ufficiale.

Negli ultimi giorni però il rinnovo del pilota forlivese ha iniziato ad essere considerato tutt'altro che scontato, anche se la sensazione è che al momento la partita si stia giocando molto sul fronte economico, visto che la pandemia del COVID-19 finirà quasi certamente per imporre delle riduzioni degli ingaggi.

Leggi anche:

Se è vero che la Ducati si era guardata attorno e non è un mistero, visto che due big come Marc Marquez e Maverick Vinales hanno ammesso di aver avuto contatti con la Rossa, è altrettanto vero che Dovizioso è stato vice-campione del mondo negli ultimi tre anni, quindi alle porte di Bologna non possono permettersi di lasciarlo scappare troppo a cuor leggero.

Come detto, in casa Suzuki hanno già definito il loro futuro, confermanto fino al 2022 una coppia giovane, ma di alto livello, come quella composta da Alex Rins e Joan Mir. Non avendo più pensieri da questo punto di vista, durante una conferenza stampa virtuale, a Davide Brivio è stato domandato come si comporterebbe se fosse nei panni della Ducati e il team manager della Casa di Hamamatsu è stato abbastanza chiaro.

"La Ducati non ha bisogno dei miei consigli, perché sanno il fatto loro. Io credo che Dovizioso abbia ampiamenti dimostrato di essere un pilota che può vincere delle gare e da diversi anni è il pilota che arriva più vicino a Marquez, quindi me lo terrei come garanzia per il futuro" ha detto Brivio.

"Magari cercherei di decidere chi può essere il suo sostituto o magari quello che gli si può avvicinare di più in futuro e glielo affiancherei, facendolo crescere insieme a Dovizioso".

"Io Dovizioso me lo terrei, ma magari in Ducati hanno dei problemi che noi non conosciamo e quindi fanno le loro valutazioni. Da un punto di vista sportivo, però, non credo che possano rinunciare a Dovizioso. Poi non so se ci sono altre problematiche economiche, di marketing o altre cose" ha concluso.

Davide Brivio, Team manager Team Suzuki MotoGP

Davide Brivio, Team manager Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP, Lorenzo e il 2015: "Titolo meritato, ero il più veloce"
Articolo precedente

MotoGP, Lorenzo e il 2015: "Titolo meritato, ero il più veloce"

Prossimo Articolo

MotoGP, Crutchlow: “La mia carriera non è finita, corro nel 2021"

MotoGP, Crutchlow: “La mia carriera non è finita, corro nel 2021"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021