Brembo: Maverick Vinales re degli staccatori alla Quercia

condivisioni
commenti
Brembo: Maverick Vinales re degli staccatori alla Quercia
Redazione
Di: Redazione
10 set 2016, 17:10

L'azienda italiana ha stilato una classifica in base ai dati raccolti oggi in telemetria e lo spagnolo della Suzuki è risultato il migliore davanti a Valentino Rossi e Marc Marquez.

Maverick Viñales, Team Suzuki Ecstar MotoGP
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Marc Marquez, Repsol Honda Team
Andrea Dovizioso, Ducati Team

Il circuito di Misano Adriatico, sede del tredicesimo appuntamento del Campionato del Mondo di MotoGP 2016, è caratterizzato dalla presenza di frenate mediamente impegnative e tutte con decelerazione comprese tra - 0,8 e - 1,4 g. Delle 10 frenate del Misano World Circuit nessuna è considerata altamente impegnativa per i freni.

Secondo i dati forniti da Brembo, nella fase di frenata al termine del rettilineo che porta alla curva della Quercia, teatro della frenata più lunga e impegnativa, mediamente si passa da una velocità massima di 291 km/h a 75 km/h. Una manovra che i piloti effettuano in 5 secondi, applicando un carico sulla leva pari a 6,9 kg, percorrendo 246 metri. In questa fase delicata i dischi freno in carbonio raggiungono temperature intorno ai 650°.

Al termine delle prove ufficiali sono stati raccolti dalla telemetria dei rispettivi team i dati di: tempo speso in frenata, decelerazione, distanza percorsa in fase di frenata e pressione sulla leva. Ad ognuno di questi parametri è stato assegnato un punteggio da 1 a 10, che sommati hanno generato la classifica dei migliori “Staccatori” alla curva della Quercia.

I migliori cinque "Staccatori":

1. Maverick Viñales (25) Suzuki Suzuki Ecstar
2. Valentino Rossi (46) Yamaha Movistar Yamaha MotoGP
3. Marc Marquez (93) Honda Repsol Honda Team
4. Jorge Lorenzo (99) Yamaha Movistar Yamaha MotoGP
5. Andrea Dovizioso (4) Ducati Ducati Team

Prossimo articolo MotoGP
Via al centro per disabili della Fondazione Marco Simoncelli

Articolo precedente

Via al centro per disabili della Fondazione Marco Simoncelli

Prossimo Articolo

Ducati: ecco il cerchio carenato posteriore. Serve solo all'aero?

Ducati: ecco il cerchio carenato posteriore. Serve solo all'aero?
Carica commenti