Brembo: c'è anche la pinza GP4 fra i segreti Suzuki

I tecnici della Casa di Hamamatsu sono stati molto bravi nel trovare l'equilibrio giusto sulla GSX-RR, una moto molto versatile che ha permesso a Joan Mir di cogliere il titolo della MotoGP. La squadra diretta da Davide Brivio ha potuto contare sul supporto tecnico di Brembo che ha fatto debuttare la nuova pinza GP4, eccellente in particolare nelle condizioni meteo di caldo più estremo.

Brembo: c'è anche la pinza GP4 fra i segreti Suzuki

La Suzuki ha festeggiato venti anni dopo l’ultimo titolo nella classe regina del Motomondiale il campionato iridato vinto da Joann Mir con la GSX-RR.

La Casa giapponese, che festeggia i 100 anni di vita nelle due ruote e i 60 anni di presenza nelle competizioni, ha centrato la prima iride in MotoGP con una moto che si è dimostrata la più versatile nelle due fasi che hanno caratterizzato questa strana stagione, molto compressa come calendario e riconoscibile per una prima parte “calda” (estiva) e una seconda “fredda” (invernale).

Il Campione del Mondo Joan Mir, Team Suzuki MotoGP con il suo trofeo

Il Campione del Mondo Joan Mir, Team Suzuki MotoGP con il suo trofeo

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Si può dire che la Suzuki GSX-RR ha saputo sfruttare al meglio alcune soluzione tecniche innovative come le pinze dei freni GP4 della Brembo che sono monoblocco in alluminio ricavate dal pieno e con attacco radiale a 4 pistoni ai dischi in carbonio.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

La squadra diretta da Davide Brivio ha fatto pieno affidamento anche sulle pompe freno radiali della Casa italiana e sui cerchi Marchesini a 7 razze sia per l’anteriore sia per il posteriore.

La pinza GP4, introdotta per la prima volta nei test di Valencia di fine 2019, è stata poi sviluppata nei collaudi dello scorso febbraio a Sepang. Dall’esordio nel mondiale ha sempre dimostrato rispetto alla versione precedente un miglioramento delle prestazioni.

La nuova soluzione Brembo, infatti, è facilmente distinguibile per il design estremo che riprende alcuni degli stilemi recentemente utilizzati anche sulle pinze moto per le applicazioni stradali e che introduce una soluzione tecnica innovativa: le nuove alette sul corpo esterno della pinza.

Come si è avuto modo di apprezzare nelle infuocate gare estive di Jerez che si sono svolte con temperature dell’asfalto di 53°C e 59°C, la pinza GP4 ha garantito un raffreddamento migliore e più rapido dell’intero impianto frenante.

È stata contestualmente ridotta la quantità di fluido all’interno dell’impianto frenante, e questo permette una maggiore costanza e una diminuzione della spugnosità della leva.

All’agilità delle Suzuki GSX-RR nei punti più tortuosi delle piste del campionato hanno contribuito i cerchi in magnesio forgiato Marchesini: assicurando alle moto un risparmio di peso in termini di masse non sospese, favorendo l’accelerazione e la maneggevolezza nei cambi di direzione, ma anche in entrata curva a freno tirato, in percorrenza anche con angoli di rollio elevati e persino in uscita a gas aperto.

condivisioni
commenti
La passione di Maradona per la Formula 1 e la MotoGP

Articolo precedente

La passione di Maradona per la Formula 1 e la MotoGP

Prossimo Articolo

Pannelli luminosi obbligatori nei circuiti di F1 e MotoGP dal 2022

Pannelli luminosi obbligatori nei circuiti di F1 e MotoGP dal 2022
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021