Bradl punge Crutchlow: "Dice molte cose, non è sempre produttivo"

Stefan Bradl, collaudatore della Honda in MotoGP, ha affermato che la natura molto schietta di Cal Crutchlow forse non è troppo produttiva nel favorire lo sviluppo della moto.

Bradl punge Crutchlow: "Dice molte cose, non è sempre produttivo"

Bradl ha difeso per tre anni i colori della Honda LCR in MotoGP, ma poi non ha più corso a tempo pieno nella classe regina da quando ha concluso la sua avventura in Aprilia alla fine del 2016.

Assumendo il ruolo di collaudatore ufficiale della Honda dallo scorso anno, Bradl è stato una figura chiave nel recente sviluppo della RC213V.

Durante il weekend del Gran Premio della Repubblica Ceca, Crutchlow ha elogiato il lavoro di Bradl come collaudatore, ma ha aggiunto che non è abbastanza bravo da avere un posto a tempo pieno sulla griglia della MotoGP.

"Penso che Stefan stia facendo un buon lavoro, perché sta guidando la moto in maniera veloce, quindi è in grado di provare bene le novità e dare buone informazioni" ha detto Cal a Brno.

Quando però gli è stato chiesto se Bradl meriterebbe una moto per correre, ha aggiunto: "No, non è così bravo. E' bravo come tester. Se fosse bravo come pilota da corsa, correrebbe a tempo pieno".

Leggi anche:

Il tedesco, che a Brno ha corso in sostituzione dell'infortunato Jorge Lorenzo e si è piazzato 15esimo, ha risposto ai commenti di Crutchlow, dichiarandoli inutili.

"Dice molte cose e non è sempre produttivo, anche per se stesso" ha detto Bradl. "Non mi interessa molto quello che dice. Lavoro principalmente con Marc e la nostra relazione è molto buona".

Anche perché Stefan è arrivato a Brno direttamente dalla 8 Ore di Suzuka, quindi si è dovuto riadattare alla RC213V dopo aver guidato a lungo la Honda Superbike. Inoltre aveva del materiale da provare in ottica sviluppo.

"Nella FP1 ero un po' perso, c'è voloto un po' per ritrovare il feeling, poi avevo davvero troppe cose su cui lavorare per essere pronto per la gara".

"In ogni caso, in HRC sanno il lavoro che dovevo fare, quindi erano contenti della mia performance".

"So di poter fare di meglio e le mie prestazioni sono migliori di quanto io abbia potuto mostrare. Ma le circostanze erano difficili per me per mostrare il mio potenziale".

"Devo parlare con i ragazzi per avere un programma di lavoro più adeguato nel weekend di gara in Austria, perché a mio parere avevo troppa roba da provare a Brno".

"E' chiaro che quello è il focus di un collaudatore, ma quando corri per questa squadra vuoi ottenere dei risultati ed è postivo per loro avere un collaudatore con una grande motivazione ed un grande spirito combattivo" ha concluso.

Informazioni aggiuntive di Jamie Klein e Gerald Dirnbeck

Stefan Bradl, Repsol Honda Team

Stefan Bradl, Repsol Honda Team
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Stefan Bradl, Repsol Honda Team

Stefan Bradl, Repsol Honda Team
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Stefan Bradl, Repsol Honda Team

Stefan Bradl, Repsol Honda Team
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Stefan Bradl, Repsol Honda Team

Stefan Bradl, Repsol Honda Team
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Stefan Bradl, Repsol Honda Team

Stefan Bradl, Repsol Honda Team
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Stefan Bradl, Repsol Honda Team

Stefan Bradl, Repsol Honda Team
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Stefan Bradl, Repsol Honda Team

Stefan Bradl, Repsol Honda Team
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Cal Crutchlow, Team LCR Honda

Cal Crutchlow, Team LCR Honda
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Jarvis: "La Yamaha si è persa quando è partito Lorenzo, ma non per quello"

Articolo precedente

Jarvis: "La Yamaha si è persa quando è partito Lorenzo, ma non per quello"

Prossimo Articolo

Viñales: “Sappiamo che soffriremo in accelerazione”

Viñales: “Sappiamo che soffriremo in accelerazione”
Carica commenti
MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania Prime

MotoGP: La griglia di partenza del Gran Premio di Germania

Andiamo a scoprire la griglia di partenza della classe regina del Motomondiale 2021 sul tracciato del Sachsenring.

MotoGP
20 giu 2021
Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez? Prime

Il Sachsenring può essere la "medicina" di Marc Marquez?

Il recupero dell'otto volte campione del mondo procede più a rilento del previsto anche a causa di una Honda poco competitiva. Questo fine settimana però si va al Sachsenring, dove è imbattuto dal 2010 comprese le classi minori: sarà l'occasione giusta per rivederlo al top?

MotoGP
16 giu 2021
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021