Binder: “Incredibile, non gestire le gomme è stato un vantaggio”

Brad Binder conquista il primo successo in carriera a Brno e regala a KTM la prima vittoria in MotoGP. Grande prestazione per il sudafricano, che ha spinto dall’inizio senza mai pensare di andare in gestione.

Binder: “Incredibile, non gestire le gomme è stato un vantaggio”

Alla vigilia del Gran Premio della Repubblica Ceca nessuno avrebbe immaginato che sul gradino più alto del podio di Brno sarebbe salita la KTM numero 33. È Brad Binder a conquistare il successo sulla pista ceca, il primo in carriera nella classe regina. Il sudafricano porta a frutto il grande lavoro svolto dalla casa austriaca e le regala la prima vittoria della storia in MotoGP.

Binder si impone su un ottimo Franco Morbidelli ed approfitta delle difficoltà dei grandi favoriti e corona il sogno di trionfare alla sua terza gara in MotoGP: “Non lo so come mi sento, non l’ho ancora ben capito. È una cosa folle, è un sogno che ho da sempre e ora l’ho realizzato. All’ultima vittoria in Moto2 mi sono detto ‘riproverò la stessa emozione’ e ci sono riuscito dopo tre gare. È incredibile, pensavo che ci sarebbe voluto molto tempo, ma non so nemmeno da dove cominciare. Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno aiutato ad arrivare qui, la mia famiglia per avermi sostenuto fin dal primo giorno e la mia squadra per avermi regalato oggi una moto così incredibile. Ed è assolutamente incredibile pensare a dove siamo ora”.

Il pilota KTM racconta la sua gara: “All'inizio della gara stavo seguendo Fabio e ho visto che iniziava a fare un po’ di più fatica rispetto a noi. Così ho deciso di superarlo e di provare ad inseguire Franco. Ad un certo punto Morbidelli ha iniziato ad avere difficoltà con la gomma posteriore, mentre con la mia mi sentivo ancora abbastanza bene, così mi sono messo dietro di lui per un giro e ho deciso di spingere per vedere cosa potevo fare. Da quel momento in poi non so…sono stati i 10 giri folli della mia vita! Mi sentivo come se non potessi, ho fatto tutto il più morbido e tranquillo possibile perché la gomma posteriore si stava deteriorando”.

“Appena ho provato a fare qualcosa di aggressivo ho avuto un po’ di pompaggio. Ho visto dal tabellone che avevo un certo gap, ma sentivo davvero che a tre giri dalla fine avevo un grande calo. Ero davvero preoccupato di aver fatto tutto il lavoro e negli ultimi giri gli altri sarebbero arrivati, ma ho cercato di mettere insieme gli ultimi tre giri più folli della mia vita. È incredibile pensare che oggi abbiamo tagliato il traguardo per primi!”.

“Venerdì eravamo in una situazione completamente diversa – prosegue Binder parlando del suo fine settimana – riuscivo a malapena a toccare l’acceleratore e mi sentivo come se stessi per essere gettato in aria. Così venerdì sera i ragazzi hanno fatto un grande lavoro prima di lasciare la pista e mi ricordo di aver detto ‘Non mi stresso, domani risolveranno tutto’. Così hanno fatto. Sì, già dalle FP3 la mia moto era molto più stabile e mi sentivo davvero, davvero bene. È anche dovuto al fatto che i ragazzi hanno messo insieme un pacchetto incredibile. Questa nuova moto è pazzesca. Lo dico ai ragazzi fin dalla prima volta che l'ho guidata. Sicuramente vedo un grande vantaggio quando vado con gli altri. Ovviamente ci sono piste dove facciamo più fatica degli altri, ma il nostro vantaggio è grande, quindi dobbiamo sfruttarlo dove siamo forti”.

Binder non si è risparmiato in gara e non ha pensato a gestire le gomme, sicuramente cruciali: “Anche ieri ho detto che non gestire può essere un vantaggio, non solo uno svantaggio. Ma sembra che stavolta sia stata buona. Sapevo che avremmo avuto un enorme calo della gomma posteriore, cosa che effettivamente è successa. Se si guardano i tempi sul giro rispetto a dove eravamo all'inizio, la differenza è enorme. Oggi ha funzionato tutto perfettamente. Ad essere onesti ho cercato di trattenermi molto all'inizio, avrei potuto schiacciare l'acceleratore molto prima con la prima gomma ma ho dovuto continuare a dirmi di stare calmo e cercare di non essere così aggressivo sull'acceleratore, anche in entrata di curva. Sì, abbiamo fatto un'ottima scelta di gomme, io e la mia squadra, e incredibile. Gran bella giornata”.

Guarda la MotoGP live su DAZN. Sempre a 9,99€ al mese

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
1/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
2/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
3/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
4/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
5/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
6/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
7/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
8/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
9/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
10/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
11/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
12/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
13/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
14/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
15/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
16/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
17/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Podio: il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
18/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing

Podio: il vincitore della gara Brad Binder, Red Bull KTM Factory Racing
19/19

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Morbidelli: "L'abbraccio con Vale? Sono qui soprattutto per lui"

Articolo precedente

Morbidelli: "L'abbraccio con Vale? Sono qui soprattutto per lui"

Prossimo Articolo

Dovizioso: "Vincere in Austria? Non ci stiamo capendo niente!"

Dovizioso: "Vincere in Austria? Non ci stiamo capendo niente!"
Carica commenti
Quartararo fa il Marquez della Yamaha Prime

Quartararo fa il Marquez della Yamaha

Fabio Quartararo è l'unica nota positiva in casa Yamaha. Il francese è il vero dominatore di questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP, con cinque pole e quattro vittorie che lo lanciano verso la conquista del titolo iridato. Gli altri tre piloti della casa giapponese, però, sono ben lontani dalla sufficienza...

Ducati: scommessa vinta... per ora Prime

Ducati: scommessa vinta... per ora

La Ducati è una piacevole conferma per questa prima metà della stagione 2021 di MotoGP. Seconda in campionato con Zarco e terza con Bagnaia, la casa di Borgo Panigale conferma la bontà della strategia di puntare sul legno verde, dando fiducia alla linea giovane dei suoi piloti che, al momento, sta performando ottimamente.

MotoGP
23 lug 2021
Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle Prime

Pagelle MotoGP, KTM: dalle stalle alle... stelle

La prima metà della stagione per KMT è a due facce: sino all'introduzione del nuovo telaio, le moto austriache hanno faticato apertamente dopo aver chiuso alla grande il mondiale 2020. Da quando è stata introdotta questa novità, però, Oliveira in primis è tornato ad essere una spina nel fianco per chi punta alle posizioni del podio. Bene anche Binder, mentre Petrucci e Lecuona...

MotoGP
16 lug 2021
Aprilia, manca il podio per eccellere Prime

Aprilia, manca il podio per eccellere

Andiamo a dare i voti alla prima parte della stagione 2021 di Aprilia. La casa di Noale sta cogliendo risultati ottimi nei primi GP sin qui disputati: veloce e costante, è una spina nel fianco per i "grandi", ma al momento le manca il podio per eccellere e consacrarsi

MotoGP
13 lug 2021
Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre Prime

Pagelle MotoGP: Suzuki rimandata a settembre

Diamo i voti a Suzuki: il costruttore nipponico sembra aver perso i suoi punti forti che hanno consentito di chiudere un 2020 in maniera trionfale. In questa prima parte del 2021, le GSXRR di Rins e Mir non hanno brillato in maniera monumentale. Solo il campione del mondo si salva, ma per essere all'altezza di quanto si è raggiunto lo scorso anno, occorre una seconda metà di stagione da incorniciare

MotoGP
11 lug 2021
L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas Prime

L'addio di Vinales a Yamaha tiene in scacco Petronas

La squadra malese è quella che probabilmente rischia di subire il maggior impatto dalla scelta di Maverick Vinales alla Yamaha. Se Franco Morbidelli sarà promosso nel team ufficiale dovrà cercare due piloti e al momento non ci sono troppe candidature realmente interessanti.

MotoGP
10 lug 2021
Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V Prime

Pagelle MotoGP: Marquez oltre i limiti della Honda RC213V

Andiamo ad inaugurare le pagelle di metà stagione dei costruttori presenti in MotoGP. Inziiamo con Honda, grande delusa di questa prima parte del 2021: il costruttore nipponico deve erigere una statua a Marc Marquez, unico pilota capace di portare a vincere - e sul podio - una RC213V che, al momento, sembra la moto peggiore del lotto

MotoGP
9 lug 2021
Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha Prime

Come Quartararo è diventato il leader di cui aveva bisogno Yamaha

Sono passati sei anni da quando Jorge Lorenzo ha dato alla Yamaha il suo ultimo titolo MotoGP nel 2015. Dalla sua partenza alla fine del 2016, lo stato di forma della Yamaha non è stato costante, ma ora ha finalmente trovato un nuovo talismano per tornare in vetta sotto la forma di un giovane francese talentuoso.

MotoGP
8 lug 2021