Baz deve saltare anche Assen, al suo posto c'è ancora Pirro

Il francese non ha ancora recuperato dalla frattura al piede rimediata al Mugello. Giovedì prossimo gli saranno rimosse le parti metalliche dal piede, quindi non potrà salire sulla Ducati dell'Avintia Racing nella giornata di venerdì.

Dopo l'infortunio del Mugello, Loris Baz sperava di riuscire a rientrare per la tappa di Assen del Mondiale MotoGP, ma il pilota francese non è ancora riuscito a recuperare dalle fratture multiple ridiate al piede destro.

Il recupero del portacolori dell'Avintia Racing dall'intervento chirurgico che è seguito procede nel migliore dei modi e nella giornata di ieri gli sono stati rimossi i punti. Tuttavia, non sarebbe ancora in grado di guidare la sua Ducati, che quindi sarà affidata nuovamente a Michele Pirro, collaudatore della Casa italiana che lo aveva già sostituito a Barcellona un paio di settimane fa.

"Sono molto dispiaciuto di non essere in grado di guidare ad Assen, perché era il mio target fin dall'incidente del Mugello" ha detto Baz.

"Se devo essere onesto però i dottori mi avevano detto quasi subito che sarebbe stato molto difficile. Ho datto del mio meglio, ma dovrò aspettare giovedì prossimo per rimuovere tutte le parti metalliche dal mio piede, quindi sarà impossibile guidare venerdì".

Il nuovo obiettivo, dunque, è rientrare in Germania, a metà luglio. Nel frattempo sulla sua Desmosedici GP14.2 ci sarà Pirro, che quindi si appresta a fare la sua sesta apparizione stagionale nella classe regina.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP d'Olanda
Circuito Assen
Piloti Michele Pirro , Loris Baz
Team Avintia Racing
Articolo di tipo Ultime notizie