Bastianini: “A fine gara avevo i capelli negli occhi, non vedevo”

A Doha, Enea Bastianini ha sfiorato la top 10 con un undicesimo posto di cui però si ritiene soddisfatto. A fine gara però ha rivelato di aver faticato a causa dei capelli che gli sono finiti davanti agli occhi impedendogli di vedere bene. Il bilancio delle prime due gare in Qatar è comunque positivo.

Bastianini: “A fine gara avevo i capelli negli occhi, non vedevo”

Era stato il migliore dei rookie nei test pre-stagionali a Losail e lascia il Qatar con un bilancio decisamente positivo: Enea Bastianini ha concluso il Gran Premio di Doha a ridosso della top 10, con una 11esima posizione che lo fa essere più che soddisfatto di quanto raccolto in questo mese tra test e weekend di gara. Il pilota del team Esponsorama archivia le prime due gare in MotoGP con entusiasmo e forte dei grandi apprendimenti, che sfrutterà nel futuro prossimo.

Il debuttante ha girato in gara sui tempi dei primi e chiude il secondo weekend della stagione con soddisfazione: “Sono molto soddisfatto, perché soprattutto dopo qualche giro che sono riuscito a venir su, mi sono trovato da solo, con un distacco di 1.5 secondi da quello davanti, e ho iniziato a girare abbastanza forte. Per un momento ho girato anche più forte del gruppo di testa, quindi sono sicuramente soddisfatto. Poi purtroppo negli ultimi giri mi sono andati i capelli negli occhi e col sudore non vedevo più niente, mi ero deconcentrato e non sono riuscito a superare quei tre o quattro piloti che avevo davanti. Mannaggia, non ci voleva”.

Il fine settimana di Doha però è andato in progressione e Bastianini, che ha iniziato non benissimo ma ha concluso con una bella gara: “Sono contento, perché sono partito bene e poi avevo un bel ritmo, con la moto mi trovavo molto bene. Solo in due o tre punti vedevo che perdevo un po’ rispetto agli altri, ma nel resto della pista ero anche un filino più veloce, quindi diciamo che siamo molto soddisfatti di questo gran premio”.

Per tornare ad essere così efficace dopo un inizio zoppicante, il campione Moto2 in carica rivela di aver imparato a lavorare meno con il freno posteriore: “Devo dire che sabato avevamo fatto un bello step nelle FP3, ero riuscito ad essere abbastanza veloce anche nelle FP4. Purtroppo in qualifica c’è stato il problema alla moto e mi sono distratto un po’. Però vedendo i dati, si vedeva che durante sta settimana il grip era meno sulla pista, usavo molto il freno dietro. In gara ho iniziato ad usarlo ogni giro di meno e ho notato un beneficio, perché tutte le volte che pinzavo un po’ col posteriore mi si muoveva e mi buttava fuori. Quindi ho dovuto fare un lavoro sul setting ma anche sul mio stile. Ho imparato tante cose. La chiave per me è non aver usato il freno dietro. Sembra una banalità, ma in realtà quando c’è poco grip con la nostra moto funziona non usare il freno dietro, che invece è fondamentale quando c’è grip”.

 

La seconda gara della stagione chiude la parentesi Losail, che Bastianini ritiene fondamentale per l’apprendimento della MotoGP. Inoltre in partenza ha azionato l’abbassatore, memore dell’esperienza della scorsa settimana: “L’abbassatore l’ho usato, infatti sono partito un pochino meglio. In realtà è semplice da usare, l’unica cosa è che bisogna ricordarselo. Il mio feeling ora è migliore, perché guido in maniera più rilassata. Ora so com’è una gara della MotoGP, perché è importante iniziare nelle prime due file per provare ad essere sul podio. Ma anche se sei dietro puoi fare una buona gara e ottenere un buon risultato. Ma se fosse possibile sarebbe meglio essere davanti. Per la prossima gara devo spingere di più in qualifica e poi si vedrà”.

Ora però si vola in Europa e la prima gara nel vecchio continente è a Portimao. Prima di andare in Portogallo si riposerà per ricaricare le batterie e per affrontare dei weekend più complicati: “Io adesso mi fermo un attimo, nel senso che bisogna andare a casa, mi riposo, mi alleno. Poi quando si entrerà nel lunedì del weekend di gara ci concentreremo per capire cosa ci serve. Qua abbiamo già dimostrato di essere veloci, adesso inizieranno delle piste in cui ogni volta che ci andrò sarà nuovo con la MotoGP. Quindi andrà tutto un po’ più a rilento e sarà più difficile, però lo sappiamo e lo mettiamo in conto”.

Gli episodi che maggiormente hanno colpito durante il weekend sono stati lo screzio tra Jack Miller e Joan Mir e la rimonta fenomenale di Pedro Acosta in Moto3. Bastianini spende due parole su quanto avvenuto: “Il contatto tra Jack e Joan l’ho visto da lontano, poi ho visto le inquadrature. Però non mi esprimo perché lo vorrei rivedere bene, da ogni prospettiva. Quindi non so bene cosa sia successo e cosa ci sia stato. Di sicuro sarebbe meglio che queste cose non succedessero”.

“Pedro è stato incredibile, non ho mai visto fare una gara così – commenta riferendosi ad Acosta in Moto3 – Mi ricordo che Binder a Jerez era partito ultimo e aveva vinto, però è stato veramente forte, tanto di cappello. C’è da dire che la Moto3 è diventata un po’ un disastro, perché fa fatica a venire fuori il pilota. Il fatto che lui sia riuscito a venire fuori significa che non gli si può dire niente. Non è facile per quelli davanti non darsi noia e permettergli di rientrare, ma evidentemente lui ha la mentalità da vincente”.  

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
1/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
2/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
3/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
4/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing ai box

Enea Bastianini, Esponsorama Racing ai box
5/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
6/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
7/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
8/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
9/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
10/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
11/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
12/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
13/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
14/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
15/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
16/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
17/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
18/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
19/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
20/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
21/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
22/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
23/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
24/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
25/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
26/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
27/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
28/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
29/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
30/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing
31/31

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Marini: “Sono arrabbiato, peccato non ottenere quanto potevamo”

Articolo precedente

Marini: “Sono arrabbiato, peccato non ottenere quanto potevamo”

Prossimo Articolo

Morbidelli: "Se andrà male a Portimao, sarà preoccupante"

Morbidelli: "Se andrà male a Portimao, sarà preoccupante"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Doha
Sotto-evento Gara
Location Losail International Circuit
Piloti Enea Bastianini
Team Avintia Racing
Autore Lorenza D'Adderio
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021