Barbera: "Per replicare spesso questi risultati dovrei avere moto più veloci"

condivisioni
commenti
Barbera:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
16 lug 2016, 14:40

Hector Barbera ha centrato il secondo miglior tempo nelle Qualifiche del GP di Germania, regalando al team Avintia Racing una prima fila inaspettata.

Hector Barbera, Avintia Racing
Hector Barbera, Avintia Racing
Tito Rabat, Marc VDS Racing Honda e Hector Barbera, Avintia Racing
Tito Rabat, Marc VDS Racing Honda e Hector Barbera, Avintia Racing
Hector Barbera, Avintia Racing
Hector Barbera, Avintia Racing
Hector Barbera, Avintia Racing
Hector Barbera, Avintia Racing

Marc Marquez in pole, Valentino Rossi in terza posizione. La prima fila del Gran Premio di Germania è occupata da grandi firme della MotoGP ma anche da una grande sorpresa: Hector Barbera.

Il pilota spagnolo ha portato la Ducati del team Avintia Racing al secondo posto assoluto nelle Qualifiche tedesche grazie a un giro molto rapido, fatto grazie alla collaborazione involontaria del poleman. Barbera ha infatti preso la scia di Marquez ed è riuscito a portare la sua Ducati in prima fila.

"Nelle piste in cui ci sono chicane facciamo molta fatica, invece in quelle in cui possiamo frenare con la moto dritta siamo più competitivi. In questa pista non si sfrutta molto la potenza, dunque avendo una moto di due anni fa non abbiamo patito troppo la differenza e ci ha permesso di essere in seconda posizione in griglia. Ecco perché siamo più vicini ai primi", ha detto lo spagnolo al termine delle Qualifiche.

"E' difficile dire che tipo di gara mi aspetterà domani. E' possibile che venga a piovere, dunque non si sa mai cosa aspettarsi in quelle condizioni. Partirò dalla prima fila e l'obiettivo della mia gara di domani sarà semplicemente chiuderla nella posizione migliore possibile. Per quanto riguarda il ritmo gara credo ci siano differenze con i primi ma nelle Libere 4 ho girato molto con gomme molto usate e il mio ritmo era buono".

A volte Barbera riesce a fare tempi di tutto rispetto in qualifica, ma non riesce a farlo con continuità. Ecco come spiega questo fatto il pilota del team Avintia: "Faccio risultati alterni e per fare qualcosa di più costante servirebbe un'altra moto. Gareggio con una Ducati GP14.2, una moto di due anni fa e questo certamente si fa sentire. Il team ufficiale ha più soldi, più personale, più ricambi. Quando ci sono condizioni più difficili del solito noi fatichiamo, io come tutti i piloti satellite".

"Non so se ho fatto un mezzo miracolo. Però forse basta comparare il mio tempo di queste qualifiche con quelli fatti segnare dai piloti che corrono con la mia stessa moto e vedere dove sono loro...".

Prossimo articolo MotoGP
Sachsenring: curva 11 al centro delle polemiche per le troppe cadute

Articolo precedente

Sachsenring: curva 11 al centro delle polemiche per le troppe cadute

Prossimo Articolo

La telemetria smonta il caso-Marquez: il cambio moto in gara è regolare

La telemetria smonta il caso-Marquez: il cambio moto in gara è regolare
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP di Germania
Location Sachsenring
Piloti Hector Barbera
Team Avintia Racing
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Intervista