Bagnaia: "Parto 14esimo, ma ho un passo da top 6"

Nonostante una qualifica negativa, il pilota della Ducati Pramac non si arrende e spera di rimontare in una gara in cui la gestione gomme conterà parecchio.

Bagnaia: "Parto 14esimo, ma ho un passo da top 6"

Sarebbero bastati pochi millesimi a Pecco Bagnaia per staccare il pass della Q2 del Gran Premio di Catalogna. Il pilota del Pramac Racing però non è riuscito a sfruttare al meglio la sua Ducati nel T4 e si è ritrovato così eliminato al termine della Q1 e costretto a prendere il via dalla 14esima casella dello schieramento di partenza di Barcellona.

Una vera disdetta, visto che nella FP4 aveva mostrato un passo degno delle prime posizioni, anche se non tutto è perduto, perché per domani si prospetta una gara nella quale la gestione della gomma potrebbe avere una grande importanza, quindi ancora aperta a qualsiasi tipo di risultato.

"Oggi abbiamo fatto uno step importante, almeno a livello di passo gara. In qualifica purtroppo ho sbagliato più che altro io, perché non sono stato veloce nell'ultimo settore, altrimenti sarei riuscito a passare in Q2" ha detto Pecco.

"Stiamo lavorando per trovare una soluzione per il T4, perché è dove perdo di più anche rispetto alle altre Ducati. Se riusciamo a mettere a posto anche le ultime due curve, il passo migliorerà ancora" ha aggiunto.

Come detto, però, per domani può contare su un passo da top 6, ma rimontare riuscendo ad essere dolce sulle gomme non sarà per niente semplice.

"La cosa positiva di oggi è che il passo è buono, perché in FP4 riuscivo a girare sull'1'40"5-1'40"7 abbastanza facilmente, ma ovviamente partire 14esimo è dura. Sarà una gara un po' atipica, perché i tempi si alzeranno tantissimo: abbiamo le gomme sbagliate per questa situazione e quindi sarà difficile essere veloci e costanti per tutta la durata della gara. Potrebbe essere comunque una gara interessante, perché parto 14esimo, ma ho il ritmo per stare nei primi sei".

Leggi anche:

Riguardo alle gomme poche adatte alla temperatura, Bagnaia non ha voluto polemizzare con la Michelin, ma solo prendere atto di un dato di fatto.

"Michelin non ha colpe. Ha portato delle gomme per temperature più alte, invece siamo stati fregati: giovedì c'erano 28 gradi, invece oggi ce ne sono 20 e stamattina erano addirittura 12. Purtroppo Michelin ha scelto le gomme in funzione delle condizioni che ci saremmo aspettati, ma sono diverse e quindi non sarà semplice".

La seconda parte di gara, dunque, rischia di essere un po' una grande incognita per tutti.

"Sono a posto per i primi 15 giri, mentre la seconda parte di gara sarà un po' un dubbio per tutti, perché è una situazione che non abbiamo provato e su questa pista le gomme si mangiano proprio tanto".

"Se le condizioni dovessero essere come oggi, sarà una gara difficile da questo punto di vista, a maggior ragione perché partendo 14esimo dovrò cercare di recuperare all'inizio, ma senza stressare troppo le gomme".

Un aiuto però gli potrebbe arrivare dal poderoso motore della Desmosedici GP, soprattutto su una pista con un rettilineo così lungo e che offre anche una lunga accelerazione tra la partenza e la prima curva.

"Se domani riuscissi a mettermi subito nei primi otto sarebbe un gran vantaggio. Sarà difficile perché ormai tutti hanno il sistema di partenza, noi però di solito partiamo bene, quindi se riusciamo a non perdere questo vantaggio che abbiamo al via ci può dare un aiuto a non stressare troppo la gomma posteriore".

Riguardo al T4 invece può provare a carpire qualche segreto al compagno di box Jack Miller, che è proprio in quel tratto che ha costruito il passaggio alla Q2 ed il quarto posto in griglia.

"Jack è più veloce di tre decimi al T4, ma anche Zarco lo fa bene. Io fortunatamente faccio molto bene il T1 ed il T2, quindi riesco ad essere abbastanza allineato. Nelle staccate ora riesco a fermarmi bene, quindi devo capire cosa fare nelle ultime due curve perché è dove perdo di più".

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Pramac Racing

Francesco Bagnaia, Pramac Racing
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
MotoGP, Barcellona: prima pole di Morbidelli, Rossi terzo!

Articolo precedente

MotoGP, Barcellona: prima pole di Morbidelli, Rossi terzo!

Prossimo Articolo

Dovizioso disperato: "Non riesco a frenare..."

Dovizioso disperato: "Non riesco a frenare..."
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP della Catalogna
Sotto-evento Qualifiche 2
Location Circuit de Barcelona-Catalunya
Piloti Francesco Bagnaia
Team Pramac Racing
Autore Matteo Nugnes
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021