Bagnaia: "Massacrato per quello che ho detto al Mugello"

Il pilota della Ducati ha rivelato di essere stato bersagliato per le sue dichiarazioni dopo il GP d'Italia, ma non ha fatto un passo indietro sulla sua visione. La cosa positiva è che è riuscito ad accettare quello che è successo a Jason Dupasquier, quindi è pronto a ripartire da Barcellona, con la voglia di recuperare punti su Quartararo.

Bagnaia: "Massacrato per quello che ho detto al Mugello"

Domenica scorsa, al Mugello, Pecco Bagnaia è stato senza ombra di dubbio uno dei piloti più colpiti dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier. Il pilota della Ducati non si è nascosto ed ha detto apertamente che secondo lui è stato un errore correre, trovandolo un gesto irrispettoso nei confronti del 19enne svizzero.

Tra le altre cose, quella del GP d'Italia si è rivelata una domenica disastrosa per il piemontese, che è caduto quasi subito mentre il suo rivale Fabio Quartararo si involava verso la vittoria, allungando a +26 nei suoi confronti. Un errore che a caldo aveva definito dovuto alla mancanza di concentrazione per quanto accaduto. Una dichiarazione per la quale aveva ricevuto molte critiche sui social network, ma che ha confermato a mente fredda alla vigilia del weekend del Gran Premio di Catalogna.

"Qualsiasi cosa dirò, in ogni caso verrà presa male, perché sono già stato massacrato abbastanza riguardo alla mia dichiarazione di domenica. Quello che voglio dire è solo una cosa: purtroppo la gente da casa non riesce a capire le varie situazioni. Il mio errore è stato dettato dal fatto che non ero concentrato. Ognuno può pensarla a modo suo, ma io so come sono andate le cose realmente, perché sulla moto c'ero io", ha spiegato Bagnaia.

"E' stato un errore stupido, banale. Un qualcosa che in una situazione nonrmale non avrei mai fatto, perché durante il weekend non ero mai andato sul cordolo esterno prima di entrare all'Arrabbiata 2. Per forza di cose è stato un errore di deconcentrazione e dovuto al non avere serenità. Ho letto anche cose brutte e dopo un weekend del genere, dimenticarsi della disgrazia per parlar male di me non è stato di buon gusto", ha aggiunto.

Se non altro, questi pochi giorni di stacco sono stati utili per accettare quanto accaduto in Toscana ed iniziare a conviverci, trovando anche la voglia di voltare pagina questo fine settimana a Barcellona, con la convinzione di poter ritrovare la stessa competitività che aveva trovato al Mugello prima dell'errore.

Leggi anche:

"Grazie a tutte le persone a casa e all'allenamento sono riuscito ad accettare questo fatto già nella giornata di lunedì. E' stato molto difficile, ma l'ho accettato: è il nostro lavoro, è la nostra passione e Jason aveva il nostro stesso sogno, quindi bisogna accettarlo".

"Non si dimentica una cosa così, non ci passi sopra, ma penso che questo weekend tutti i piloti correranno ancora per lui e lo faranno per tutte le stagioni a venire. Io sono convinto di poter fare un bel lavoro questo weekend. Nello scorso mi sono sentito veramente forte, forse ero l'unico che avrebbe potuto giocarsela con Quartararo, e voglio ripartire da lì".

Proprio con Quartararo dovrà fare i conti, perché la classifica ora gli impone di provare a ridurre le distanze, o almeno ad evitare di continuare a veder crescere il gap.

"Fabio è un grandissimo avversario: è forte, è costante ed ha trovato la sua dimensione con il team ufficiale Yamaha, quindi è molto competitivo. Sicuramente non possiamo più perdere troppi punti da lui, perché sono più di una gara indietro".

"Dobbiamo iniziare da adesso a recuperare più punti possibile, perché ho già fatto uno zero, quindi non posso più permettermene. Cercherò in ogni modo di provare a stargli davanti", ha concluso.

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
1/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
2/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
3/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
4/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
5/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
6/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
7/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
8/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
9/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
10/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
11/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
12/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
13/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
14/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team davanti a tutti alla partenza della gara
Francesco Bagnaia, Ducati Team davanti a tutti alla partenza della gara
15/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team davanti a tutti alla partenza della gara
Francesco Bagnaia, Ducati Team davanti a tutti alla partenza della gara
16/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team davanti a tutti alla partenza della gara
Francesco Bagnaia, Ducati Team davanti a tutti alla partenza della gara
17/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

La moto incidentata di Francesco Bagnaia, Ducati Team
La moto incidentata di Francesco Bagnaia, Ducati Team
18/18

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Frattura al braccio per Rins: salta il GP di Catalogna
Articolo precedente

Frattura al braccio per Rins: salta il GP di Catalogna

Prossimo Articolo

Vinales: “Galbusera? Non ho chiesto io, ha deciso Yamaha”

Vinales: “Galbusera? Non ho chiesto io, ha deciso Yamaha”
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021