Bagnaia: "Ho fatto dei passi avanti immensi quest'anno"

Il ducatista è rimasto piacevolmente sorpreso dal suo venerdì valenciano, perché ha ritrovato il feeling delle ultime uscite anche su una pista che non è amata da lui quanto dalla sua Ducati. Un altro segnale molto positivo anche in vista del futuro.

Bagnaia: "Ho fatto dei passi avanti immensi quest'anno"
Carica lettore audio

Probabilmente il primo a doversi stropicciare gli occhi quando guarda la classifica è proprio lui, ma Pecco Bagnaia non avrebbe pensato di ritrovarsi terzo, a pochi millesimi dalla vetta, a Valencia. Una pista che non è mai stata particolarmente digesta alla Ducati, ma che soprattutto non è mai piaciuta al vice-campione del mondo.

Invece oggi si è ritrovato di fronte ad una bella sorpresa. Nonostante una scivolata alla curva 2 in mattinata, quando la pista era bagnata, nel secondo turno di prove libere è riuscito a riallacciare il filo con quanto ha fatto nelle ultime uscite ed è riuscito subito a guidare la sua Desmosedici GP con una grande naturalezza. Il risultato è stato che non solo si è divertito, ma è riuscito anche ad essere molto veloce.

"Sono contento, perché penso che sia stato il mio miglior venerdì di sempre a Valencia. Mi sono divertito molto. Stamattina sul bagnato mi sentivo alla grande, poi pomeriggio ho ritrovato subito il feeling delle ultime gare, quindi abbiamo potuto provare diverse cose e sappiamo già su cosa dobbiamo lavorare nei prossimi giorni", ha detto Bagnaia a fine giornata.

"Sono davvero felice. Rispetto all'anno scorso è tutto un altro mondo, ma non è la prima volta che mi sento più forte. Forse è perché ora lavoro meglio e per la prima volta mi sento forte anche qui. E' davvero una bella sensazione", ha aggiunto, dando l'idea di essere veramente soddisfatto come poche altre volte in carriera.

Leggi anche:

Ancora una volta, ha ribadito quindi che con questa seconda parte di stagione sta costruendo delle basi molto solide sui cui lavorare nel 2022 per dare la caccia al titolo fin dalle primissime battute.

"Penso che i passi avanti fatti quest'anno siano stati immensi e mi aiuteranno sicuramente il prossimo anno. Ma trovarmi così bene a Valencia, che è una pista su cui ho sempre faticato tanto, è stato proprio bello. Come a Portimao, continuo a divertirmi in ogni giro che faccio. Dovrebbe essere sempre così, quindi sono contento che lo sia. Fortunatamente, quest'anno ho trovato la mia dimensione, anche se forse l'ho fatto un po' tardi. Ma essere veloce qui mi dà una grandissima forza in vista dei prossimi giorni".

Nel pomeriggio è stato uno dei pochi piloti che hanno scelto di montare la gomma dura all'anteriore, cosa che ha stupito non poco. Anche se in realtà il ducatista ha spiegato che c'è un motivo molto semplice.

"A Valencia abbiamo sempre un'allocazione particolare per le basse temperature, quindi la dura che la Michelin porta qui viene usata come soft o come media in altri circuiti. Questo fine settimana non fa troppo freddo e quando ho provato la media mi sono trovato bene, ma avevo bisogno di un po' più di supporto e l'ho trovato montando la dura".

Diversi colleghi si sono lamentati anche della quantità d'acqua che rimane sulla pista in caso di pioggia. Anche Pecco si è accodato a questa lamentela, anche se ha sottolineato che la sua scivolata è stata principalmente dovuta ad un suo errore.

"Solo la prima curva ha l'asfalto nuovo e sul bagnato è buono, perché drena molto bene. Nel resto della pista però l'acqua rimane in superficie e si scivola molto. Stamattina sono caduto, ma perché stavo spingendo molto. In tutte le staccate, ad eccezione di quella per la curva 1, è molto scivoloso. Poi sul bagnato sono davvero difficili anche la curva a 4 e la curva 5, perché la gomma posteriore fa fatica a scaldarsi sul lato destro. Pomeriggio invece la situazione era ok con la pista asciutta".

Infine, gli è stato chiesto se i piloti siano riusciti ad organizzarsi per fare una sorpresa a Valentino Rossi dopo la sua ultima gara in MotoGP, ma al momento non sembra bollire in pentola niente di particolare. Il ducatista però spinge per una parata tutti alle sue spalle nel giro d'onore, anche se non sa se sarà realizzabile o meno.

"No è stato pianificato niente, anche perché mettere d'accordo 20 piloti è impossibile. Vedremo cosa si potrà fare. A me piacerebbe poter fare il giro d'onore dietro a lui, sarebbe la cosa più bella, ma non sarà facile convincere 20 piloti, anche perché non avremo modo di parlarci. Spero che comunque la VR46 abbia organizzato per fare in modo che sia davvero bello, ma non mi dicono mai niente: ieri non sapevo neanche che c'erano tutte le moto dei suoi Mondiali", ha concluso.

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
1/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
2/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
3/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
4/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
5/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
6/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
7/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
8/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
9/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
10/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
11/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
12/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Francesco Bagnaia, Ducati Team
Francesco Bagnaia, Ducati Team
13/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Quartararo: “Caduta inspiegabile, sono totalmente perso”
Articolo precedente

Quartararo: “Caduta inspiegabile, sono totalmente perso”

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP | Le prove libere del Gran Premio di Valencia

Fotogallery MotoGP | Le prove libere del Gran Premio di Valencia
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021