Aragon, Libere 2: Marquez risponde alle Ducati, le Yamaha beccano 1"

condivisioni
commenti
Aragon, Libere 2: Marquez risponde alle Ducati, le Yamaha beccano 1
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
21 set 2018, 13:07

Il pilota della Honda ha piazzato una zampata importante, staccando di un decimo la Rossa di Lorenzo e di quattro quella di Dovizioso. Bene Iannone, quinto con la Suzuki, mentre le M1 sono in grande difficoltà.

Dopo il dominio Ducati di questa mattina, nella seconda sessione di prove libere del GP d'Aragon è arrivata la riscossa di Marc Marquez. Il leader della classifica iridata ha messo la sua Honda davanti a tutti e lo ha fatto piazzando un ottimo 1'47"382. Un crono che gli ha permesso di mettere in fila proprio le due Ducati ufficiali, con nell'ordine Jorge Lorenzo davanti ad Andrea Dovizioso: il maiorchino ha chiuso a soli 138 millesimi dalla performance del #93, mentre il forlivese è ad oltre quattro decimi e va detto che tra i big è forse quello che ha migliorato meno rispetto a questa mattina.

Le Honda comunque si sono mostrate in buona forma in generale, perché in quarta posizione, appena 27 millesimi più indietro rispetto a Dovizioso, c'è la RC213V con i colori LCR affidata a Cal Crutchlow, ma non solo. Anche Dani Pedrosa, infatti, ha dato una bella scalata alla classifica, portandosi al settimo posto nella cumulativa, anche se con un secondo di ritardo sulla moto gemella della HRC.

Davanti allo spagnolo c'è il tandem tutto italiano composto da Andrea Iannone e Danilo Petrucci. Interessante soprattutto la prestazione del pilota della Suzuki, che per diversi minuti è stato anche al comando della classifica, riuscendo comunque a ridurre il suo distacco dalla vetta a poco più di mezzo secondo. Assolutamente non male se si pensa che il compagno Alex Rins è solo 16esimo ed è stato un secondo più lento.

Per il "Petrux" invece c'è stato un piccolo passo indietro rispetto a questa mattina, ma comunque è riuscito a ritagliarsi un posto nella top 10 a differenza del compagno di squadra Jack Miller, che è arretrato addirittura fino alla 12esima piazza con la GP17 del Pramac Racing.

Leggi anche:

E' stata una sessione decisamente complicata invece per le due Yamaha: Valentino Rossi e Maverick Vinales completano il quadro della top 10 in nona e decima posizione, alle spalle anche della Ducati Aspar di un ottimo Alvaro Bautista. Il "Dottore" si ritrova ad oltre un secondo sul "time attack" e le cattive notizie non sono finite qui, perché le M1 hanno un ritardo in linea anche sul passo gara ed hanno dato la sensazione di disintegrare le gomme nello spazio di pochissimi giri, a differenza di Honda e Ducati.

Peccato per Franco Morbidelli, beffato da Vinales praticamente a tempo scaduto e rimasto fuori dalla top 10 cumulativa per appena 102 millesimi con la sua Honda della Marc VDS. Detto del 12esimo tempo di Miller, alle sue spalle ci sono i due fratelli Espargaro, che rispetto alla FP1 si sono scambiati le posizioni: Aleix ha portato la sua Aprilia davanti alla KTM di Pol, anche se per soli 42 millesimi. Entrambi però sono ad oltre 1"4 dalla vetta.

Notte fonda poi anche per Johann Zarco, che si ritrova addirittura 17esimo a 1"6 con la Yamaha Tech 3. Buona invece la progressione dell'esordiente Jordi Torres, che ha concluso la sua prima giornata in MotoGP a 3"6 da Marquez, ma soprattutto ad appena 1"1 dal compagno di squadra Xavier Simeon, che ha alle spalle una stagione d'esperienza e dispone anche di una più recente Ducati GP17 contro la sua GP16.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 19 1'47.382     170.240 337
2 99 Spain Jorge Lorenzo Ducati 15 1'47.520 0.138 0.138 170.022 335
3 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 19 1'47.835 0.453 0.315 169.525 336
4 35 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 17 1'47.862 0.480 0.027 169.483 341
5 29 Italy Andrea Iannone Suzuki 20 1'47.919 0.537 0.057 169.393 334
6 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 19 1'48.134 0.752 0.215 169.056 339
7 26 Spain Daniel Pedrosa Honda 19 1'48.389 1.007 0.255 168.659 339
8 19 Spain Alvaro Bautista Ducati 19 1'48.452 1.070 0.063 168.561 334
9 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 19 1'48.501 1.119 0.049 168.485 333
10 25 Spain Maverick Viñales Yamaha 18 1'48.552 1.170 0.051 168.405 333
11 21 Italy Franco Morbidelli Honda 16 1'48.654 1.272 0.102 168.247 331
12 43 Australia Jack Miller Ducati 17 1'48.680 1.298 0.026 168.207 332
13 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 13 1'48.808 1.426 0.128 168.009 331
14 44 Spain Pol Espargaro KTM 16 1'48.850 1.468 0.042 167.944 333
15 38 United Kingdom Bradley Smith KTM 17 1'48.861 1.479 0.011 167.927 334
16 42 Spain Alex Rins Suzuki 20 1'48.902 1.520 0.041 167.864 337
17 5 France Johann Zarco Yamaha 19 1'48.997 1.615 0.095 167.718 331
18 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 16 1'49.016 1.634 0.019 167.689 335
19 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 19 1'49.123 1.741 0.107 167.524 332
20 45 United Kingdom Scott Redding Aprilia 16 1'49.441 2.059 0.318 167.037 333
21 12 Switzerland Thomas Lüthi Honda 18 1'49.690 2.308 0.249 166.658 333
22 10 Belgium Xavier Simeon Ducati 18 1'49.925 2.543 0.235 166.302 325
23 55 Malaysia Hafizh Syahrin Yamaha 17 1'49.937 2.555 0.012 166.284 331
24 81 Spain Jordi Torres Ducati 17 1'51.081 3.699 1.144 164.571 334
Prossimo articolo MotoGP
Aragon, Libere 1: Dovizioso guida un grande poker Ducati, Rossi è settimo

Articolo precedente

Aragon, Libere 1: Dovizioso guida un grande poker Ducati, Rossi è settimo

Prossimo Articolo

Petrucci: "Sto cercando di lavorare in vista dell'anno prossimo"

Petrucci: "Sto cercando di lavorare in vista dell'anno prossimo"
Carica commenti