Aprilia: ufficiale il rinnovo biennale di Aleix Espargaro

La Casa di Noale ha annunciato di aver firmato con il pilota spagnolo un contratto che li legherà ancora per il 2021 ed il 2022.

Aprilia: ufficiale il rinnovo biennale di Aleix Espargaro

La griglia di partenza della stagione 2021 della MotoGP continua a prendere forma. Oggi è stata la volta dell'Aprilia di mettere il suo primo punto fermo per il futuro, annunciando un rinnovo che ormai era nell'aria da diverse settimane: quello di Aleix Espargaro.

Lo stesso spagnolo aveva anticipato a Motorsport.com di essere vicinissimo alla firma un paio di settimane fa, quando era andato a Barcellona per fare il suo ritorno in pista su una RSV4 dopo il lockdown. Del resto, questa sarà già la quarta stagione con la Casa di Noale per il pilota di Granollers e probabilmente lo stimolo più grande a continuare questa avventura è stato il debutto della nuova RS-GP.

Dopo aver faticato nelle sue prime tre annate in Aprilia, infatti, Aleix nei test invernali ha scoperto una moto completamente rinnovata, sia a livello di ciclistica che di motore, con un'aerodinamica innovativa, che si è immediatamente rivelata molto competitiva.

Essendo una moto completamente nuova, c'è ancora qualche problemino di affidabilità da sistemare, ma la cosa più importante per il più anziano dei fratelli Espargaro è che Aprilia Racing ha sfornato una moto competitiva che rappresenta un'ottima base su cui lavorare nei prossimi due anni.

Leggi anche:

Il contratto firmato infatti è un biennale, ma la sensazione è che, se le cose andranno come sperano entrambe le parti, potrebbe essere il preludio ad un rapporto ancora piuttosto lungo, che potrebbe portare Aleix a concludere la sua carriera nella classe regina difendendo i colori del marchio italiano.

Per quanto riguarda il secondo pilota, l'intenzione dell'Aprilia sarebbe quella di confermare anche Andrea Iannone, ma il futuro dell'abruzzese è legato a doppio filo al verdetto del ricorso al TAS contro la sua squalifica di 18 mesi, che dovrebbe arrivare in estate.

"Sono felice di questa conferma. L’aspetto umano è per me importantissimo e in quattro stagioni Aprilia è diventata la mia seconda famiglia e con questo contratto, che è certamente il più importante della mia carriera, mi hanno dimostrato che sono al centro di questo progetto. A livello tecnico mi hanno convinto la crescita degli ultimi mesi, con l’arrivo di tante forze nuove, e l’esordio della RS-GP 2020 che è andata così bene ai test. Sento che dobbiamo finire il lavoro iniziato questo inverno, non vedo l’ora di ritrovare tutta la mia squadra e gareggiare con la moto nuova, per portare questo progetto dove merita" ha detto Aleix Espargaro.

"Volevamo in tutti i modi la conferma di Aleix e siamo molto contenti che sia arrivata. In un momento di grande fermento del mercato piloti, dare continuità al nostro progetto con un pilota del calibro di Aleix è fondamentale. Con lui, che abbiamo definito il capitano di questa squadra, abbiamo iniziato un progetto totalmente nuovo, coinvolgendo nuove risorse e portando in pista una moto che sembra nata bene. Ora speriamo che porti presto una Aprilia in alto, dove non è mai stata nella storia della MotoGP" ha aggiunto Massimo Rivola, CEO di Aprilia Racing.

Il pilota di Vasto era stato trovato positivo al Drostonalone, uno steroide anabolizzante, in occasione del Gran Premio della Malesia dello scorso anno, ma la stessa sentenza del processo della FIM aveva riconosciuto che si è trattato di una contaminazione alimentare e che quindi non c'era stato dolo da parte di Iannone.

Per questo c'era grande ottimismo in vista dell'appello presentato al TAS, anche se nelle ultime settimane c'è stato un nuovo inserimento della WADA (l'arbitro di parte scelto dalla FIM è un suo uomo di fiducia), che vorrebbe addirittura veder inasprire la sanzione di Andrea per evitare che anche il Drostonalone possa entrare nell'elenco delle sostanze assumibili per contaminazione alimentare.

Dall'esito di questa disputa, dipenderà il futuro di Iannone, ma anche di quello dell'Aprilia, che in caso di conferma della squalifica potrebbe dirottare le sue attenzioni su Danilo Petrucci, recentemente scaricato dalla Ducati. Sempre però che nel frattempo il pilota di Terni non abbia ceduto alla corte della KTM, che lo avrebbe messo in cima alla lista dei papabili per sostituire il partente Pol Espargaro, che nel 2021 si andrà ad accasare alla Honda Repsol.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini, dettaglio della moto

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini, dettaglio della moto
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
6/15

Foto di: Aprilia Racing

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
7/15

Foto di: Aprilia Racing

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
14/15

Foto di: Aprilia Racing

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team Gresini
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Dovizioso: via libera da Ducati per una gara di cross

Articolo precedente

Dovizioso: via libera da Ducati per una gara di cross

Prossimo Articolo

Caso Iannone: la WADA va al TAS e chiede 4 anni di squalifica!

Caso Iannone: la WADA va al TAS e chiede 4 anni di squalifica!
Carica commenti
Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP? Prime

Spagna e Italia: 1 vittoria in 7 GP, cambia la geografia della MotoGP?

Nonostante occupino oltre il 70% dello schieramento di partenza della classe regina, italiani e spagnoli insieme hanno firmato appena una vittoria nei primi 7 GP del 2021. Tre li ha vinti la Francia, due l'Australia ed uno il Portogallo: la nuova ventata è anche geografica?

MotoGP
12 giu 2021
Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria" Prime

Melandri: "Un gran parlare di sicurezza, pochi fatti in Austria"

Intervista esclusiva a Marco Melandri, con il quale andiamo ad analizzare quanto successo dopo il Gran Premio d'Italia al Mugello ed a Barcellona nel Motomondiale. A proposito del tema sicurezza, il ravennate si dice preoccupato in vista della doppia gara al Red Bull Ring, circuito teatro lo scorso anno di un incidente terrificante e per il quale non vi sono stati lavori di adeguamento

MotoGP
11 giu 2021
KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia" Prime

KTM: così Oliveira è riuscito a domare di nuovo la "bestia"

Le aspettative sulle possibilità che la KTM potesse replicare i successi del 2020 in questa stagione di MotoGP ha reso il suo inizio difficile ancora più deludente. Ma un aggiornamento chiave ha invertito le sorti della Casa austriaca, riportandola sul gradino più alto del podio a Barcellona.

MotoGP
9 giu 2021
Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?" Prime

Ceccarelli: “La caduta degli Dei in MotoGP: Marquez come Valentino?"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina di Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano il fine settimana dei motori che, tra MotoGP e Formula 1, ha animato il week end. I riflettori si accendono su Marc Marquez, autore di un'altra caduta che ha compromesso il suo GP di Catalunya, segnale che lo spagnolo non è ancora al 100%.Un po' come Valentino Rossi quando fu reduce dall'incidente del Mugello 2010...

MotoGP
9 giu 2021
Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2 Prime

Pagelle MotoGP: Direzione Gara da 2

Andiamo a dare i voti al Gran Premio di Catalunya di MotoGP, dove - oltre alle ottime performance messe i. pista dalla KTM del vincitore, Miguel Oliveira - bisogna andare a giudicare ampiamente insufficiente il comportamento della direzione gara

MotoGP
8 giu 2021
GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica Prime

GP di Catalogna: Quartararo da urlo in qualifica

Fabio Quartararo firma la quinta pole position del 2021 in sella alla sua Yamaha ufficiale. Il francese apre la prima fila dello schieramento precedendo le ducati di Jack Miller e Johan Zarco

MotoGP
6 giu 2021
Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio Prime

Sgarbi, Giani e la decenza del silenzio

La scomparsa di Jason Dupasquier a seguito dell'incidente di cui è stato vittima al Mugello ha alimentato una serie di polemiche e speculazioni - paradossalmente - tra i non addetti ai lavori. Come insegna Bambi, "quando non sai che cosa dire, è meglio che non dici nulla". E sarebbe il caso di apprendere questa regola aurea, soprattutto davanti ad un lutto.

MotoGP
1 giu 2021
Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez" Prime

Quartararo ora è davvero il "nuovo Marquez"

La maturazione del pilota della Yamaha è evidente e con un pizzico di fortuna in più forse staremmo già parlando di un dominio incontrastato. Proprio come Marquez, Fabio sta dimostrando di saper andare anche oltre il valore del mezzo. E ora è davvero un peccato che lui e Marc non si possano battere alle pari...

MotoGP
1 giu 2021