Aprilia e KTM: c'è la deroga per l'omologazione del motore

Le due Case che godono delle concessioni avranno tempo fino al 29 giugno per presentare i loro progetti. Modifiche anche al sistema delle concessioni e vietate ufficialmente le wild card per il 2020.

Aprilia e KTM: c'è la deroga per l'omologazione del motore

Si chiamano concessioni e alla fine, giustamente, chi ne ha diritto ne potrà usufruire, anche se in decisamente in minor parte rispetto al passato.

Complice la crisi del Coronavirus e la necessità di ridurre i costi, la MotoGP aveva deciso di bloccare lo sviluppo di motori ed aerodinamica per tutta la stagione 2020 e 2021. Discorso che per il 2020, lato propulsore, valeva anche per Aprilia e KTM, ovvero i costruttori che dispongono delle concessioni.

Questo vuol dire che, fino a questo stop, la Casa di Noale e quella di Mattighofen, potevano punzonare un numero maggiore di motori, con la possibilità di modificare la specifica nel corso dell'anno, a differenza degli altri costruttori, obbligati ad utilizzare la stessa omologata all'inizio dell'anno per tutta la stagione.

Leggi anche:

Tra le decisioni prese qualche settimana fa c'era però anche quella di omologare i motori in base alle specifiche portate nei test in Qatar. Una scelta che non era stata accolta bene dall'Aprilia, che accettava l'idea di congelare lo sviluppo per il 2020, a patto di poter lavorare fino all'inizio della stagione, visto che il propulsore della RS-GP è completamente inedito ed ha qualche problemino di affidabilità da risolvere.

Un pensiero sensato, che alla fine è stato accolto dalla Grand Prix Commission, che questa mattina ha annunciato di aver posticipato il limite per l'omologazione del motore per quanto riguarda proprio l'Aprilia e la KTM, appellandosi al concetto delle concessioni.

La deroga spiega che questi due costruttori avranno tempo fino al 29 giugno per consegnare le loro specifiche al direttore tecnico della MotoGP. A Noale quindi avranno ancora circa un mese e mezzo per cercare di risolvere i problemini di affidabilità del nuovo V4.

Concessioni: si perdono, ma non si guadagnano

In tema concessioni, questa però non è la sola novità introdotta da oggi: essendo il calendario molto ridotto e compresso e, probabilmente facendo leva anche sulla deroga ottenuta da Aprilia e KTM, è stato deciso che le concessioni potranno essere solo perse e non ottenute nel corso del 2020.

Questo vuol dire che anche se uno dei quattro costruttori che non ne hanno diritto dovesse vivere un'annata nera, continuerebbe a non avere diritto alle concessioni nel 2021. Se invece Aprilia e KTM dovessero raggiungere la soglia dei 6 punti (1 per il terzo posto, 2 per il secondo e 3 per la vittoria) nel corso di quest'anno, non ne avrebbero più diritto dall'anno prossimo.

Wild card

Infine, è arrivata anche la conferma ufficiale che nella stagione 2020 non sarà possibile iscrivere delle wild card in ognuna delle tre classi del Motomondiale.

I motivi sono molto semplici: il primo è legato alla limitazione del personale che può avere accesso al paddock, che ovviamente richiederebbe un aumento per organizzare una wild card. Il secondo è legato invece sempre al contenimento dei costi.

Questo vuol dire che certamente in questa stagione non vedremo tornare in pista Jorge Lorenzo, che era stato iscritto dalla Yamaha per la gara di Barcellona. Così come mancherà Michele Pirro, presenza fissa Ducati negli appuntamenti italiani negli ultimi anni. Ma anche Sylvain Guintoli, fondamentale per lo sviluppo della GSX-RR in casa Suzuki, o Stefan Bradl sulla Honda.

Tuttavia, la Grand Prix Commission ha concluso la sua nota dicendo che la speranza è che dal 2021 si possa tornare ad avere regolarmente le wild card.

condivisioni
commenti
Prime prove di "normalità": 13 piloti in pista a Misano
Articolo precedente

Prime prove di "normalità": 13 piloti in pista a Misano

Prossimo Articolo

MotoGP: salta il test segreto di Valentino Rossi al Red Bull Ring

MotoGP: salta il test segreto di Valentino Rossi al Red Bull Ring
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021