Alex Marquez: "Yamaha ha imbrogliato ed i piloti sapevano"

Il pilota spagnolo ha accusato a muso duro la Yamaha ed i suoi piloti. Secondo Alex tutti i piloti della Casa giapponese erano consapevoli della modifica vietata sui motori.

Alex Marquez: "Yamaha ha imbrogliato ed i piloti sapevano"

La vicenda Yamaha continua a tenere banco nel paddock di Valencia. Se nella giornata di ieri Marc Marquez non si era tirato indietro quando ha deciso di commentare la questione tramite i propri profili social, non senza un nota polemica, oggi suo fratello Alex è stato ancora più diretto.

 

Il rookie ha accusato la Yamaha di imbrogliare ed ha sottolineato come i piloti sapessero tutto e quindi avrebbero dovuto essere sanzionati.

“Ciò che appare chiaro è che hanno imbrogliato e non hanno rispettato le regole” ha commentato Alex.

“All’interno della MSMA sono molto severi ed allora si può pensare che non stiano dando il buon esempio ai piloti più giovani. E’ come quando un genitore fa correre il figlio con un mezzo illegale e viene squalificato solo il bambino. E’ una situazione dura da accettare”.

“Non si sta dando un buon esempio. Togliere soltanto i punti ai costruttori è uno scherzo. Tra due anni nessuno si ricorderà di chi ha vinto il titolo costruttori ed alla Yamaha non importa. I piloti hanno potuto beneficiare di questa modifica per tutto l’anno e ne avranno beneficio anche la prossima stagione dato che i motori sono stati congelati”.

“Non hanno seguito le regole ed hanno barato. La situazione non mi sembra corretta”.

Marquez jr ha poi voluto porre l’accento anche sulla beffa subita dai piloti delle altre squadre che al momento stanno lottando per il campionato.

“Credo sia molto ingiusto nei loro confronti. Le loro Case hanno lavorato all’interno delle regole. Questa sanzione crea un pericoloso precedente perché adesso tutti sanno che in caso di violazione la penalità conseguente è la perdita dei punti soltanto nei confronti dei costruttori, mentre i piloti possono restare in lotta per il titolo”.

Secondo lo spagnolo, inoltre, l’ipotesi che i piloti Yamaha potessero non essere a conoscenza della modifica non regge.

“Non esiste dire “non lo sapevo”. Ogni pilota sa sempre tutto, è consapevole del motore che sta usando e se viene installato un propulsore nuovo”.

Per Marquez la Casa giapponese ha ceduto alle pressioni dei propri portacolori: “Credo che la Yamaha abbia effettuato questa modifica perché costretta dai suoi piloti. Sicuramente hanno spinto perché mancava sia l’affidabilità che la potenza. Alla fine il costruttore è stato obbligato a fare qualcosa che non voleva”.

Infine, Alex ha giustificato il mancato ricorso della Honda contro la sanzione: “E’ stato accettato di non andare oltre. Si potrebbe proporre appello, ma non essendo la Honda in lotta per il titolo è stato deciso di non procedere”.

condivisioni
commenti
Savadori: “L’obiettivo è fare tanti chilometri ed imparare”

Articolo precedente

Savadori: “L’obiettivo è fare tanti chilometri ed imparare”

Prossimo Articolo

Quartararo: “Incrocio le dita per i motori, spero di non rompere”

Quartararo: “Incrocio le dita per i motori, spero di non rompere”
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021