Alex Marquez: “Senza bandiera rossa avrei potuto superare Miller"

Il pilota del team LCR Honda ha disputato la sua miglior gara di questa stagione al Gran Premio dell’Algarve, dove è stato molto vicino al podio.

Alex Marquez: “Senza bandiera rossa avrei potuto superare Miller"

La prestazione di Alex Marquez domenica è stata brillante, con una gara molto solida e lavorata durante tutto il fine settimana. Lo spagnolo è rimasto sempre in lotta per il podio e con l’opportunità di conquistarlo, ma una bandiera rossa a due giri dal termine gli ha impedito di provarci.

Tuttavia, più che il podio, ciò che è importante per Alex Marquez è il buon lavoro svolto e, al termine di una stagione molto difficile e con molte cadute, può consegnare a LCR un magnifico risultato e buon umore: “È una ricompensa al lavoro del team, soprattutto per i momenti difficili, con le cadute sapevo che bisognava cambiare molti pezzi. Nonostante questo non c’è mai stato malumore nel box e di questo sono molto grato. Sì, toglie un peso, dà fiducia per continuare ad alimentare la motivazione che non è mai mancata, ma bisogna alimentarla vedendo che il lavoro paga”.

Il miglioramento di Alex in questo fine settimana è stato molto evidente rispetto al resto della stagione sulla LCR RC213V: “È chiaro che abbiamo cambiato la dinamica, penso che dal test di Misano abbiamo cambiato la strada che stavamo seguendo, ci era già successo l’anno scorso, ma né ad Austin né nella seconda gara a Misano abbiamo visto il frutto di quel lavoro. Ora dobbiamo continuare con la stessa dinamica. Nel test abbiamo provato un telaio diverso che il team di fabbrica aveva utilizzato per un po’ di tempo e ho trovato un miglioramento. Siamo in attesa di alcuni nuovi sviluppi per vedere come funzionano e se ci sono differenze. Non c'è un grande segreto, si tratta di piccoli miglioramenti che fanno sentire meglio sulla moto e ci hanno aiutato molto questo fine settimana per fare questo passo avanti”.

Jack Miller, Ducati Team, Alex Marquez, Team LCR Honda

Jack Miller, Ducati Team, Alex Marquez, Team LCR Honda

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Marquez ha finito la gara in quarta posizione, ma il pilota Honda aveva conquistato il terzo posto dopo aver superato Jack Miller e sembrava che potesse essere sul podio, anche quando l'australiano lo ha passato di nuovo ma non ha mai potuto superarlo. La bandiera rossa a due giri dalla fine gli ha impedito di farlo: “Quando mi ha passato è riuscito a prendere un po’ di distanza, ma poi ho ripreso rapidamente il feeling ed ero molto vicino quando ho tagliato il traguardo, ci volevo provare. In alcuni punti ero più veloce di lui e volevo passarlo. Anche a due giri dalla fine ero sul punto di farlo all'ingresso del rettilineo traguardo, ma ho pensato di aspettare l'ultimo giro per sorprenderlo”.

“Sono un po' arrabbiato per non averci potuto provare – prosegue – ma è così che vanno le cose. Succede, è il destino, decisioni che non prendi al momento e poi succedono queste cose. Ma insisto che la cosa importante oggi, più che il podio, è che mi sono divertito e sono stato in grado di spingere in gara, che era molto”.

Alla fine della gara, Alex ha ricevuto una chiamata da suo fratello, Marc Marquez, assente questo fine settimana a causa di un infortunio dopo aver colpito la testa durante l'allenamento: “Ho parlato con Marc, era a casa a pranzare con gli amici quando sono entrato nel box, era tranquillo. Era felice, mi ha chiesto se avrei potuto battere Miller, che è molto tosto, e la Ducati è molto forte. Ho detto di sì e ha fatto un po’ di battute, ma era felice per me”.

Infine, Alex ha rifiutato di fare una valutazione sulla possibile presenza di Marc a Valencia la prossima settimana, nell’ultimo Gran Premio dell'anno: “Non lo so, vorrei poter rispondere a questa domanda, ma non dipende da me. Alla fine farà ciò che è meglio per la sua salute e c'è poco altro che posso dire”.

condivisioni
commenti
Report MotoGP | Ducati, gloria o occasione sprecata?
Articolo precedente

Report MotoGP | Ducati, gloria o occasione sprecata?

Prossimo Articolo

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021