MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
17 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
24 giorni
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
16 apr
Prossimo evento tra
38 giorni
G
GP di Spagna
29 apr
Prossimo evento tra
51 giorni
G
GP di Francia
13 mag
Prossimo evento tra
65 giorni
G
GP d'Italia
27 mag
Prossimo evento tra
79 giorni
G
GP della Catalogna
03 giu
Prossimo evento tra
86 giorni
G
GP di Germania
17 giu
Prossimo evento tra
100 giorni
G
GP d'Olanda
24 giu
Prossimo evento tra
107 giorni
G
GP di Finlandia
08 lug
Prossimo evento tra
121 giorni
G
GP d'Austria
12 ago
Prossimo evento tra
156 giorni
G
GP di Gran Bretagna
26 ago
Prossimo evento tra
170 giorni
G
GP di Aragon
09 set
Prossimo evento tra
184 giorni
G
GP di San Marino
16 set
Prossimo evento tra
191 giorni
G
GP del Giappone
30 set
Prossimo evento tra
205 giorni
G
GP della Tailandia
07 ott
Prossimo evento tra
212 giorni
G
GP d'Australia
21 ott
Prossimo evento tra
226 giorni
G
GP di Malesia
28 ott
Prossimo evento tra
233 giorni
G
GP di Valencia
11 nov
Prossimo evento tra
247 giorni

Alex Marquez: "Marc vede le cose positive, è quello che gli mancava"

La Honda ha presentato oggi i suoi programmi sportivi per il 2021 e Alex Marquez, che correrà con il Team LCR il prossimo anno, ha dichiarato che suo fratello Marc "è sempre più vivace".

Alex Marquez: "Marc vede le cose positive, è quello che gli mancava"

Attraverso un video sui suoi social network, la Honda ha presentato i piani sportivi per la stagione 2021, dalla prossima Dakar alla MotoGP, includendo ogni tipo di disciplina fino al Trial.

In seguito, i due piloti che l'hanno prossimo difenderanno i colori del Team LCR in MotoGP, ovvero Takaaki Nakagami ed Alex Marquez, hanno tenuto una conferenza stampa virtuale.

Anche se non era all'ordine del giorno chiedere di Marc Marquez, che la scorsa settimana è stato sottoposto ad una terza operazione all'omero del braccio destro, un infortunio che lo ha tenuto fermo per tutta la stagione, all'ultimo momento Alex ha fatto un piccolo riferimenti, dicendo di vederlo "più vivace".

"Marc sta bene, ogni giorno è più animato. E' stata un'operazione lunga e i primi giorni era un po' convalescente, ma ora sta molto meglie e vede le cose positive, che è quello che gli era mancato nell'ultimo periodo", ha detto, in riferimento ai mesi che sono passati tra la seconda e la terza operazione, durante i quali non ci sono stati miglioramenti nonostante la riabilitazione.

Leggi anche:

Dopo il suo anno di debutto in MotoGP con la Repsol Honda, Alex continuerà il suo percorso di apprendimento nel 2021 con il team satellite del marchio giapponese, il Team LCR.

"Capisco la decisione della Honda. Ora in MotoGP i contratti vengono firmati molto presto. E con tutto quello che stava succedendo, tra il confinamento ed i problemi legati al Coronavirus, hanno dovuto prendere una decisione che pensavo fosse giusta", ha detto Alex.

"Dal punto di vista del mio contratto, nel mio caso non cambia nulla. Ho lo stesso materiale del Team Repsol. Questo cambiamento non è un passo indietro, ma un passo avanti per acquisire maggiore esperienza. La squadra che sto per raggiungere ha molta esperienza", ha aggiunto.

Alex ha conquistato gli unici due podi della Honda nel 2020 e ha fatto grandi progressi, soprattutto dopo la doppietta di Misano. Al suo secondo anno nella classe regina, però, la lotta per il titolo non è nei suoi piani.

"Non sono ancora in grado di lottare per il titolo. Ho bisogno di fare più esperienza e l'obiettivo è quello di cercare di rimanere regolarmente tra i primi otto e lottare per un piazzamento tra i primi cinque. Se poi si presenta l'occasione di lottare per un podio, provarci come quest'anno".

Per Alex, lasciare la Repsol Honda non rappresenta un passo indietro.

"Non sarà come ricominciare da zero, perché in LCR ci sono molti tecnici di esperienza. Ne ho sentito parlare molto bene. Inoltre, verrà anche David Garcia, che era già con me in Moto2 e sarà il telemetrista. Può aiutare la squadra a conoscermi un po' meglio".

Tutto questo in un ambiente di minore pressione e di minore attenzione da parte dei media rispetto al box ufficiale.

"Non vedo l'ora di andare in una squadra in cui probabilmente sarò un po' più rilassato e dove ci saranno meno occhi puntati su di me".

"Il pre-campionato sarà molto importante, per iniziare nel modo più solido possibile, riprendendo da dove abbiamo lasciato nella seconda parte dell'anno. Alcuni circuiti saranno nuovi per me con la MotoGP, quindi sarà un po' come essere di nuovo rookie, ma con più esperienza. L'obiettivo è quello di cercare di essere in lotta per il secondo gruppo e cogliere ogni opportunità per salire salire sul podio. L'importante però è fare un passo avanti e ottenere molti più punti di quest'anno.

Infine, Alex ha detto che il suo stile di guida sulla RC213V non è poi così diverso da quello di Marc, anche se visivamente non si direbbe.

"Se ci guardate in TV, Marc ed io abbiamo un aspetto molto più diverso di quello che mostrano i dati. Sono un po' più alto e questo fa sembrare che la mia moto si muova meno e che Marc sia più aggressivo".

condivisioni
commenti
Ecco perché l’approdo in Ducati di Bagnaia è “merito” di Rossi

Articolo precedente

Ecco perché l’approdo in Ducati di Bagnaia è “merito” di Rossi

Prossimo Articolo

Ecco la Ducati di Luca Marini griffata Sky Racing Team VR46

Ecco la Ducati di Luca Marini griffata Sky Racing Team VR46
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Marc Márquez Alenta , Alex Marquez
Autore Germán Garcia Casanova
Savadori: quel treno da non perdere che arriva a 28 anni Prime

Savadori: quel treno da non perdere che arriva a 28 anni

Rookie a 28 anni, arrivato quasi dal nulla. Lorenzo Savadori è un po' l'oggetto misterioso della griglia di partenza della MotoGP 2021. Ha fatto tanta gavetta per guadagnarsi questa chance con l'Aprilia e c'è da scommettere che darà tutto se stesso per onorarla al meglio. Se ci sarà un futuro oltre quest'anno, dipende solo da lui.

MotoGP
5 mar 2021
Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni Prime

Valentino Rossi, quella voglia di stupire ancora a 42 anni

Nonostante i suoi 42 anni, Valentino Rossi non ne vuole sapere di appendere il casco al chiodo: per continuare a correre in MotoGP ha accettato di passare al Team Petronas, ma con supporto ufficiale Yamaha. Crede ancora in sé stesso ed ha voglia di dimostrare a tutti di poter continuare a lottare con i migliori. Ce la farà a rinascere ancora una volta?

MotoGP
2 mar 2021
Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata Prime

Pramac e la vittoria con Ducati solo sfiorata

Il Pramac Racing entra nella sua 20esima stagione in MotoGP, la 17esima con Ducati ed insegue ancora la sua prima vittoria con la Casa di Borgo Panigale, pur avendola sfiorata in diverse occasioni. Ripercorriamo insieme tutte le volte che è mancato veramente un soffio.

MotoGP
28 feb 2021
Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati Prime

Miller: la scommessa per far tornare grande la Ducati

Il ritorno di un pilota australiano in sella ad una Ducati ufficiale fa tornare alla memoria un periodo glorioso per la Casa di Borgo Panigale. Miller, però, è un personaggio che potrà aiutare il team a tornare ai vertici.

MotoGP
25 feb 2021
Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test? Prime

Honda: quanto peserà l'assenza di Marc Marquez nei test?

Dopo un 2020 senza vittorie in MotoGP, la Honda è chiamata assolutamente al riscatto nel 2021, anche se la sua stagione inizierà in salita: Marc Marquez non è ancora pronto, quindi dovrà saltare i test e non si sa ancora quando potrà tornare a correre. Che impatto avrà questo sullo sviluppo della RC213V?

MotoGP
24 feb 2021
Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici Prime

Perché ad Alex Marquez non interessa zittire i critici

La crescita di Alex Marquez è stata una delle sorprese della MotoGP 2020 e, uscendo finalmente dall'ombra del fratello Marc, ha dimostrato che alcune persone si sbagliavano. Non che gli importi di questo, come ha spiegato a Lewis Duncan.

MotoGP
21 feb 2021
La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales Prime

La nuova era Yamaha in MotoGP può "liberare" Vinales

Dopo l'elettrizzante inizio della sua carriera in Yamaha nel 2017, Maverick Vinales ha faticato a trovare la costanza. Molti temono che l'arrivo di Fabio Quartararo possa significare un disastro per lui, ma la partenza di Valentino Rossi potrebbe essere proprio l'impulso di cui ha bisogno.

MotoGP
19 feb 2021
Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte" Prime

Marini: "Se lotterò con Vale, vuol dire che sto andando forte"

Intervista esclusiva a Luca Marini, esordiente nel campionato 2021 di MotoGP. Il marchigiano si racconta ai nostri microfoni in vista del primo anno da rookie in sella ad una Ducati del team Esponsorama.

MotoGP
19 feb 2021