Alex Marquez: "La RC213V è una moto difficile, ma da podio"

Il pilota della Honda ha riconosciuto di aver fatto una crescita importante nelle ultime gare, soprattutto nella comprensione della RC213V. Ora spera di confermarsi a questo livello anche per il resto della stagione.

Alex Marquez: "La RC213V è una moto difficile, ma da podio"

Guardando distrattamente la televisione e vedendo la rimonta furibonda di un Marquez su una Honda Repsol, oggi a Motorland Aragon sarebbe stato davvero facile pensare che in sella alla RC213V ci fosse il più titolato Marc e non il nuovo arrivato Alex.

Il podio ottenuto sul bagnato a Le Mans sembra però aver dato grande fiducia al campione del mondo della Moto2, che oggi ha concesso il bis e lo ha fatto con una gara davvero da urlo, al punto che Marc ha regalato un post divertente sui social: "Ciao a tutti, sono il fratello di Alex Marquez".

Scattato dalla 12esima casella dello schieramento, il fratellino d'arte ha sfoderato una grande rimonta ed è stato l'unico capace di andare ad infastidire le due Suzuki, superando quella di Joan Mir nel finale e mettendo sotto pressione quella del vincitore Alex Rins fino alla bandiera a scacchi. Ora, dunque, non si può più nascondere, perché stavolta il risultato è arrivato in una gara asciutta e con una prestazione davvero maiuscola.

"Dopo Le Mans, speravo di fare un podio anche sull'asciutto, perché era più importante per essere veloce l'anno prossimo, che è il mio obiettivo principale. Oggi mi sono divertito tantissimo: avendo già fatto podio in Francia, ho spinto fino all'ultimo giro ed ho provato a vincere" ha detto Alex ai microfoni di Sky Sport MotoGP.

"Ho fatto un piccolo errore al penultimo giro, andando lungo alla prima curva, perdendo un po' di contatto da Rins. Ma devo essere molto contento, perché mi sono divertito davvero tanto sulla mia moto oggi" ha aggiunto.

Lo spagnolo ha spiegato che in parte è la Honda ad essere corsa ai ripari dal punto di vista tecnico, ma crede anche lui di aver fatto uno step importante nella comprensione della RC213V.

Leggi anche:

"Nel test di Misano abbiamo fatto uno step importante. Non abbiamo provato niente di rivoluzionario, abbiamo fatto solo un tentativo per avvicinarci al set-up di Marc. Ma è altrettanto vero che anche io e Nakagami abbiamo fatto uno step a livello di comprensione della moto e di come va guidata".

"Su questa Honda devi essere un pilota molto completo ed è anche per questo che Marc fa tanti errori nelle prove libere, perché è sempre al limite su tutto. Io sono molto contento di essere salito sul podio con questa moto, che è difficile, ma ha il potenziale per farlo".

Quando poi gli è stato domandato se crede di potersi ripetere anche a Valencia, non si è sbilanciato, ma intanto conta di fare bene anche la settimana prossima ancora ad Aragon, anche perché uno dei suoi vantaggi è stato la gestione delle gomme.

"Non lo sappiamo. Questa è una pista particolarmente adatta al mio stile di guida, ma anche per la Honda, che qui con Marc era sempre stata un gradino sopra alla concorrenza. La chiave oggi è stata che alla fine avevo un po' più di gomma degli altri e la Michelin me lo aveva già fatto notare dopo le prove libere, soprattutto sull'anteriore. Ora proveremo a fare un buon risultato anche il prossimo weekend e poi penseremo a Valencia".

Forse con Marc in pista, questo percorso di crescita avrebbe potuto essere un pochettino più rapido: "Non lo sappiamo e non lo potremo sapere, perché lui è a casa. Poi è chiaro che il lavoro con Marc è più facile, perché lui ti fa capire subito se il problema è il pilota o se c'è qualcosa che non va sulla moto. Questa è la cosa su cui abbiamo fatto più fatica quest'anno, soprattutto a Brno e a Barcellona, dove c'era poco grip. Con Marc in pista forse sarebbe stato un po' più facile, perché avrei avuto un riferimento. Può essere".

Oggi per lui c'è anche un po' di rivalsa nei confronti di tutti quelli che negli ultimi mesi hanno detto che è in MotoGP solo perché è fratello di Marc: "Per certe cose è stato un po' più difficile per tutta la vita, ma sono contento di avere un fratello come Marc. Ho imparato tanto da lui, ma è vero che quando le cose vanno male, la gente ti attacca di più. So che è così, ma mi piace avere questa pressione".

Il vincitore della gara Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, secondo classificato Alex Marquez, Repsol Honda Team, terzo classificato Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
Il vincitore della gara Alex Rins, Team Suzuki MotoGP, secondo classificato Alex Marquez, Repsol Honda Team, terzo classificato Joan Mir, Team Suzuki MotoGP
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
6/15

Foto di: MotoGP

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
7/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
8/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
9/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
10/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
13/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
14/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alex Marquez, Repsol Honda Team
Alex Marquez, Repsol Honda Team
15/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Rins: "Non pensavo di poter vincere. Mir? Un grande stimolo"
Articolo precedente

Rins: "Non pensavo di poter vincere. Mir? Un grande stimolo"

Prossimo Articolo

Mir: "Credevo di vincere, ma ho avuto un problema all'anteriore!"

Mir: "Credevo di vincere, ma ho avuto un problema all'anteriore!"
Carica commenti
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021
MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia Prime

MotoGP | Misano, un weekend che resterà nella storia

Il fine settimana di Misano è stato un concentrato di emozioni, dal saluto del pubblico italiano a Valentino Rossi alla conquista del primo titolo di Fabio Quartararo, quasi una sorta di passaggio di consegne in casa Yamaha. Ma anche i tributi a Marco Simoncelli e Fausto Gresini hanno aggiunto qualcosa di speciale.

MotoGP
4 nov 2021