Alex Marquez: "Il passaggio in LCR non sarà un reset"

Alex Marquez ha detto che il suo passaggio dalla Honda LCR non gli imporrà di ripartire da zero nella MotoGP 2021, perché conosce già bene la squadra.

Alex Marquez: "Il passaggio in LCR non sarà un reset"

Il campione del mondo della Moto2 2019 ha fatto il suo primo test in MotoGP con il team LCR a Valencia lo scorso anno e l'anno prossimo lavorerà con l'ex capo tecnico di Cal Crutchlow, Christophe Bourguignon.

La Honda ha deciso di trasferire Alex in LCR nel 2021 prima ancora che facesso il suo debutto con il team ufficiale, ma Marquez non ha mai avuto l'idea che fosse stata una scelta affrettata.

Dopo un inizio di stagione difficile, Marquez è andato forte nella seconda metà del 2020 ed ha conquistato gli unici due podi della Honda, piazzandosi secondo in Francia e ad Aragon.

Quando gli è stato chiesto se il passaggio in LCR avrebbe rappresentato un reset dopo i progressi fatti con la Honda ufficiale, Marquez ha risposto: "No, non credo che ripartirò da zero. Avro un tecnico, 'Beefy', che ha molta esperienza e in Honda parlano tutti bene di lui. Inoltre, come telemetrista arriverà David Garcia, che era il mio tecnico in Moto2".

"Lo conosco molto bene e può aiutare anche 'Beefy'. Possono formare un buon tandem per aiutarmi. Poi conosco tutte le persone del team, le ho incontrate a Portimao, ma diverse le conoscevo già. Inoltre non vedo l'ora di lavorare con una squadra in cui sicuramente ci sarà più tranquillità e meno pressione. Penso che questo possa aiutarmi a continuare come nella seconda parte del 2020".

Leggi anche:

COVID-19 permettendo, la stagione 2021 sarà composta da 20 gare, con Marquez che ha corso solamente su sette delle piste attualmente previste in calendario.

Ma, quando Motorsport.com gli ha chiesto se considererà il 2021 come una seconda parte della sua stagione da rookie, Marquez ha detto che ritiene che l'esperienza acquisita quest'anno sarà sufficiente per potersi adattare rapidamente alle piste su cui non ha ancora corso in MotoGP.

"E' un po' strano, perché in alcune piste sono stato veloce fin da subito. Quindi, dipende dalla pista, da come ci si trova e da come si gestisce la situazione".

"Ma no, non sarà come una stagione da rookie. Ho già esperienza, conosco già la moto e conosco un po' i segreti per gestire un weekend in MotoGP: come gestire le gomme, entrambe le moto ed il loro assetto".

"Quindi, sarà interessante andare su tutte le piste per accumulare esperienza, ma io ne ho già fatta un po'. Ho fatto un click nella seconda parte della stagione, quindi l'iportante è mantenere quello slancio e rimanere sempre tra i primi otto", ha concluso.

condivisioni
commenti
Fausto Gresini ricoverato in ospedale per COVID-19
Articolo precedente

Fausto Gresini ricoverato in ospedale per COVID-19

Prossimo Articolo

Test Sepang: la MotoGP lavora per evitare la quarantena

Test Sepang: la MotoGP lavora per evitare la quarantena
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021
Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi Prime

Come Quartararo è diventato il re della MotoGP sciogliendo i dubbi

Dopo la disastrosa fine di stagione 2020 con il team Petronas, sono caduti dei dubbi sul francese della Yamaha, ma Fabio Quartararo ha risposto in modo convincente nel 2021, conquistando un titolo MotoGP che ha messo in risalto sia la sua velocità devastante sia la forza mentale.

MotoGP
19 dic 2021