Aleix Espargaro rivela che il fratello Pol non sentiva gambe e braccia dopo l'incidente di Brno

condivisioni
commenti
Aleix Espargaro rivela che il fratello Pol non sentiva gambe e braccia dopo l'incidente di Brno
Jamie Klein
Di: Jamie Klein
09 ago 2018, 15:38

Aleix Espargaro ha parlato delle condizioni del fratello Pol, rivelando che il pilota della KTM non sentiva le gambe e le braccia dopo l'incidente avvenuto nel warm-up di Brno.

Pol Espargaro si è fratturato la clavicola in un incidente avvenuto nel warm-up del GP di Repubblica Ceca ed è stato successivamente trasportato a Barcellona per accertamenti, anche se fortunatamente non dovrà sottoporsi ad alcun tipo di intervento chirurgico.

Tuttavia, lo spagnolo rimane ancora sotto osservazione e sarà costetto a saltare il GP d'Austria di questa settimana al Red Bull Ring.

Parlando con i media al suo arrivo in Austria, il fratello Aleix ha dato più dettagli sulle condizioni di Pol, essendo andato a trovarlo in ospedale prima di mettersi in viaggio verso Spielberg.

"In realtà la situazione era peggiore di quello che sembrava, perché aveva il midollo spinale molto infiammato" ha detto il pilota dell'Aprilia. "Martedì pomeriggio non poteva ancora prendere nulla con le sue mani".

"Ha detto che era molto preoccupato prima di arrivare in ospedale con il Dottor Charte, perché non poteva sentire le braccia o le gambe".

"Poi quando è arrivato in ospedale ed hanno iniziato a toccarlo, ha sentito dolore alle braccia e quindi si è rilassato molto".

Ha aggiunto: "Ci ha fatto spaventare: ieri abbiamo parlato con i neurochirurghi e ci hanno detto che è stato molto fortunato".

"Pol i primi due giorni in ospedale era molto preoccupato, aveva molto dolore. Non l'ho mai visto pensare o chiedere della gara, perché era molto preoccupato".

"Ieri sera è stata la prima volta che ha iniziato a toccare le cose con le dita. La prima cosa che ha toccato è stato Max (il figlio di Aleix) e da lì ha iniziato a sentirsi meglio".

Espargaro ha aggiunto che non è chiaro al momento quanto tempo ci metterà suo fratello per riprendersi e quindi prima di poter ritornare in pista.

"Dovrà stare ancora in ospedale per un paio di giorni, poi forse dovrà rimanere un'altra settimana a letto".

"I medici ci dicono che non hanno molte informazioni su come migliorerà l'infiammazione del midollo: in due o tre giorni potrebbe riprendersi completamente oppure può avere un recupero più lungo".

"Quindi dobbiamo aspettare, è molto pericoloso che si muova a si alleni prima che l'infiammazione sia rientrata completamente".

La KTM schiererà una sola moto per Bradley Smith in Austria: Espargaro, infatti, non è il solo pilota ko, perché anche Mika Kallio è fermo per le conseguenze di un incidente avvenuto al Sachsenring il mese scorso.

Informazioni aggiuntive di David Gruz

Prossimo articolo MotoGP
Michelin, Taramasso: "In Austria abbiamo una carcassa diversa al posteriore, che è molto sollecitato"

Previous article

Michelin, Taramasso: "In Austria abbiamo una carcassa diversa al posteriore, che è molto sollecitato"

Prossimo Articolo

Marquez: "Lavorerò per arrivare all'ultima curva per giocarmi la vittoria in Austria"

Marquez: "Lavorerò per arrivare all'ultima curva per giocarmi la vittoria in Austria"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Aleix Espargaro , Pol Espargaro
Team Red Bull KTM Factory Racing
Autore Jamie Klein
Tipo di articolo Ultime notizie