Aleix Espargaro: “Non capisco perché Dovi non voglia correre”

Aleix Espargaro afferma di non capire perché Andrea Dovizioso non si impegnerà a correre con Aprilia in MotoGP l’anno prossimo, ma sottolinea che nulla è stato ancora deciso.

Aleix Espargaro: “Non capisco perché Dovi non voglia correre”

Andrea Dovizioso, vincitore di quindici gare in MotoGP, nel 2021 ha deciso di prendersi un anno sabatico dopo aver perso il suo posto in Ducati alla fine del 2020. Il forlivese ha firmato un contratto con Aprilia per completare un programma di test durante l’anno e ha già provato la RS-GP due volte, una a Jerez e l’altra al Mugello.

Dovizioso fino ad ora ha escluso di presentarsi come wild card sottolineando che non era nei piani, ed è stato reticente nel dire se vede in Aprilia la sua migliore opzione per tornare in MotoGP a tempo pieno nel 2022, come è il suo desiderio. La RS-GP del 2021 è la moto più forte che la Casa di Noale abbia mai portato in MotoGP ed Aleix Espargaro è attualmente settimo in classifica, dopo essere stato costantemente fra i primi dieci in questa stagione.

Quando allo spagnolo è stato chiesto cosa pensasse dei rumor che vedevano Joe Roberts passare in MotoGP con Aprilia nel 2021 per guidare la seconda RS-GP, ha risposto: “Per quanto riguarda il mio compagno di squadra, non capisco perché Andrea non voglia correre. Voglio dire, non è ancora deciso. Quando ho parlato con Massimo non era ancora stata presa una decisione, quindi penso che la porta sia ancora aperta per Andrea l’anno prossimo”.  

Leggi anche:

“Sarà più che benvenuto e ho detto molte volte che sarebbe bello averlo in squadra, perché è un ottimo pilota e se riesco a batterlo in pista anche la mia credibilità sarà maggiore. Perché, come tutti sappiamo e ho già detto mille volte, almeno l’anno scorso e due e tre anni fa, oltre a Marc Marquez è stato il miglior pilota della griglia. Quindi sarebbe bello averlo con me e penso che un giovane pilota al mio fianco ora sia una buona opzione. Ma credo che l’anno prossimo non sarebbe male avere qualcuno con più esperienza, perché la moto è ancora in crescita. È migliorata, ma non è ancora vincente”.

Aprilia non avrà comunque un team satellite nel 2022, ora che Ducati ha chiuso l’accordo con Gresini e VR46 per il prossimo anno. Espargaro ammette di essere triste e arrabbiato per questo, perché crede che il progetto Aprilia abbia bisogno di espandersi per trasformare la moto in un pacchetto vincente. “Da parte mia, sono arrabbiato perché sarà più difficile per me, perché devo essere l’uomo veloce, devo sviluppare le componenti, devo fare più test perché tutto sarà più sulle mie spalle”.

“Ma è anche una sfida per me – prosegue – che non è male. Dall’altra parte mi sento un po’ triste perché sento che questo sia il mio progetto, sento che Aprilia è dentro il mio cuore. Sono nel progetto dall’inizio, ad eccezione dei primi due anni. Quindi ero molto contento all’idea di avere un team junior, per vedere più Aprilia in pista con piloti giovani. Ero molto contento di questa possibilità, ma alla fine non sarà per il prossimo anno. Quindi l’unica cosa che posso fare è cercare di fare più step con la moto e vedere se qualcun altro la vuole.  Quest’anno sto dimostrando che abbiamo una moto forte, anche se non è proprio una moto vincente. Ma siamo sulla strada giusta e credo che vedremo più Aprilia in pista”.

condivisioni
commenti
MotoGP: Pramac conferma Zarco e Martin per il 2022
Articolo precedente

MotoGP: Pramac conferma Zarco e Martin per il 2022

Prossimo Articolo

Frattura al braccio per Rins: salta il GP di Catalogna

Frattura al braccio per Rins: salta il GP di Catalogna
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021