Aleix Espargaro: “Aprilia non è ancora pronta per il podio”

Aleix Espargaro ammette che l’Aprilia non è ancora pronta per lottare per il podio in MotoGP nonostante la battaglia per le prime tre posizioni al Gran Premio di Germania, chiuso al settimo posto.

Aleix Espargaro: “Aprilia non è ancora pronta per il podio”

Aleix Espargaro ha regalato ad Aprilia una storica prima fila, la prima nell’era moderna della MotoGP, essendosi qualificato in terza posizione al Gran Premio di Germania di questo fine settimana. In gara ha anche dominato nei primi due giri, dando filo da torcere a un rinvigorito Marc Marquez.

Quando hanno iniziato a cadere delle gocce di pioggia nelle prime fasi di gara, lo spagnolo ha ammesso di non essere stato sufficientemente coraggioso come il vincitore Marquez, che è stato in grado di spingere di più, velocizzando il suo tempo in condizioni insidiose e portando il suo vantaggio a oltre un secondo.

Espargaro ha perso velocemente la posizione di testa, tagliando poi il traguardo in settima posizione, a 1.6 secondi dall’ultimo gradino del podio, occupato da Fabio Quartararo. A fine gara, il pilota Aprilia ha commentato: “Sono molto arrabbiato perché sto provando tutto. Nel complesso sono contento della performance del weekend, chiaramente. Ma alla fine della gara ero davvero a un soffio da Fabio, che ha chiuso in terza posizione. Purtroppo non è abbastanza. Voglio lottare per il podio, ma la verità è che non siamo ancora pronti, questo è chiaro”.

Leggi anche:

“Possiamo pensarci, parlarne, ma dobbiamo lavorare di più – prosegue – ho provato tutto. In gara non direi che sono stato sfortunato, perché la situazione è stata la stessa per tutti, ma ho avuto un po’ di usura eccessiva all’inizio per seguire Marc, inizialmente ero a mio agio dietro di lui. Poi è arrivata la pioggia e non sono stato tanto coraggioso quanto lui. Ho avuto uno spavento alla curva 8, sono quasi caduto ma l’ho salvata. Quindi ho deciso di rallentare un po’ il passo e ho perso le mie opzioni lì, perché Marc è andato via”.

Espargaro afferma che si aspettava molto di più della settima posizione in gara al Sachsenring, ma riconosce che le sue speranze sono state rese vane dalla mancanza di trazione rispetto ai piloti intorno a lui e questo lo ha portato a lottare con il posteriore. Ad ogni modo, quando Motorsport.com gli ha chiesto di cosa avesse bisogno Aprilia per salire sul podio ha risposto: “Arriveremo su un altro tipo di pista in cui il motore farà la differenza. Ma domenica non c’erano scuse sul motore, non era la cosa più importante su questa pista e potevo stare dietro a Marc senza problemi perché questo tracciato non è impegnativo a livello di potenza del motore”.

“Ma in trazione ho sofferto particolarmente – ha riconosciuto – quindi non si tratta solamente di avere un buon motore, ma di portare la potenza a terra e, non so perché, specialmente a centro curva quando la moto è neutra non riesco a stare dietro agli altri. Hanno un altro controllo che noi non abbiamo in termini di elettronica in centro curva. È come se mettessero il pilota automatico a centro curva, io invece fatico con il posteriore ad ogni curva. So che è la MotoGP, so che devo guidare al limite in ogni momento quando salgo in moto, ma forse non lo faccio abbastanza. Lo stress è molto alto in tutte le gare”.

condivisioni
commenti
Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1
Articolo precedente

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Prossimo Articolo

Simulazione MotoGP: Assen esame di laurea per la ciclistica

Simulazione MotoGP: Assen esame di laurea per la ciclistica
Carica commenti
Ecco perché Quartararo può essere l'alternativa a Marquez Prime

Ecco perché Quartararo può essere l'alternativa a Marquez

Fabio Quartararo può a ben ragione essere considerato l'alternativa del presente a Marc Marquez. Il francese, neo iridato MotoGP, ha conquistato il titolo a Misano dopo una stagione in cui ha dato spettacolo in lungo e in largo. Ed in vista del 2022...

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre” Prime

Doctor F1: “Vale ha chiuso con Misano, non dovrebbe correre”

Valentino Rossi è stato la star indiscussa del fine settimana di MotoGP dove comunque è stato incoronato il nuovo campione del mondo, Fabio Quartararo. Il pilota di Tavullia ha ricevuto un'ovazione clamorosa dal suo pubblico - e non solo - e, come ha ammesso scherzando

MotoGP
27 ott 2021
Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato Prime

Pagelle MotoGP | Pecco, grazie per averci provato

Tanti promossi nella Misano che incorona Fabio Quartararo campione del Mondo di MotoGP. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio in questo nuovo video di Motorsport.com.

MotoGP
25 ott 2021
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021