Viñales: “Non sono Rossi, ma so che ruolo e peso ho in Yamaha”

Maverick Viñales affronta la sua quinta stagione da pilota ufficiale Yamaha in MotoGP e assicura di arrivare a questa nuova era con una mentalità completamente diversa.

 Viñales: “Non sono Rossi, ma so che ruolo e peso ho in Yamaha”

Yamaha ha presentato oggi la sua nuova line-up di piloti per la stagione 2021 di MotoGP, in cui Maverick Vinales e Fabio Quartararo sono i due piloti ufficiali del team factory. Al termine della presentazione, i responsabili del team hanno assicurato che quest’anno si dedicheranno completamente al pilota spagnolo, che, dopo l’addio di Valentino Rossi per andare in Petronas, resta la punta di diamante del progetto.

Yamaha ha impiegato cinque anni a consegnare il progetto, ha detto Viñales, che ha tenuto una conferenza stampa virtuale proprio oggi: “Passo dopo passo, i primi due anni sono stati difficili, abbiamo iniziato molto bene, poi tutto si è complicato, sono stati fatti cambiamenti nella squadra che hanno migliorato molto le cose, ma la strada da percorrere è ancora lunga, dobbiamo continuare a lavorare con la mentalità di essere tutti uno, non solo nella mia parte del box. Tutta la squadra deve impegnarsi se vogliamo vincere il titolo. Lo vediamo alla Suzuki, tutti sono sulla stessa linea. Meregalli lo capisce bene, sa cosa sta succedendo all'interno della squadra e non importa quanto tempo ci sia voluto, l'importante è farlo, la velocità è lì e dobbiamo far funzionare la moto in tutte le condizioni, l'anno scorso quando la moto era buona era uno spettacolo”.

“C'è molta motivazione, molta voglia di vincere perché sappiamo cosa siamo capaci di fare. Dobbiamo mettere tutto insieme ed andare nella stessa direzione, gli altri anni sono andato solo con la tuta del pilota e se qualcosa era andato storto, toccava alla squadra. Ora, quando mi tolgo la tuta devo continuare a essere parte della Yamaha, quando finiscono le prove devo essere un tecnico per Yamaha e lo prendo personalmente. Ora farò il massimo, lo sento dentro di me e non posso fallire con me stesso”.

Leggi anche:

Il pilota ha sottolineato durante il suo discorso l'importanza di concentrarsi sui dettagli: “Quando abbiamo parlato con Yamaha l'anno scorso, non abbiamo avuto l'opportunità di testare molte cose, ci hanno dato un motore deciso in anticipo e non potevamo tornare indietro. Quello che chiedo è di avere un po' più libertà di decisione, di poter dire no a qualcosa e tornare indietro. Alla fine quando si ha qualcosa di già imposto in anticipo non si ha spazio di manovra. Ci abbiamo provato per molti anni, ma l'unità della squadra è importante. È molto importante lavorare sui dettagli, essere calmi e potersi esprimere bene. L'anno scorso è stato deciso di andare direttamente con il motore 2020, senza poter scegliere il motore 2019, dobbiamo avere spazio di manovra in questo tipo di decisione”.

La costanza è un'altra delle parole più usate dal pilota catalano: “I risultati sono stati molto irregolari l'anno scorso, un giorno eri primo e quello dopo eri decimo, e questa è la cosa difficile della Yamaha, si cambia il circuito ed è come se cambiassero la moto. Abbiamo bisogno di costanza e di sapere che la moto va bene su tutte le piste. Se riusciamo a farlo saremo davanti di sicuro, per avere la possibilità di essere sul podio o lottare per vincere ovunque”.

Nel 2020 Petronas ha conquistato sei vittorie, mentre il team factory ne ha vinta una sola. Ristabilire le gerarchie è un dovere per i piloti ufficiali: “Bisogna chiedere a Yamaha. Sembra strano, ma Petronas stava andando con una moto molto diversa, alla fine dell'anno non potevamo dare di più, è strano, ma la cosa importante è che tutti i piloti Yamaha vanno insieme e alla fine non importa quale pilota dei quattro vince”.

Per Yamaha il titolo deve essere l'obiettivo, non c'è nient’altro: “In questo momento l'obiettivo è quello di arrivare in Qatar e testare tutto, fare un buon piano e chiudere il test con le idee chiare”.

Leggi anche:

Viñales ha voluto lanciare un messaggio di cambiamento di mentalità e di atteggiamento: “Quando le cose non vanno bene devo togliermi la tuta, mettermi al posto dei tecnici e della Yamaha, non essere negativo e dire che la moto non funziona. L'importante è aggiungere, aggiungere e aggiungere, l'importante è che Yamaha vinca, vedo quanto lavorano e si sforzano, mi hanno lasciato fare la mia squadra, vedo che vogliono aggiungere e devo lavorare e sforzarmi”.

Durante la presentazione, Viñales ha indicato Jack Miller, nuovo pilota ufficiale Ducati, come un rivale da battere: “Miller è migliorato molto negli ultimi due anni, è in una squadra ufficiale, la moto va bene e lo vedo come quello che può essere il più forte, soprattutto in Qatar, sui circuiti con lunghi rettilinei. È molto difficile sapere chi potrebbe essere il principale rivale senza aver guidato la moto. Mir inizia come il favorito, come il leader, e dobbiamo considerare lui. Mir parte come favorito, come numero uno e dobbiamo puntare su di lui. Ma Miller sarà forte, e ci saranno anche alcuni piloti molto forti in Yamaha”.

Leggi anche:

Nel 2021 Viñales si sposterà sul lato destro del box Yamaha, quello che Rossi ha sempre occupato, mentre Fabio Quartararo prenderà il lato sinistro, quella che Mack ha usato negli ultimi quattro anni. Con il passaggio di Valentino Rossi al team Petronas, Maverick deve assumere il ruolo di leader in Yamaha e gli è stato chiesto come valuta l'essere il ‘nuovo Rossi’ nel box.

“Al momento non sono Rossi, ho bisogno di molti titoli per essere Valentino, quindi per il momento, no. So qual è il mio ruolo e qual è il mio peso che ho ora alla Yamaha e cercherò di restituire tutta la fiducia che mi hanno dato, quindi penso che sia una stagione importante per me ad ogni modo”.

“Rossi non ha lasciato, veste altri colori ed è ancora un pilota factory, quindi naturalmente avrà lo stesso peso alla Yamaha. L'aggiunta di Fabio è positiva, può portare molte cose alla squadra, ma alla fine siamo una squadra. È il mio terzo anno con Esteban (García, il suo capo meccanico) e puntiamo al titolo, dobbiamo farlo. L'obiettivo per Yamaha è essere campioni e dobbiamo iniziare la casa dalle fondamenta”.

Per quanto riguarda l'infortunato Marc Márquez, Maverick è fiducioso che tornerà più forte che mai: “Speriamo che Marc torni e sia al meglio, alla fine è uno dei favoriti e un punto di riferimento, quindi sarebbe bello se tornasse. È chiaro che vogliamo tutti essere lì, i migliori piloti, è super positivo che Marc si stia recuperando, è forte e possiamo vederlo in Qatar”.

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
1/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
2/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
3/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
4/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
5/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
6/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
7/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
8/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
9/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
10/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
11/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
12/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
13/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
14/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
15/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
16/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
17/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
18/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
19/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
20/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
21/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
22/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
23/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
24/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
25/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
26/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
27/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
28/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
29/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
30/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
31/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
32/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
33/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
34/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
35/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
36/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
37/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
38/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
39/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
40/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
41/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
42/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
43/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
44/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
45/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
46/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
47/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
48/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
49/50

Foto di: Yamaha MotoGP

Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Yamaha YZR-M1 de Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
50/50

Foto di: Yamaha MotoGP

condivisioni
commenti
Yamaha conferma l'impegno in MotoGP fino al 2026

Articolo precedente

Yamaha conferma l'impegno in MotoGP fino al 2026

Prossimo Articolo

Quartararo: “Non devo pensare a ciò che si aspettano da me”

Quartararo: “Non devo pensare a ciò che si aspettano da me”
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021