Formula 1
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
86 giorni
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
31 giorni
WEC
12 dic
-
14 dic
Evento concluso
21 feb
-
23 feb
Prossimo evento tra
66 giorni

Test MotoE Jerez, Giorno 1: Niki Tuuli apre a sorpresa l'era elettrica

condivisioni
commenti
Test MotoE Jerez, Giorno 1: Niki Tuuli apre a sorpresa l'era elettrica
Di:
23 nov 2018, 17:06

Il pilota finlandese è stato il più veloce nella giornata di test che ha inaugurato i test della serie elettrica, precedendo di poco più di un decimo Granado e De Puniet. L'atteso Gibernau è nono, subito dietro a Savadori.

Dopo tanti mesi di aspettative, oggi la MotoE ha finalmente mosso i primi passi concreti a Jerez de la Frontera, con la prima delle tre giornate di test collettivi in vista della stagione d'esordio del 2019, nella quale i 18 piloti presenti si sono dovuti alternare in pista, visto che hanno a disposizione solo 12 Energica.

A sorpresa, il più veloce è stato forse uno dei nomi meno attesi dello schieramento di partenza, ovvero il finlandese Niki Tuuli, che per i colori della Ajo Motorsport ha girato in 1'51"721.

Alle sue spalle, staccato di appena 121 millesimi, c'è il brasiliano Eric Granado, mentre in terza posizione troviamo l'ex pilota di MotoGP, Randy De Puniet, che ha chiuso a 185 millesimi dal crono del finlandese che comanda con la Energica del Team LCR.

Appena terminato il suo impegno come collaudatore dell'Aprilia in MotoGP a Valencia, Bradley Smith si è recato a Jerez per chiudere in quarta posizione con la moto della One Energy Racing, anche se distanziato di oltre sei decimi.

Distacco simile a quello incassato da Alex De Angelis del Pramac Racing. Sotto al secondo di distacco ci sono poi Mike Di Meglio, Jesko Raffin e Lorenzo Savadori, che ha iniziato la sua avventura "full electric" con l'ottavo tempo a 968 millesimi dalla vetta.

Alle sue spalle c'è il grande atteso Sete Gibernau, che tornerà a correre con il Pons Racing dopo tanti anni d'assenza dalla scena. Il veterano spagnolo ha preceduto il tandem italiano composto da Matteo Casadei e Niccolò Canepa. Più staccati invece Matteo Ferrari e Luca Vitali, che hanno chiuso rispettivamente 15esimo e 18esimo, con il secondo che però ha girato solo nella prima sessione, quella disputata con la pista umida.

Tra di loro c'è anche l'unica donna della griglia, la spagnola Maria Herrera, 16esima per i colori dell'Angel Nieto Team.

Pos Pilota Team Tempo
1 Niki Tuuli Ajo Motorsport MotoE 1'51”721
2 Eric Granado Esponsorama Racing 1'51”842
3 Randy De Puniet LCR E-Team 1'51”906
4 Bradley Smith One Energy Racing 1'52”339
5 Alex De Angelis Alma Pramac Racing 1'52”403
6 Mike Di Meglio EG 0,0 Marc VDS 1'52”574
7 Jesko Raffin Dynavolt Intact GP 1'52”675
8 Lorenzo Savadori Trentino Gresini MotoE 1'52”689
9 Sete Gibernau Pons Racing 1'52”817
10 Matteo Casadei Ongetta SIC58 Squadra Corse 1'53”629
11 Niccolò Canepa LCR E-Team 1'53”959
12 Nico Terol Angel Nieto Team 1'54”192
13 Kenny Foray Tech 3 E-Racing 1'54”413
14 Josh Hook Alma Pramac Racing 1'55”731
15 Matteo Ferrari Trentino Gresini MotoE 1'58”314
16 Maria Herrera Angel Nieto Team 2'00”562
17 Julian Miralles Avintia Esponsorama Racing 2'06”002
18 Luca Vitali Ongetta SIC58 Squadra Corse 2'06”560
Prossimo Articolo
Motorsport Report: ecco cosa hanno detto i test MotoGP di Valencia in vista del 2019

Articolo precedente

Motorsport Report: ecco cosa hanno detto i test MotoGP di Valencia in vista del 2019

Prossimo Articolo

Espargaro: "Per Iannone non sarà facile, ma il suo arrivo sarà utile all'Aprilia"

Espargaro: "Per Iannone non sarà facile, ma il suo arrivo sarà utile all'Aprilia"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP , MotoE
Evento Test di novembre a Jerez
Sotto-evento Venerdì
Location Circuito de Jerez
Piloti Randy de Puniet , Eric Granado , Niki Tuuli
Autore Matteo Nugnes