Presentato a Franciacorta lo Sky Racing Team VR46

condivisioni
commenti
Presentato a Franciacorta lo Sky Racing Team VR46
Redazione
Di: Redazione
29 feb 2016, 16:26

La squadra legata all'emittente satellitare ha aumentato il suo impegno e schiererà una terza KTM per Niccolò Bulega accanto a quelle di Romano Fenati ed Andrea Migno.

Romano Fenati
Romano Fenati, SKY Racing Team VR46
Nicolò Bulega
Romano Fenati, Nicolò Bulega e Andrea Migno
Andrea Migno

Il team Sky Racing VR46 è pronto per iniziare la nuova stagione del Campionato del Mondo MotoGP 2016 e, nella cilindrata più bassa della più bella competizione motociclistica al mondo, sarà sicuramente una delle scuderie protagoniste. Tre piloti vestiranno i colori del team Sky in Moto3: Romano Fenati, Andrea Migno e Nicolò Bulega; tre giovani piloti italiani che avranno l’opportunità di crescere e affermarsi contribuendo ad alimentare un movimento sempre più vivo di talenti della penisola. I tre corridori guideranno una KTM RC 250 che lunedì 29 febbraio è stata presentata insieme alla squadra all’ Autodromo di Franciacorta Daniel Bonara.

Romano Fenati, che correrà con il numero 5, commenta: “Lo Sky Racing Team VR46 è una seconda famiglia: l’atmosfera è amichevole, c’è fiducia e spazio per confidarsi. Si gareggia, si lavora duro, ma si trova anche il tempo per scherzare. Mi sento come il fratello maggiore. Quest’anno c’è una piccola responsabilità in più: sarà importante dare il buon esempio a Nicolò. Dovrà farlo anche Andrea mentre continuerà il suo percorso di crescita –sugli obiettivi della stagione Fenati termina- Il titolo rappresenterebbe una vittoria morale. È arrivato il momento. Mi sento pronto. Sarà un campionato competitivo”.

Andrea Migno porterà sulla carena il numero 16 e dice: “Un team professionale e famigliare, dove tutti lavorano per tutti. Siamo come una catena e quando manca un anello ce ne accorgiamo –il pilota di Cattolica parla del filo diretto con il Dottore-Valentino insegna: mai fare il capanno. Dalle mie parti si dice così quando, dopo un risultato deludente, ti avvilisci. Al contrario, noi rimaniamo concentrati e andiamo avanti –infine gli obiettivi- Spero sia un anno positivo. Conoscere già tutte le piste mi darà una mano in più, un vantaggio rispetto a chi non ci ha mai corso. Non dovrò lasciare mai niente al caso. Girare sempre al 100%, dal primo turno del venerdì fino alla gara della domenica”.

Nicolò Bulega avrà il numero 8, il Campione del Mondo Junior CEV in carica afferma: “Gareggiare con il team Sky Racing VR46 è una grande occasione per crescere e maturare. Siamo un gruppo affiatato che lavora sodo. Romano e Andrea non sono solo compagni di squadra o rivali: sono dei veri amici. Ma il compagno di squadra è anche il primo da battere. Essere nel Motomondiale è parte di un sogno che si realizza.  Lo completerebbe, un giorno, diventare un pilota competitivo in MotoGP™ -e punta dritto agli obiettivi- Il primo di quest’anno è finire tra i primi 15. Dovrò immagazzinare esperienza già dalle prime gare. La parte più difficile? Le piste. Ce ne sono molte su cui non ho mai corso e dovrò adattarmi subito ai cambiamenti”.

Pablo Nieto, team manager della scuderia italiana: “Lavorare con questi giovani talenti italiani è uno stimolo. Condivido con loro un percorso di crescita guidato dalla passione. Lo Sky Racing Team VR46 è una grande famiglia che viaggia per il mondo. E quando rimani lontano da casa per tante settimane è fondamentale riuscire a costruire rapporti di amicizia e fiducia con i compagni di squadra. Sarà un anno importante per il team: schiereremo tre giovani piloti italiani con l’obiettivo di conquistare qualcosa di importante”.

Grandi numeri quelli del team Sky Racing VR 46 negli anni passati: 5 vittorie e un totale di 9 podi in due stagioni. Oggi schiera tre piloti per vincere, crescere e stupire già dal suo esordio annuale nella categoria il 20 marzo per il GP del Qatar. Ma prima ci saranno i test a Jerez in programma dal 2 al 4 marzo dove i tre talenti potranno già far bene.

Prossimo articolo Moto3
Di Giannantonio: "Entro nel mondiale in punta di piedi... anzi, su uno!"

Articolo precedente

Di Giannantonio: "Entro nel mondiale in punta di piedi... anzi, su uno!"

Prossimo Articolo

Test Jerez, Day 1: il rookie Bulega subito il più veloce

Test Jerez, Day 1: il rookie Bulega subito il più veloce
Carica commenti